Richiesta informazioni su trattamento ibs ed eventuali esami di approfondimento

Buongiorno, ho 46 anni e da una vita soffro di disturbi intestinali, dolori trafittivi e crampi localizzati prevalentemente nell’addome sinistro.

Evacuo puntualmente alla stessa ora ogni mattina, ma le feci non sono mai formate, spesso spezzettate e con presenza talvolta di muco.

Raramente evacuo feci cilindriche formate di diametro fisiologico, apparendo piuttosto, le rare volte in cui sono più consistenti, appiattite o sottili.

Periodicamente soffro di reflusso dovuto, dopo gastroscopia, a piccola ernia iatale.

Ho effettuato ricerca di sangue occulto nelle feci, l’ultima volta circa due anni fa su campione singolo, con esito negativo, assieme ad analisi del sangue con valori fisiologici.

A novembre mi sono sottoposto a visita gastroenterologica con ecografia addominale, col seguente referto:
Tenue con anse normali per morfologia e dinamica; distensione da gas e materiale fecale in addome sinistro.
Colon von modica distensione gassosa ds e trasverso; colon sin rigido con normale parete.

Quadro di IBS con diagnosi diretta in base ai disturbi riferiti.
Componente psicogena evidente.

Insomma, il problema è sempre stato liquidato come sindrome da colon irritabile.

Chiedo però se, data la mia età, non sia opportuno eseguire comunque una colonscopia al fine di escludere problematiche maggiori.

Specifico di soffrire di mal di schiena e dolori muscolari diffusi, a causa due ernie discali e problemi posturali, e chiedo se le frequenti contratture dorsali possano riverberarsi a livello addominale ed interessare il colon.

Specifico inoltre di non aver mai eseguito alcun esame per le intolleranze alimentari.

Chiedo inoltre come possa alleviare i sintomi e conferire maggiore consistenza alle feci.

Mille grazie per l’attenzione.

Un cordiale saluto.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 26.9k 668 234
La diagnosi è verosimile.
La colonscopia per prevenzione ha senso farla.
La terapia è complessa e va personalizzata, si possono utilizzare farmaci, indicazioni alimentari o altro. Opportuno la segua uno specialista. Prego

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno, Dottore e grazie per la celere risposta.
Dovrebbe seguirmi, oltre ad un gastroenterologo, anche un nutrizionista?
Inoltre, da ipocondriaco, chiedo se i sintomi siano compatibili con polipi o, peggio, cancro al colon.
Provvederò comunque a sottopormi a colonscopia.
Grazie mille.
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 26.9k 668 234
Utile certo
Prego. Non penserei al cancro.

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#4]
Utente
Utente
Grazie ancora, Dottore.
Buona serata.
Tumore del colon retto

Cos'è il tumore del colon retto? Test del sangue occulto, colonscopia e altri esami da fare per la prevenzione. I polipi del colon e le altre cause.

Leggi tutto