x

x

Gluten sensitivity, isb,morbo di Chron, intolleranze?

Salve,
sono una ragazza di 25 anni e sono quasi 10 anni che ho problemi intestinali che peggiorano di anno in anno. I miei sintomi giornalieri sono: un forte meteorismo, reflusso, coliche intestinali, irregolarità di evacuazione e il continuo stimolo di dover andare a bagno. Mi è diventato molto difficile mangiare e vivere nel quotidiano.

Premetto che seguo una dieta molto equilibrata e varia, non mangio schifezze, mangio parecchia frutta verdura, mangio pochi legumi perché mi danno problemi (a volte li tollero solo se frullati), nessun alcolico, bibite gassate o stimolanti come caffeina o theina. Insomma cerco di essere il più ligia possibile, ma non trovo giovamenti.

In questi anni ho eseguito una serie di test ed analisi che però non hanno portato ad una risposta precisa, mi è stata sempre diagnosticata una "semplice" ISB.

Vi elenco esami e relative risposte:
-Diagnostica allergologica Ige su farine, uova, latte,pesce,pomodoro, caseina: negativi.

- Esame DQ2 -DQ8: geneticamente predisposta per celiachia ( n sede pubblica non so se scrivervi con precisione i risultati.

- Gastroscopia con biopsie multiple per sospetta celiachia e HP: Biopsie negative. Stato stomaco buono.Accertata gastrite.

-Biopsia retto: lieve proctite cronica

- Ecografia addominale: tutto in buona salute, elevato meteorismo intestinale.

- Intolleranza al lattosio accertata.

Ho tolto il lattosio ormai da anni, ma ho riscontrato pochi miglioramenti.
Il gastrointerolgo che ha eseguito la gastroscopia insiste che potrei avere una sensibilità al glutine, quindi l'ho tolto ormai da un mese, ma non sto affatto meglio. Forse ci vuole tempo, non so...
Il gastrointerolgo che mi seguiva in precedenza pensava al Morbo di Chron, ma non mi ha mai fatto eseguire dei test che lo accertassero.
La mia dottoressa "di casa" dice che potrebbe essere una candida albicans dato che sono soggetta ad episodi di infezioni, pruriti vaginali più tutti i miei problemi di pancia....io a volte penso che possa essere una semplice intolleranza a qualche alimenti che non riesco a decifrare....
sinceramente sono molto confusa... continuo ad avere grossi disagi, se questa dieta senza glutine non funzionasse quale "pista" dovrei seguire secondo voi?
Potrebbe veramente essere una "semplice" sindrome dal colon irritabile?


Vi ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Gentilissima,

Credo proprio che possa essere solo una sindrome dell'intestino irritabile. La sta seguendo attualmente un gastroenterologo ? Sarebbe utile, infatti, che ci si concentrasse su tale sindrome.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto grazie per la celere risposta.
L'ultimo gastrointerologo che ho consultato mi sta facendo seguire la strada della sensibilità al glutine, quindi sto seguendo una dieta senza lattosio e glutine, il che non è facilissimo, perché senza un riscontro medico della celiachia, non ho nessun aiuto economico dallo stato e comprare alimenti senza glutine si sta dimostrando piuttosto dispendioso.
Se però fosse la strada giusta ne sarei comunque contenta, basta stare meglio infondo... solo che per ora non ho riscontrato molti miglioramenti. Forse ha bisogno di tempo per funzionare.

Riguardo alla sindrome da colon irritabile nessuno mi sta seguendo, si sono sempre limitati a dirmi che potrei averla, ma senza darmi una dieta o qualcosa di specifico per attenuarla.

Come dicevo precedentemente cerco di seguire una dieta "sana", bevo camomilla o tisane di finocchio dopo mangiato, purtroppo non bevo tantissima acqua anche se mi sto sforzando e faccio una vita sedentaria in ufficio con poca attività fisica. Non se questo possa influire...

Cordiali saluti.
E buon fine settimana.
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Personalmente presterei, tramite il suo gastroenterologo, molta attenzione al colon irritabile. Cerchi, inoltre, di fare una maggiore attività fisica.

Buon fine settimana.

[#4]
dopo
Utente
Utente
Sicuramente seguirò i suoi consigli, ma ho notato che quando sto particolarmente male, al di là delle classiche coliche e semi-diarrea mi capita di avere, sopratutto sul viso, parecchie bollicine sotto pelle e mi sento molto più affaticata, come se il fisico fosse "intossicato", è possibile che sia una qualche intolleranza ( oltre a quella al lattosio che ho già riscontrato?) ? Ormai è qualche settimana che non mangio glutine quindi non credo sia dovuto a quello.

Se volessi capire se c'è qualche altro cibo che mi fa male, come potrei farlo? So che i test per le intolleranze non sono affidabili, e allora come posso fare? Mi hanno detto che all'Idi di Roma eseguono un test sugli ige su 100 alimenti, ma quello credo che sia per le allergie..

Le chiedo questo ultimo consiglio e la ringrazio anticipatamente.
Scusi il disturbo.
Cordiali saluti.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Vorrei essere più precisa, il gastrointerologo che mi seguiva mi ha consigliato questo test: ImmunoCap- ISAC allergen components http://www.phadia.com/it/Laboratories/Allergy/Prodotti/ImmunoCAP-ISAC/

ma non ho capito se questo test indica solo le allergie o anche le intolleranze.

In alternativa mi è stato consigliato il Food intolerance test che eseguono qui : http://www.natrix.it/index.php?option=com_content&view=article&id=54&Itemid=1&lang=it

Sembra che sia tra i testi più affidabili per le intolleranze. Io purtroppo non ho molti soldi da spendere e vorrei puntare verso un test o un esame sicuro che non sia il solito buco nell'acqua.

Grazie ancora.

Tutto su dieta e benessere: educazione alimentare, buone e cattive abitudini, alimenti e integratori, diete per dimagrire, stare meglio e vivere più a lungo.

Leggi tutto