Tachicardia sinusale post ablazione

Salve,
Sono un ragazzo di 29 anni con ipertensione giovanile.

Il 16 marzo mi è stata fatta un ablazione transcatere di tachicardia atriale di verosimile flutter atriale comune.
Mi hanno spiegato che l intervento è andato bene, hanno lasciato un raggruppamento di cellule che secondo loro sono in continuità con il nodo seno atriale e che se mi bruciavano anche quella zona dovevano inserirmi il pacemaker.
Per aiutare il cuore a battere regolare mi hanno prescritto ivabradina 5 mg mattina e sera oltre ai miei soliti farmaci che prendo che sono il Triatec 5+25mg al mattino e vasexten 10mg alla sera.

Arrivando al punto le prime due settimane post intervento, sono stato bene.
Martedì scorso mi è ripreso il cardiopalmo misuro i parametri avevo 134bpm con 157 su 101 di pressione così allerto il 118 che mi porta in PS dove mi hanno dimesso con diagnosi di ansia reattiva e tachicardia sinusale e mi hanno somministrato il diazepam.
Il valore anomalo riscontrato era il potassio che era a 2.3 ma loro mi hanno detto che è sceso in seguito all'ansia.
Ieri sera è successo nuovamente lo stesso episodio i battiti li avevo a 147 ho chiamato la guardia medica e sono andato in ambulatorio li mi ha dato il diazepam e ha visto che il battito in 10 minuti era sceso a 120.

Ora sono qui a chiedere se l'abbassamento del potassio sia una conseguenza dell'ansia e possa essere riconducibile all'insorgere delle crisi.

(premetto che in tutti gli accessi al pronto soccorso avevo il potassio basso anche prima dell'ablazione).
Poi volevo chiedere se dopo l ablazione è possibile avere questi episodi.

Sto pensando di andare in terapia con una psicoterapeuta che mi possa aiutare a superare questo periodo dato che per loro sia ansia.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 72k 2,7k 2
"il potassio che era a 2.3 ma loro mi hanno detto che è sceso in seguito all'ansia."

Spero che nessun medico possa aver detto una simile idiozia.
Un tale livello e' da ricovero immediato perche' pericoloso
Ha avuto vomito, diarrea? Mangia regolarmente? assume diuretici?

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve
Mi scusi accidentalmente ho scritto 2.3 di potassio invece volevo scrivere 2.6 a fianco al valore c'è scritto sovrastima da lieve emolisi risultato critico comunicato secondo procedura aziendale.
Ribadisco che Il medico di pronto soccorso mi ha detto che il potassio sia sceso per l ansia infatti mi ha dato 20 ml di diazepam e un infusione di potassio poi mi ha dimesso.
Io sono una persona che mangia regolarmente come diuretico assumo il tratec con idrocloritazide (5+25mg) la mattina.
Si io ho problemi di ileite aspecifica quindi mi capitano giorni in cui ho scariche diarroiche.
Ora sto assumendo una bustina di potassio e magnesio tutti i giorni, il medico mi ha consigliato il luvion 50mg al giorno però non so se imbottirmi così di farmaci possa giovare la mia situazione.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 72k 2,7k 2
L' emolisi eventualemnete provoca IPERpotassenia, non diciamo sciocchezze .
Tolga immediatamente i 25 mg di idroclorotiazide dalla terapia assumendo il solo Triate.
HA livelli molto periocolosi di potassemia

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la sue risposta Tolgo subito il farmaco che mi ha detto prendendo il Triatec normale.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve
Ieri sera mi hanno trasportato in ospedale per l ennesima volta avevo 160 bpm e 150 su 88 di pressione. Mi hanno trattato con infusione di potassio (era sceso a 3.3) magnesio e diazepam. Vedendo che il battito non cambiava hanno chiesto il consulto cardiologico mi hanno fatto il Metoprololo 5mg e il ritmo è tornato sinusale. Mi hanno dimesso con diagnosi di tachicardia atriale dicendomi che devo ripetere la visita aritmologica. Ah premetto che ieri avevo sospeso l'ivabradina dietro parere cardiologico e mi hanno detto che non era il caso di sospenderlo. Per concludere il quadro della situazione la tachicardia era partita quando io ero in completo relax stavo per addormentarmi sul letto.
Ora Volevo chiederle se è possibile avere un suo parere in merito se le posso mandare i referti via mail o come preferisce perché mi dà molta fiducia.
[#6]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 72k 2,7k 2
Non ho capito perche' le abbiano tolto la ivabradina: probabilmente la causa e' stat quella.
MAngi molta verdura e frutta..

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio