Utente
Carissimi Dottori, oggi sono stata a ritirare le analisi di mio figlio, il vero "proprietario" di questo account. Lui è tranquillo e sereno ad aspettare di andare, verso il fine settimana o anche dopo, dalla gastroenterologa, in relazione agli impegni di quets'ultima. Io, però, vorrei prima chiedere un vostro parere, anche se mio figlio continua a dirmi che non ce ne è bisogno.
Spero di non disturbarvi e di postare bene il quesito, io non sono un'esperta.

SANGUE: I parametri ricercati sono VES, PCR, Emocromo completo con formula, Glicemia, Elettroforesi proteine sieriche.
Tutti i parametri ricercati, tranne quelli che vi cito sotto, sono verso la metà del range. VES e PCR pari a 1 e 0.
Un paio di parametri sono vicino ad uno dei due estremi:
Reticolociti % 0,7 (0,2-2,4) - Io, però, vedo su internet un range di 0,5-2,5%!
Proteine totali 7,7 g/dl (6-8)
Albumine 63% (52-68); 4,85 g/dl (3,6-4,9)
Globuline Alfa 1 2,9% (2-5); 0,22 g/dl (0,2-0,4) - Nei referti vecchi, come su internet, vedo invece un valore percentuale e di concentrazione con range diversi, del tipo (3%-5%).
Rapporto A/G 1,70 (Non è riportato alcun range)
Vitamina D3: In esecuzione.

FECI:
L'esame delle feci doveva essere un esame chimico-fisico normale, ma io rispetto la norma leggo molti meno parametri del solito. Intanto scrivo il referto:
PH 7 (7-8)
Grassi: Scarsamente rappresentati i grassi neutri. (Ho letto che può dipendere da fegato, pancreas, transiti intestinali strani, malassorbimento. Quindi anche dalla celiachia diagnosticata sette mesi fa, no?)
Amidi: Rari granuli di amido libero. (Pancreas? Celiachia?)
Fibre vegetali: Rari fibre vegetali residue.
Fibre carnee: Rarissime fibre carnee.
Sangue occulto: Negativo.
Parassiti: Negativo.
Parassiti, uova: Negativo.
Calprotectina: In corso.
Elastasi fecale: In corso.

Io, che comunque gli chiedo delle informazioni, posso dirvi che generalmente:
-Colore: Bruno, normale. Talvolta un pò più chiaro, o scuro, in relazione al cibo.
-Odore: Prima della celiachia era terribile, adesso è una puzza normale.
-Consistenza: Poltacea.
-Muco: Ad occhio, assente.
-Sangue, pus, altre cose strane: Mai viste.
-Residui alimentari: Qualche volta dice che ci sono, ma questo suppongo sia normale.

Benissimo, spero di avervi detto tutto ciò che vi possa servire per potermi dare una dritta. Prima di salutarvi, però, vorrei essere chiara su di una cosa. So bene, benissimo, che la visita medica reale è fondamentale, e che il vostro consulto non può affatto sostituirla. Quello che vi chiedo è solo un breve parere/giudizio sugli esiti degli esami, non voglio chiedervi null'altro, men che meno la luna.

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non vedo particolari discostamenti dai valori di riferimento. Qual'è il motivo dell'accertamento ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Carissimo Dottore, mio figlio continua ad avere problemi intestinali dopo sette mesi dalla diagnosi di celiachia (mediante gastroscopia) e dieta aglutinata. Problemi come meteorismo, gonfiore, pancia gonfia, eccessive flatulenze, feci molli e non proprio perfettamente formate, più volte in bagno al giorno senza diarrea ma con feci molliccie. Mai dolore o cose di questo tipo.
La sua dottoressa che lo segue, allora, gli ha prescritto tutta una serie nutrita di esami del sangue e delle feci, di cui questi sono soltanto una piccola parte, poi credo anche un ecografia o qualcosa di similare. Inoltre gli sono anche stati fatti fare dei breth test che hanno dato intolleranza al lattosio, e tempo di transito oro ceccale rallentato.
A me dispiace vederlo stare poco bene, e quindi mi preoccupo per lui, sa com'è...

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I sintomi potrebbero essere correlati alla SIBO, sindrome da sovracrescita batterica intestinale (favorita dal rallentato transito oro fecale).

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Carissimo Dottore, mi perdoni, ma sa, io non me ne intendo. La SIBO è una malattia grave? C'è modo di curarla?
Io ricordo la dottoressa che parlava di qualcosa circa dei batteri cattivi nell'intestino tenue, e gli aveva dato da fare proprio un breath test apposta. Credo proprio che il breath test in questione fosse quello al lattulosio, e non lattosio, ma visto che ha fatto entrambi potrei conforndermi.
Tiro fuori il breath test al lattulosio e sopra c'è solo scritto rallentato transito oro cecale. Poi c'è anche scritto "Si evidenzia un lieve aumento della produzione di H2 nell'espirato (24 ppm medi, soglia massima 20). Mio figlio poi ha annotato a matita: "La gastroenterologa riferisce di fare un esame analogo, il bt al glucosio, con rilevazione dei valori di CH4 nell'espirato".
Sono dati significativi? Si capisce già da essi se c'è una SIBBO?
Il bt al glucosio, che suppongo sia breth test al glucosio, sempre ammesso che esista, a cosa serve? Lo ritiene un accertamento utile, a suo giudizio (se può darmi un parere, dopotutto a lei mancano comunque tante informazioni che solo la visita reale sa dare...)?

Perdoni le mille domande, ma io sono confusa e non me ne intendo...vorrei solo vedere mio figlio stare bene!! Grazie tantissime comunque per il servizio che mi sta gentilemnte offrendo.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo che gli elementi in possesso possano farci pensare ad una SIBO e procedere con la terapia idonea antibiotica con rifaximina.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
La farò ridere, allora.
Mesi fa, la gastroenterologa che segue mio figlio gli aveva prescritto la rifaximina. Il medico di base, però, ha preferito non prescriverla, bensì fare i test per verificare l'eventuale SIBO. Test che, però, vengono fatti in pochi centri selezionati e che, quindi, ci hanno portato con oltre due mesi di ritardo ad avere i primi risultati. Risultati che, a quanto leggo, paiono piuttosto bordeline.
Ad ogni modo, mio figlio avrà la prima settimana di febbraio il bt al glucosio con CH4 rilevato, per sospetta contaminazione batterica del tenue. Spero che dia esito positivo e che, finalmente, la dottoressa acconsenta a dargli l'antibiotico. Tirarsi dietro dei problemi intestinali per mesi e mesi quando la cura - antibiotica in questo caso - è a portata di mano mi pare altrimenti assurdo, ma purtroppo capitano anche di queste evenienze.
Gentile Dottore, la ringrazio per avermi fornito il suo prezioso aiuto. Appena potrò approfondirò la questione SIBO coi medici che seguono mio figlio, sperando, stavolta, di riuscire ad arrivare ad una terapia.
Tanti saluti ed ancora grazie.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. La risentirò con piacere.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Caro Dottore, proprio stasera mi sono arrivate, tramite posta, il risultato di altre analisi, complementari a quelle in questione (dovevano arrivare il 6 febbraio, meglio così!!)

Le posto i risultati.

SANGUE:

Vitamina D3 (25 OH) = 14,7 ng/ml GRAVE CARENZA (<20 Carenza; 21-29 Insufficienza; 30-100 Sufficiente)

FECI:

Elastasi fecale pancreatica 1 = >500 mcg/g feci (<200 Patologico; >200 Normale)

Calprotectina fecale <15,60 mcg/g feci (<50 negativo; 50-100 debole positivo; >100 positivo) Il vecchio risultato era di 75,50. :)

BT AL LATTOSIO:

Si segnala malassorbimento intestinale di lattosio di grado moderato-grave.

Mi preoccupa un pò quella vitamina D3, io non so nemmeno a cosa serva, mio figlio problemi di ossa non ne ha e non ne ha nemmeno mai avuto, l'alimentazione è bella varia e ben fatta. Davvero non capisco il perchè di una grave carenza, spero mi possa "illuminare"

Tanti saluti!

[#9] dopo  
Utente
Mannaggia a me, volevo modificare la mail sopra e non ci sono riuscita in tempo!
Vedo, Dottore, il fatto è che ho letto da questo sito alcune informazioni:
http://www.medicina360.com/paratormone-alto.html
Anche solo per non sembrare sempre la solita ignorantona che chiede ai medici di tutto soltanto perchè le scoccia informarsi da sola fin dove può.
Nel sito si legge che una concentrazione di vitamina D molto bassa, come quella di mio figlio quindi, causa un aumento nella secrezione di PTH, che porta all'iperparatiroidismo secondario. Poi dice che l'iperparatiroidismo secondario, se cronico e perdura nel tempo (e mio figlio per avere un valore così basso non credo possa essere altrimenti; se pooi dipende dal fatto che è celiaco, allora sarà davvero da molto tempo), diventa terziario. Il terziario, quindi, è un iperplasia che può facilmente diventare adenoma. Insomma, io un pò di paura ce l'ho, e da leggere così mi sembra naturale, spero davvero di avere frainteso...

Se poi mi è concesso in questa sede, le chiedo rapidamente un'ultima informazione un pò fuori argomento, ma mi sentirei troppo invadente ad aprire un altro topic (ma se è necessario proprio, allora lo farò): una lingua con una perenne patina bianca, come quella di mio figlio, è una cosa da far notare al medico? C'è uno specialista di competenza?

Grazie tante Dottore se potrà aiutarmi a risolvere tutte queste infantili preoccupazioni!!

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La lingua bianca può essere legata a molteplici fattori: alimentazione incongrua (poca frutta e verdura), farmaci che riducono la secrezione salivare, problemi digestivi, scarsa idratazione, malattie sistemiche, non idonea igiene locale . Lo specialista di riferimento è lo stomatologo quando però si sospetta una causa locale.

Auguroni
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Per la lingua bianca, pur non essendo io un medico, mi viene da chiedere: potrebbe essere legata alla "recente" celiachia? Se uno andasse dallo stomatologo, lo stomatologo potrebbe accorgersi se la causa è locale o no?

Sempre sulle analisi, le preoccupazioni sulla Vitamina D sono fondate? E c'è il rischio che anche gli altri fattori essenziali liposolubili come la vitamina A siano in deficit? Ci sono degli accertamenti che si possono fare a tal proposito?

Cari saluti.

[#12] dopo  
Utente
Caro Dottore, oggi sono stata dal medico, e ovviamente con me mio figlio. Anche la gastroenterologa ci ha rassicurati, dicendo che secondo lei è solo un noiosissimo colon irritabile, fetente ma benigno. Ovviamente non ha escluso una SIBO, anzi deve proprio fare l'esame, ma la Dott.sa ha detto che secondo lei sarà positivo. E poi forse anche dei residui dei villi intestinali ancora da sistemare. Insomma, un pout-pourri. Ad ogni modo, ha anche l'ecografia in attesa....
Sulla Vitamina D ci ha rimandati dal medico di base, una mia cara amica medico mi ha detto di fargli assumere dibase, 4 gocce/die, insieme ad integrare gli omega 3/6/9. Ha xdetto che lì è tutta celiachia, e che con il tempo si aggiusta.
In attesa del medico di base, sarei molto contenta se Lei fosse tanto gentile da darmi un suo parere su:
-Vitamina D. Pensa sia importante un integrazione per scongiurare problemi alla paratiroide? Sarebbe il caso di farla controllare oppore tutto si sistema da sè?
-Lingua bianca. Ne ho provato a parlare con la gastroenterologa, ma ha detto che sono tutte sciocchezze e superstizioni antiche. Io non ho voluto insistere oltre, per non sembrare saccente, ma sinceramente non sono d'accordo con lei. Potrebbe il problema dipendere dalla celiachia? Qualora non si sistemasse col tempo, sarebbe il caso di fare un tentativo dallo stomatologo anche se si presume una causa NON boccale?
Grazie tante.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La Vit. D può farla assumere, mentre non credo che la lingua bianca derivi dalla celiachia. Attendiamo l'esito del BT al glucosio.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Mi scusi se le rispondo in ritardo, ma in questi giorni sono stata piuttosto impegnata.
Anche se in ritardo, la ringrazio del consulto. Se non le dispiace, avrò piacere di riaggiornarla dopo l'esito del BT.
Cordiali saluti.

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Con piacere e a risentirci.




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente
Gentile Dott. Cosentino,
il BT al glucosio è risultato "maledettamente" negativo. Maledettamente, dico io, perchè mi sarebbe piaciuto assai risolvere i miei problemi con un pò di antibiotico, anche perchè i sintomi che ho calzano a pennello con la SIBO, almeno stando a quanto mi aveva detto il mio medico (gonfiore, flatulenza, borborigmi, meteorismo, diarrea, dispepsia)!!
Vorrà dire che continuerò la mia piccola odissea e che attenderò l'altra manna di esami ;)
Ad ogni modo le sono grato del suo aiuto, cordiali saluti.

[#17] dopo  
Utente
Maledizione a me, ho smanettato male con il messaggio precedente e non sono riuscito a modificarlo come avrei voluto. Poco male, scriverò qui.
Mi sono dimenticato di chiederle se, a suo avviso, potrei fare un tentativo coi fermenti lattici. Finora mi ero astenuto dal prenderli, visto che avrebbero potuto assommarsi ad una SIBO. Esclusa la SIBO, avrebbe una logica il tentativo?

[#18]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se non sbaglio vi è un'intolleranza al lattosio che potrebbe anche essere causa della sintomatologia riferita.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#19] dopo  
Utente
No, certo che no, non si sbaglia. Anzi, non può che far piacere il fatto di essere seguiti e ricordati negli ovvi limiti di un consulto online.
Il lattosio, ad esser sincero, l'ho escluso dalla dieta già da almeno due settimane. Nelle rare volte che lo assumo, una-due volte ogni tre-quattro giorni, assumo tilattasi per digerirlo. Non credo, quindi, che tali sintomi possano esservi collegati in un qualche modo.

Ad ogni modo la ringrazio del suo interesse, gentili saluti.