Frenulo largo con leggero fastidio conviene operare

Gentile dottori,

ho fin da piccolo un frenulo largo, ma corto.
Ho avuto le mie prime sperienze sessuali dopo i 30 anni e non mi sono mai operato perchè l'andrologo mi ha consigliato di avere dei rapporti sessuali e vedere se mi da fastidio.


A pene flaccido, posso scoprire il glande con facilità, senza sentire nessun fastidio/dolore.


Quando invece ho il pene in erezione, intanto il glande non si scopre da solo, ma devo scoprirlo io, tirando un po' il prepuzio, la cosa non oserei dire che mi provoca dolore, ma al massimo mi da un leggero fastidio, e quando il glande è completamente scoperto (può capitare non succede sempre) ho un leggerissimo fastidio al frenulo come se tirasse.

Preciso inoltre che tengo quasi sempre il glande coperto, e lo scopro solo durante i rapporti/la masturbazione o quando mi lavo.


Se provo a tirare il glande scoperto (sempre in erezione) devo 'spingere la pelle del prepuzio' per fare in modo che si ricopra.


Mi ha detto l'adrologo che Il frenulo essendo largo è difficile che si spezza per cui non mi sono ancora operato.


Durante la masturbazione mi capita qualche volta di avere qualche leggero fastidio, solo delle volte, dove sento che mi tira e questo mi fa perdere erezione.
Se perdo erezione riesco a coprire scopre il glande molto facilmente.
Qunado il pene è di nuovo in erezione non riesco piu a coprirlo ed è qui che nel movimento mi puo dare fastidio.
Se mi masturbo con il pene non in completa erezione vengo molto velocemente e godo di piu, mentre in erezione totale godo di meno, posso avere fastdio e ci metto piu tempo per venire.


Per cui vi chiedo se mi consigliate di operarmi?


Siccome ho letto di gente che si è pentita di essersi fatto la frenulotomia e dice che dopo l'operazione ha fastidio durante i rapporti.


Se faccio la frenulotomia il piccolo fastidio che ho in erezione scompare o potrei avere piu fastidio di adesso?


Inoltre la sensibilita viene a diminuire e dovrei godere di meno?


Rimane una cicatrice evidente sulla zona dell'intervento?


Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Ernesto Fina Urologo, Chirurgo generale, Nefrologo, Andrologo 583 18
Buongiorno e complimenti per una descrizione così dettagliata. MI sembra di capire che in condizioni di erezione lei non riesca ad avere un godimento così intenso come in semi flaccidità a causa del frenulo che non scopre parti fortemente sensibili e forse provoca lieve dolenzia. Come in tutti gli interventi chirurgici correttivi anche in questo, per quanto di piccola entità, i risultati sono alquanto imprevedibili nel senso che, aldilà della perfetta esecuzione con una buona cicatrizzazione senza esiti, gioca un ruolo importante la sensibilità della parte con inevitabile incidenza sulla intensità del piacere e la conseguente latenza eiaculatoria, per cui talvolta occorre un periodo di adattamento alla nuova condizione per ottenere una buona soddisfazione sessuale. Difatti alcuni pazienti chiedono la circoncisione per rallentare l'eiaculazione mentre altri, a seguito di questa, diventano precoci. Pertanto bisogna limitarsi a valutare se il frenulo ostacola in qualche modo l'esecuzione del coito e di conseguenza farsi operare di frenulotomia e frenuloplastica, cercando poi di adattarsi, sotto il controllo dell'andrologo, alle possibili nuove situazione e sensazioni che l'intevento potrebbe provocare ( ma non è detto che provochi).

Dr. ernesto fina

[#2]
Utente
Utente
Gentile dott.re la ringrazio per la risposta e per i complimenti,

a parità di buona cicatrizzazione senza esiti, a livello di sensazioni ed intensità del piacere che differenza ci sta tra la frenulotomia e la frenuloplastica?

A livello pratico è meno invasiva la frenulotomia o la frenulo plastica?

Siccome ci interessa la sensibilità ed il godimento durante il rapporto, ho visto un video sulla frenulotomia dove asportano un pezzetto di frenulo dopo averlo tagliato.

Penso che questo sicuramente riduca la sensibilità per cui nella frenulo plastica si asporta sempre una parte del frenulo che differenza e vantaggi ci sono rispetto alla frenulotomia?
[#3]
Dr. Ernesto Fina Urologo, Chirurgo generale, Nefrologo, Andrologo 583 18
Salve. Tranne casi particolari in cui l'ablazione del frenulo possa comportare problemi la frenulotomia ( taglio del frenulo) si accompagna sempre alla frenuloplastica con ablazione delle parti di frenulo residuo e sutura longitudinale della breccia con allungamento della plica. Non è vero che l'ablazione del frenulo riduca la percezione del piacere anzi, esponendo al contatto maggiore superficie di glande e di prepuzio può aumentarla. A parte condizioni di necessità nell'ablazione del frenulo ( talvolta richiesta per libera scelta dal paziente) giocano motivazioni personali di natura estetica o relative alle dinamiche sessuali che vanno accolte sempre nel rispetto della good medical practice.

Dr. ernesto fina

Disfunzione erettile

La disfunzione erettile è la difficoltà a mantenere l'erezione. Definita anche impotenza, è dovuta a varie cause. Come fare la diagnosi? Quali sono le cure possibili?

Leggi tutto