Fastidio a livello anale senza emorroidi o ragadi. Possibile prostatite?

Salve

Sono un ragazzo di 31 anni e da 1 mese soffro di un dolore/bruciore e senso di peso a livello anale.


Sono stato visitato da un proctologo 1 settimana fa che dopo anoscopia ha detto di non vedere ne emorroidi ne ragadi o fistole.
Solo un piccolissimo arrossamento vicino all'ano.
Mi ha detto di aspettare qualche settimana e vedere.


In una settimana la situazione non é migliorata e inizio ad avere anche altri disturbi: calo del desiderio e mancanza o calo di erezione quando nei momenti intimi con la mia partner.
Una volta, di recente, ho avuto eiaculazione precoce.

A tutto questo si aggiunge anche minzione un po' frequente di recente ma forse dovuta anche ad ansia e stress del quale soffro da tempo. Questa sensazione di urinare spesso non l' avverto nella vescica ma al pene, come appena prima di urinare.

Non mi sveglio la notte con urgenza di urinare. Non ho nessun dolore all'eiaculazione o alla minzione e non vi sono tracce di sangue nelle urine. Non ho febbre.
Non ho dolore ai testicoli, ma a volte, per dei piccolissimi millisecondi, dei doloretti qualche secondo prima della minzione o dopo la minzione a livello della vescica e nel pene.

Il fastidio / dolore / sensazione di bruciore e di "peso" al livello anale non é sempre presente. Certi giorni e quasi assente.

Un esame delle urine effettuato 2 settimane fa ha mostrato solo dei cristalli, ma il mio dottore dice in piccolissime quantità.
Forse dovuto al fatto che non bevo troppo.
Il resto tutto nella norma.

Potrebbe trattarsi di una qualche prostatite?

Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Gentile lettore,

impossibile darle una risposta corretta e mirata da questa postazione; purtroppo situazioni cliniche complesse e particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa angolazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, cause, cura, rimedi e prevenzione della malattia emorroidaria. Quando è necessario l'intervento chirurgico o in ambulatorio?

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test