Utente 504XXX
Salve, sono un uomo di 26 anni (180cm per 75 kg, i dati del profilo sono sbagliati e non riesco a cambiarli). Vorrei chiedere un parere quanto meno rassicurante. Da che ho memoria, ho sempre avuto problemi di erezione, soprattutto nei primi rapporti con un nuovo partner, problemi che ho sempre imputato all'ansia da prestazione e svanivano con l'acquisizione di confidenza e di feeling. Per quanto tutto ciò mi abbia sempre sempre segnato nell'animo, ho dovuto conviverci. Ad oggi i problemi sono aumentati, l'erezione la raggiungo senza problemi ma scema in fretta in pochi secondi e non ho più erezioni rigide al mattino. Fermo restando che vorrei rivolgermi a un urologo de visu, ci sono esami preventivi che potrei fare per non presentarmi "con le mani in mano"?
Grazie infinite per l'aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A parte gli ormonali: testosterone totale, prolattina, Fsh ed lh bisogna non c è altro. La visita stabilirà che fare in più, ma non credo sia necessario vista età
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 504XXX

Grazie infinite, provvederò.

[#3] dopo  
Utente 504XXX

Chiedo scusa se riapro la discussione, ieri chiacchieravo con un mio amico medico interno ad urologia e mi ha accennato alla possibilità che ci sia una "fuga venosa", se ho capito bene è una sorta di malformazione dei vasi sanguigni, dovrei fidarmi?

[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Mine ha parecchio da imparare L urologo e quelli che gli hanno fatto scuola folle, senza senso e fuorviante è parlare di fuga venosa
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#5] dopo  
Utente 504XXX

Ho appena effettuato gli esami e l'unico valore anomalo è la prolattina (43), secondo la sua esperienza è possibile che sia la causa del problema? Grazie