Cuore o Esofagite da Reflusso?

Salve, mi chiamo Alessia e ho appena compiuto 23 anni.
Cerco un parere medico perché non mi sento molto bene e vorrei capire da cosa potrebbe essere dovuto questo mio malessere.
Premetto di soffrire d’ansia e di attacchi di panico saltuari.
Sono in cura con uno psicologo.
Sono in leggero sovrappeso e fumo qualche sigaretta, ma non quelle normali, ho smesso da molto tempo di fumarle, e ho iniziato a fumare qualche sigaretta di IQOS.
Non ho rilevanti patologie di familiarità per malattie cardiache.
Ma ci tengo a precisare di essere abbastanza Cardiofobica.
Sono stata più volte in PS perché spesso ho creduto di avere problemi di cuore che poi si rivelavano disturbi causati dalla mia ansia.
Stamattina al risveglio ho iniziato ad avvertire un leggero bruciore retrosternale, che è passato nel giro di pochi minuti.
Oggi pomeriggio questo bruciore è tornato, causandomi anche un attacco di tosse secca persistente.
Poi per qualche ora non l’ho più avvertito fino a questa sera quando è diventato insopportabile.
Soffrendo di reflusso gastroesofageo, per acidità spesso assumo il Maalox.
Che mi fa sempre star meglio, ma oggi no.
Oggi questo bruciore retrosternale, che non ho mai avuto, persiste.
Non trovo sollievo.
Oggi quando facevo anche un minimo sforzo, e per minimo intendo semplicemente vestirmi o abbassarmi ed alzarmi, avvertivo una forte pressione al petto ed affanno.
Questa pressione persiste nello stesso punto in cui avverto bruciore retrosternale.
Ovvero al centro del petto, ma lo avverto anche nella gola.
Non passa, non so cosa devo fare e non mi aiuta leggere che può essere un sintomo di un possibile infarto del miocardio che viene scambiato per semplice bruciore di stomaco.
A momenti avverto anche un malessere generale, spossatezza, nausea.
Ho provato anche a bere un paio di tazze di camomilla ma niente.
Se fosse stato il mio stomaco o una possibile esofagite, credo che con un paio di pastiglie di Maalox si sarebbero attenuati questi sintomi.
Mi sento strana, mi sento debole.
La sensazione che provo è quella di aver fatto un intenso allenamento.
Respiro bene, ma ho questo costante bruciore che non accenna a diminuire.
E da quello che ho capito i dolori di un infarto possono andare e venire durante le ore della giornata.
Vorrei capire se potrebbe trattarsi di questo o di un’infiammazione esofagea.
Anche perché ieri non avevo assolutamente nulla.
Proprio non mi sento bene.
Chiaro che ora mi sta venendo un senso d’ansia, non riesco a capire che cosa sia.
Per un breve momento stasera ho avuto dolore al braccio sinistro.
E ho letto anche che alcune donne, anche giovani, hanno avuto questo forte bruciore retrosternale mentre stavano avendo un infarto e che sembrava avessero bisogno di bere per farlo scomparire ed è esattamente quello che avverto io.
Mi sono accorta che bevendo prima, ho sentito dolore al petto. Due settimane fa ho avuto un mal di gola che mi ha portato su consiglio del medico ad assumere Oki per 5 giorni, però io l’ho sempre assunto a stomaco vuoto e passati i 5 giorni, avendo anche i dolori del ciclo ho dovuto prendere Tachipirina per 3 giorni. Sto iniziando ad avere molta paura.
Dovrei recarmi al PS?
Grazie.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 71k 2,6k 2
alla sua età non esistono ne' angina ne' infarto

assuma un antinfiammatorio e passerà tutto

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Molto gentile, la ringrazio dottore.
Ieri notte ho assunto un’ultima compressa di Maalox, dopo qualche minuto il bruciore si è alleviato anche se non avevo più speranze ormai. Stamattina sto decisamente meglio ma sono preoccupata che gli antinfiammatori che ho assunto o che ho assunto negli anni precedenti per altri motivi, possano avermi causato un’ulcera e di conseguenza il reflusso. Ad ogni modo credo di aver imparato la lezione, non ne assumerò più a stomaco vuoto. Nel caso oggi si ripresentasse dopo mangiato, prenderò un antinfiammatorio come mi ha consigliato.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Niente, come immaginavo, il bruciore è ritornato. Molto più localizzato alla gola e quando bevo fa leggermente male, ma a volte quando mangio il disturbo sembra scomparire. Il peso al centro del petto a volte si sente di più, ma non è così forte. È solo pesante da sopportare il malessere generale che mi causa. Quindi deduco sia infiammazione esofagea, o mi sbaglio?

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa