Utente 162XXX
Buonasera,
da sempre ho avuto il pene curvo verso sinistra, non molto, ma abbastanza da essere notato. Ho sempre sofferto oltretutto di un frenulo abbastanza corto ma che non mi ha mai dato noi durante i rapporti sessuali. Negli ultimi anni però questa situazione si è aggravata e adesso in situazione di erezione, la pelle attorno al glande stringe veramente tanto e riensco a far fuoriuscire lo stesso con un po di dolore. Inoltre noto che il frenulo non va perprendicolarmente verso l'asta del pene ma tende ad andare verso la curvatura, quasi come se questa fimosi presente da sempre, avesse contrinuito alla curvatura del pene come se lo stesso incontrasse un ostacolo durante l'erezione.
So che devo farmi visitare, oltretutto sto iniziando a soffrire di problemi di erezione dovuti a questa cosa, credo sia puramente psicologico ma però collegato.
La sensazione che avverto a pene eretto è come se ci fosse ancora da far uscire parte dell'asta, come se l'asta fosse strozzata.
Sto cercando un ottimo andrologo in Toscana per farmi visitate e qualsiasi consiglio è ben accetto.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso,senza poter vedere di persona,penserei ad una fimosi relativa legata ad una brevità del frenulo che,a sua folta ha favorito un fenomeno fibritico che impedisce l'ottenimento ed il mantenimento della erezione.In Toscana non avrà difficoltà ad individuare uno specialista idoneo.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio per la sua celere risposta.
Approfitto per dare qualche dato in piu.
Adesso ho 38 anni e vado per i 39, al tatto durante l'erezione, la parte piu corta dell'asta, ( spero di spiegare bene questo punto, visto che stiamo parlando di pene curvo un lato dell'asta è piu lungo dell'altro ) al tatto è come ruvida, come se nel tempo fosse stata compressa. Se cerco di raddrizzarlo in erezione e di sistemare la pelle in posizione corretta, il glande si scopre piu facilmente, ma sempre con forza. Diciamo che si puo scoprire abbastanza bene, in fase di eccitazione durante del sesso duale, ma sempre in maniera non naturale. Ma purtroppo devo constatare che questo problema ha inciso nella mia sessualità.
Faccio una domanda, potrei inviarle delle foto per avere una valutazione piu precisa?
Nel frattempo cercherò uno spiecialista in Toscana, se qualcuno dovesse rispondere qui, tanto meglio.
Grazie ancora.