Utente
Gentili dottori,
sono ormai due anni che soffro di Candida,vaginiti e due episodi di cistite.
Ho preso la pillola Yasmin per quasi due anni ed ora il mio ginecologo me l'ha fatta sospendere pensando che,dopo cure di ogni tipo con Zydoval,Fluximex,mirtilli,lavande,Ovuli AbiMono,Pregyn-S associati a secchezza vaginale e rapporti estremamente dolorosi,fosse la responsabile di tali infiammazioni.
Ho eseguito un Pap test che mostrava flogosi esterna ed interna con campione non ottimale,escludendo però alterazioni,motivo per cui dovrei ripeterlo a breve.
Non so più cosa fare:ho 21 anni e vorrei poter vivere l'intimità col mio ragazzo,ma ormai la cosa è diventata impossibile.
E sopra ogni cosa vorrei poter non avere più questi fastidi.
Vi sarei molto grata se poteste darmi il Vostro aiuto di modo da cercare di risolvere questo spiacevole problema.
Un saluto

[#1]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

ha mai fatto una colposcopia e una vulvoscopia di controllo?
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#2] dopo  
Utente
No,devo solo fare un tampone vaginale per clamydia gardnerella e miceti martedì prossimo,dato che ho ancora una volta perdite bianche tipo ricotta e fastidio.
Lei cosa sospetta?

[#3]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
In caso di vaginiti recidivanti, è opportuno un approfondimento diagnostico con colposcopia e vulvoscopia, per escludere ad esempio la presenza di un'ectropion (piaghetta) o altro.

Per la prevenzione delle recidive è bene comunque adottare delle regole comportamentali e alimentari che potrà trovare nel mio articolo Minforma:

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/646-prurito-bruciore-e-perdite-vaginali-consigli-pratici.html

che spero potrà esserle utile.

Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio molto,Le farò sapere gli esiti degli esami non appena avrò i risultati!

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dottoressa,
A seguito del tampone vaginale mi è stata riscontrata Candida Albicans e clamydia.
Cosa mi consiglia di fare?

[#6]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Prima di tutto, contatti il suo ginecologo per la prescrizione di una terapia adeguata per lei e per il suo ragazzo.

Una volta terminata la terapia, le consiglio di fare una colposcopia e una vulvoscopia di controllo.

Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#7] dopo  
Utente
Gentile dottoressa,
Le scrivo nuovamente per avere un ulteriore parere sulla mia situazione,la quale non accenna a migliorare.
Il mio ginecologo non ritenendo molto serio il centro biomedico dove ho fatto il tampone vaginale mi ha suggerito di rifarlo in modo più approfondito (tampone cervicale e vaginale) agli ospedali riuniti:son risultata negativa ad ogni cosa:in poche parole non avevo nulla.
Tuttavia,avendo già iniziato la terapia con Bassado Zitromax e AbiMono (per la candida)ho dovuto terminarla.
3 giorni dopo la fine della cura(2 giorni di zitromax,1 di pausa con abimono e 14 di bassado) che ha fatto anche il mio ragazzo abbiamo avuto un rapporto protetto e sembrava andare tutto bene anche perchè non ho avuto alcun tipo di dolore.
Tuttavia dal giorno seguente ho ricominciato ad avere fastidi intimi,come un formicolio e la sensazione di aghi in tutta la zona genitale.
Ho pensato che fosse un mio condizionamento psicologico a generare il tutto e quindi son stata tranquilla,nonostante non avessi più lubrificazione dal giorno del rapporto.
Oggi però son comparse delle secrezioni bianche e prurito.
Non so davvero più cosa fare:combatto questi fastidi ormai da due anni e nulla è migliorato nonostante antibiotici antimicotici e cure di ogni genere.
Che posso fare ancora?
La ringrazio anticipatamente

[#8]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Cara utente,

come le avevo suggerito fin dall'inizio, è importante fare anche una colposcopia e una vulvoscopia di controllo.


Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#9] dopo  
Utente
Gentile dottoressa,
La disturbo nuovamente per chiederle delle delucidazioni sul suo suggerimento:la colposcopia solitamente non viene richiesta in seguito ad un pap-test anomalo?
Ho eseguito due pap test da quando ho iniziato ad avere rapporti e il primo è stato fatto durante una vaginite (18/02/2011)e il risultato riportava STRISCIO SUBOTTIMALE NEGATIVO PER CELLULE NEOPLASTICHE REPERTO INFIAMMATORIO:FLOGOSI MODERATA ESO-ENDOCERVICALE.Si consigliava in questo un controllo citologico dopo 6 mesi.
Il secondo pap test effettuato in data 8/06/2011 riporta:REPERTO CITOLOGICO:MATERIALE ADEGUATO;REPERTO DI NORMALITA':SI
NESSUN CONTROLLO RICHIESTO.
Io ho anche fatto il vaccino per l'hpv ormai da 3 anni...
Mio padre essendo medico ma non ginecologo mi ha spiegato che da quel che sa la colposcopia è un esame piuttosto invasivo per cui si fa anche l'anestesia e viene solitamente eseguito quando vi è un reperto citologico anomalo.
Spero di non disturbarla ulteriormente.
La ringrazio ancora per la Sua pazienza e il Suo tempo.
Un saluto

[#10]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

attenzione a non confondere la colposcopia, che è un esame assolutamente non invasivo, in quanto consiste semplicemente nell'osservazione del collo dell'utero, delle pareti vaginali e della vulva,tramite una specie di "microscopio" che è appunto il colposcopio,grazie al quale è possibile vedere queste zone ingrandite e nitide, con l'isteroscopia, che è invece più invasiva quanto si inserisce un piccolo strumento all'interno dell'utero, ma che comunque non necessita di un'anestesia in fase diagnostica, ed è indicato per altri tipi di patologie.

Riguardo le indicazioni, oltre al pap test anomalo, la colposcopia è indicata anche in caso di vaginiti recidivanti.


Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org