Utente
Salve!
Mi rivolgo a voi per un consiglio. A seguito di spiacevoli esperienze con la pillola(dimenticanze ecc),dopo quasi 3 anni di assunzione vorrei passare a Nuvaring.
Ho cercato in questi giorni di informarmi il più possibile su questo metodo contraccettivo, ma su internet i pareri sono discordanti e ho bisogno di una delucidazione:
1)qual è il momento più indicato del ciclo per iniziare la terapia con l'anello?leggo che se si passa dalla pillola a nuvaring si può cominciare all'ottavo giorno della pausa, esattamente il giorno in cui si sarebbe iniziato un nuovo blister, e che la prima settimana di assunzione la copertura non è assicurata e bisogna munirsi di preservativo per 7 giorni. Una prima considerazione quindi sorge spontanea: se la prima settimana di nuvaring non si è coperti, i rapporti avuti nella settimana di pausa non lo sono nemmeno!!!!!!! Lo dico perchè suppongo funzioni come per la pillola: se nella prima settimana del blister si presenta una condizione di copertura non assicurata ed efficace al 100%, automaticamente anche i rapporti avuti nella pausa diventano a rischio!!!!!!!
2)se decido quindi di iniziare l'anello giovedi sera (il mio blister di pillola termina mercoledì sera)e saltare pausa e ciclo, posso limitarmi a proteggere i rapporti della prima settimana di nuvaring e stare tranquilla dall'ottavo giorno in poi? Lo farei perché il mio ragazzo ed io abbiamo qualche difficoltà con i preservativi e vorrei usarli per il minor tempo possibile. Inoltre non lo vedo da qualche settimana e sarebbe un peccato imporsi altre due settimane di limitazioni(=uso di preservativo nei 7 giorni di pausa e nei primi 7 giorni di nuvaring, come supposto nel punto 1) proprio ora che abbiamo l'occasione di stare un po' insieme.....
Per il momento le mie preoccupazioni sono queste, anche se avrei un po' di altre cose da chiedere, magari nella prossima mail.
Ho sentito la ginecologa telefonicamente(la vedrò solo giovedi mattina per la ricetta del nuvaring)e mi ha detto che non è vero che iniziando nuvaring al primo giorno dopo la pausa di 7 giorni (quindi caso 1) non si è protetti la prima settimana di assunzione.......insomma mi ha lasciata un po' perplessa e vorrei qualche conferma in più, visto che in tutte le mie ricerche ho trovato specificato di proteggere la prima settimana di rapporti con nuvaring anche se si viene da una terapia con pillola.
grazie mille per il vostro servizio!!!!!

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Deve introdurre l'anello vaginale(NUVARING) il primo giorno di flusso mestruale e in questo modo sarà coperta subito.
L'attesa dei sette giorni è valida se in precedenza all'anello non é stato adottato alcun contraccettivo ormonale, e questo NON è il suo caso.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Che rapidità, grazie! Quindi-mi corregga se sbaglio:
A)domani termino il blister e domenica -giorno in cui di solito mi compare il ciclo- inizio con nuvaring, senza usare ulteriori precauzioni NÉ PRIMA (quindi nella piccola pausa) né dopo l'inserimento. Giusto?
B)Durante questo mese però, ho avuto un episodio di simil-diarrea e per sicurezza la ginecologa mi aveva detto di assumere una pillola in più, cosi ho fatto; crede che il ciclo ritarderà per questa compressa in eccesso? E nel caso di un ritardo inizio comunque l'anello domenica mattina (compare il 99% delle volte tra le 9 e le 13) oppure aspetto che mi si presenti almeno qualche piccola goccia(indipendentemente che questo accada ore o giorni dopo rispetto al giorno e all'orario abitudinale)?
C)è possibile che proprio domenica sia fuori città tutto il giorno, quindi probabilmente avrò tempo solo alla mattina presto o alla sera per inserire l'anello(sperando che vada subito al suo posto e ci resti!). È necessario inserirlo APPENA arriva il ciclo? Se arrivasse domenica mattina e io inserissi l'anello di sera sarei già fuori copertura? E se arrivasse la notte tra domenica e lunedì e io lo inserissi lunedì mattina? O nel caso limite, se il ciclo arrivasse di domenica e io inserissi l'anello di lunedì, in quel caso metterei a rischio la copertura precedente (piccola pausa) e quella successiva all'inserimento?"
Ps. Essendo un po' in agitazione per l'inizio di questo tipo di contraccettivo, ho stilato un elenco di dubbi/domande. Quante domande sono concesse a discussione? Non vorrei esagerare e approfittare della gentilezza, già ora mi sono dilungata molto nei particolari per evitare fraintendimenti...... Purtroppo ho molte paure da esporre perché vorrei aver ben chiaro se questo metodo mi convince..........in ogni caso attendo una sua risposta per -nel caso- scrivergliele tutte!!!!!!

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
NESSUN PROBLEMA!Provi ad inserire l'anello al mattino per garantire al massimo la copertura contraccettiva,
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Grazie! Intende la mattina in cui solitamente si presenta il ciclo da privazione? Senza aspettare che questo compaia effettivamente? Sperando di non disturbarla domani le porrò qualche domanda in più sull'argomento! Nel frattempo le auguro buonanotte!

[#5] dopo  
Utente
Salve!
Uso l'anello da ormai una settimana e mezza. Volevo chiedere se:
- soffro di gonfiore e ultimamente un po' di stitichezza. A volte l'anello si posiziona più in basso. Non so dire se fuoriesce, io lo controllo spessissimo ma non vorrei che alcune volte "scendendo sbucasse" anche di poco e non me ne rendessi conto. Se cariasse che si affacci in questo modo, perderebbe efficacia? Intendo anche casi in cui capiti per più di tre ore e magari tocchi quindi gli slip, la carta igienica o altre cose.
- controllo tantissimo la posizione dell'anello. Se sul dito che va a toccare (spesso) l'anello ci sono residui di creme o saponi o acetone/smalti, o acqua calda, questo ne ridurrebbe l'azione contraccettiva? E il fatto in sé di toccarlo spesso?
- il contatto del nuvaring con l'urina crea problemi o riduzione di efficacia contraccettiva?
- cosa dovrebbe toccare in generale il nuvaring per ridurre l'efficacia? Immagino il caso in cui durante un rapporto cada sulle lenzuola, su un pavimento, su un sedile, ecc...... Oppure quello in cui lo si tolga e lo si appoggi sul un fazzoletto o su una qualche superficie.......
- se tolgo l'anello e non ho possibilità di lavarlo prima di rimetterlo, a livello contraccettivo vado incontro a qualche rischio?
Grazie mille dottore.

[#6]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'anello se fuoriesce va posto su un fazzolettino igienico e successivamente lavato sotto acqua fredda (mai acqua calda!!) prima di riposizionarlo in vagina..
Non si altera a contatto di detergenti.
Nel riposizionarlo in vagina deve spingerlo il più in alto possibile.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio. Con un po' di insistenza e faccia tosta le richiedo un parere anche riguardo a tre domande poste sopra.......
-i problemi di una eventuale PARZIALE fuoriuscita (basta rispingerlo in su o devo proprio tutte le volte toglierlo, sciacquarlo......?)
-il contatto con superfici o sostanze di ogni genere(urina compresa): esiste qualcosa che al contatto con nuvaring ne altera l'effetto contraccettivo?(es. Certe creme, tessuti, superfici, disinfettanti.. O qualsiasi altra cosa)?
-Toccarlo troppo dà problemi?
Scusi, so che approfitto della sua disponibilità....... Ovviamente attendo una risposta solo in caso io non la stia importunando troppo.
Ancora grazie

[#8]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1)basta respingerlo in alto (nel fornice anteriore) e non rimuoverlo tutte le volte.
2)in presenza dell'anello vaginale si possono introdurre creme e ovuli vaginali.
3) non succede nulla se si tocca.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente
La ringrazio MOLTISSIMO dottor Blasi.
Il mio timore riguardo la domanda due è che l'anello possa fuoriuscire(per dirne una, durante i rapporti)e toccare lenzuola, pavimenti, sedili, vestiti e quant'altro e il contatto con queste superfici ne alteri l'azione contraccettiva......... In generale, ma soprattutto se magari io non ho possibilità di risciacquarlo prima di rimetterlo.
Idem per il contatto con le mani non perfettamente pulite (ma con residui di qualsiasi altra cosa possano aver toccato o avere addosso-vedi smalti-) o ad esempio con l'urina, oppure con mani lavate con acqua non fredda(motivo per cui faccio anche il bidè freddo.
In ultimo luogo, temo che possa cadere nel water. Confido comunque che se non è segnalato nel libretto né indicato altrove, non esista "sporco" o superficie o materiale o sostanza o insomma: non esista NULLA che a contatto con l'anello possa modificarne l'efficacia contraccettiva. Mi corregga se sbaglio. Buonanotte.

[#10]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Tutto esatto quello che ha scritto!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#11] dopo  
Utente
1)intende che è esatta l'ultima parte dove dico che NON ESISTE NULLA che, al contatto, interagisca sull'effetto contraccettivo dell'anello (e quindi non è necessario sciacquarlo tutte le volte che tocca qualcosa?)?
2)quanto dell'anello deve fuoriuscire perché l'efficacia dopo 3 ore non sia assicurata (cioè, se "sbuca" di pochi millimetri per tutto il giorno o comunque più di tre ore, è un problema? E se sbuca fino a tre quarti ma NON TUTTO?)
3)in che misura l'acqua calda deve toccare l'anello per diminuirne l'efficacia! Se ne entrasse durante il bidet/doccia/bagni molto caldi (magari durante un rapporto completo in acqua)?
GRAZIE, GRAZIE, davvero infinite GRAZIE.........mi dica pure se e quando non vorrà più rispondere per via della mia insistenza!!!!!!!! :-)

[#12]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1. mi riferisco naturalmente alle sostanze introdotte in vagina e cioè candelette vaginali,creme e ovuli vaginali.
2. se fuoriesce per 3/4 se ne cade,e non c'è contatto tra l'anello e la parete vaginale(INEFFICACE).
3. se la temperatura è quella corporea nessun problema!
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#13] dopo  
Utente
Sono preoccupata....... Perché toccandolo spesso temo che possa venire (o sia venuto) a contatto con qualcosa che ne diminuisce l'efficacia contraccettiva (es. Residui d'urine o comunque di sporco o di qualsiasi cosa portati all'interno dalle dita)....... Cerco sempre di lavarmi le mani, con acqua molto fredda, prima di controllarlo (sto diventando maniaca nel lavarle) ma temo che un giorno possa fuoriuscire e io non abbia la possibilità di sciacquarlo entro le 3 ore cosi da inserirlo non pulitissimo...... O altrimenti temo di doverlo spingere piu su un giorno senza potermi lavare le mani prima (o addirittura temo che il fidanzato a sua volta possa non avere le mani appena lavate prima dei preliminari - mi perdoni la schiettezza- e tocchi l'interno della vagina o l'anello con le mani non del tutto pulite). E se durante un rapporto uscisse e cadesse sulle lenzuola, per terra o su qualche superficie piu sporca e non potessi sciacquarlo? Ho paura che per una di queste cose, oltre a disagi di natura igienica, l'anello possa non garantirmi copertura contraccettiva.

[#14] dopo  
Utente
Salve. Ieri sera non ho avuto modo di controllare per 4-5 ore la posizione dell'anello in vagina, ed essendo che ero in una situazione un po' particolare, non so nemmeno dire se l'ho sentito scendere. L'ho controllato alle 22 e alle 2.30 circa e entrambe le volte era dentro la vagina...... Ma dato che ormai sono solita controllare ogni due o tre ore che l'anello sia al suo posto, sono un po' preoccupata che ieri sera per qualche motivo possa essere sceso fino all'apertura della vagina, sbucando anche per qualche millimetro o cm e restandoci per più di 3 ore. Se questo fosse avvenuto e l'anello fosse fuoriuscito parzialmente(ma non più di metà, poiché suppongo che a quel punto verrebbe espulso del tutto)per 4 o al massimo 5 ore, avrebbe perso efficacia? Oppure, visto che rilascia ormoni a contatto con le pareti vaginali, diminuisce di efficacia-dopo le famose 3h-solo se esce DEL TUTTO? La ringrazio in anticipo per la risposta, che aspetterò con ansia per decidere se avere o meno rapporti liberi fino al prossimo anello(adesso sono nella terza settimana di assunzione)

[#15]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se il contatto con le pareti vaginali è stato mantenuto nessun problema!
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#16] dopo  
Utente
Quindi anche se non tutto l'anello ma solo una parte (magari piccola) resta a contatto con le pareti vaginali, questo basta per mantenere l'efficacia contraccettiva anche oltre le tre ore, giusto?

[#17]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
ESATTO
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#18] dopo  
Utente
Grazie, grazie, GRAZIE!!!!!!!!! :-)
Avevo paura che se l'anello stesse in parte "all'aria", magari per metà della sua struttura(o anche di più, insomma se stesse fuori per il massimo della struttura che può sbucare prima di uscire del tutto dalla vagina....) fuori dalla vagina oltre le grandi labbra questo equivalesse a "anello fuori", quella condizione per la quale dopo 3 ore l'azione contraccettiva diminuisce o si annulla!!!!! Invece lei mi dice che solo l'anello fuori DEL TUTTO da problemi dopo tre ore, mentre l'anello infilato anche solo di poco vale cone se fosse dentro del tutto e così mi toglie un enorme peso! Finalmente non dovrò controllare ogni due ore se è del tutto dentro oppure spaventarmi se per toccarlo non devo memmeno infilare un dito in vagina perché lo trovo che sporge di fuori per un pezzo!!!! Guardi se potessi l'abbraccerei! Grazie!!!!! Ma posso chiederle, cosi a livello informativo ora, come fa una sola, minima parte di nuvaring, a trasmettere ormoni sufficienti che invece normalmente sparge lungo tutta la sua struttura? Cioè: se l'anello restasse per un bel pezzo fuori dalla vagina, tutta la parte "all'aria" che dovrebbe tramettere ormoni non tocca la pelle e quindi quegli ormoni non arrivano a destinazione! Al massimo vanno sugli slip!!!!!!

[#19] dopo  
Utente
Gentile dott. Blasi,
Sempre che sia disposto a perdonare l'insistenza sull'argomento: nutro il forte sospetto che stanotte il mio anello nuvaring sia parzialmente fuoriuscito. Di quanto non lo so, ma se è successo è stato per più di tre ore. Prima di addormentarmi ho fatto del petting e alla fine ero lubrificata e dilatata(dettagli imbarazzanti, me li perdoni, ma voglio essere precisa), l'anello stava basso. Mi conferma comunque che per quanto possa sporgere anche molto e per molto più di tre ore non perde l'efficacia se non esce DEL TUTTO? insomma, da momento che non me lo sono ritrovata negli slip sono sicura che la contraccezione è mantenuta? Mi scusi, dopo oggi non glielo chiederò più, ma oggi devo togliere l'anello e voglio essere certa che abbia funzionato fino all'ultimo

[#20]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Provi ad inserirlo profondamente in vagina(senza timore),temo che non inserisca bene l'anello vaginale.
Deve adottare una posizione simile a quella della visita ginecologica(magari sul suo letto).
Se ha dubbi si sottoponga ad un test di gravidanza.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#21] dopo  
Utente
Tenterò col nuovo anello i prossimi giorni. Comunque più su non va..... Mi scusi ma sono spaventata, in realtà non l'ho mai effettivamente sentito FUORI, nemmeno parzialmente, solo che in alcuni momenti mi sembrava davvero basso. Poi io mi auguro molto che non si sia nemmeno mai "affacciato"...... E per quanto lei mi abbia già rassicurata a riguardo, vorrei solo avere l'ennesima conferma (sempre che lei ritenga di poter confermare, ovviamente!!!) che finché il nuvaring non è fuori DEL TUTTO, l'efficacia non diminuisce anche se sta fuori parzialmente e anche per più di tre ore. Insomma devo preoccuparmi SOLO dell'anello senza IL MINIMO contatto con l'interno della vagina?

->Se lo trovo anche fuori per metà o quasi completamente, con però anche solo un millimetro inserito all'interno della vagina(pur sapendo bene che quella dell'un millimetro è una situazione utopica), quel millimetro garantisce la copertura? E anche se rimane così per più di 3-4 ore, o tutto un giorno o più?<-

Se glielo richiedo per la millesima (e ultima) volta è perché vorrei vivere serenamente i prossimi rapporti sicura che non devo usare precauzioni aggiuntive. Sono stata davvero attentissima questo mese, non vorrei che di notte o quelle rarissime volte che non ho controllato per tre ore che l'anello fosse lì, qualcosa sia andato storto. Non credo che sia "sbucato" in parte (di sicuro non è mai uscito completamente), ma anche se per sbaglio fosse successo, voglio stare tranquilla....... So che non mi sopporta più e le chiedo scusa!voglio solo escludere OGNI rischio di gravidanza, anche da oggi in avanti........grazie,grazie,grazie

[#22] dopo  
Utente
P. S. : lei probabilmente mi dirà "se non è sicura usi il preservativo"...... Le anticipo subito che io non sono mai sicura di niente......... Quindi mi basta sapere cosa pensa sinceramente della domanda che ho messo tra le freccette....... Domanda alla quale in realtà aveva già risposto (me ne rendo conto) ma che ho riformulato per essere sicura di non esserci capiti male! :-D scusi dottore e grazie ancora in anticipo!

[#23]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Rispondo ""NO!!""""
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#24] dopo  
Utente
No?
Come no?
Oh mamma mia........ Ma quindi perché al mio:

"Quindi anche se non tutto l'anello ma solo una parte, MAGARI PICCOLA, resta a contatto con le pareti vaginali, questo basta per mantenere l'efficacia contraccettiva anche oltre le tre ore, giusto?
(domenica 12 febbraio 2012)"

aveva risposto "esatto!!!!"

E ora a:

"->Se lo trovo anche fuori per metà o quasi completamente, con però anche solo un millimetro inserito all'interno della vagina(pur sapendo bene che quella dell'un millimetro è una situazione utopica), quel millimetro garantisce la copertura? E anche se rimane così per più di 3-4 ore, o tutto un giorno o più?<-"

mi risponde di no?

:-( sono confusa e un po' spaventata.......

[#25] dopo  
Utente
Gentile dottore,
Consapevole del fatto che lei è un professionista con un lavoro e una vita al di fuori di questo sito e che io sto diventando insistente e forse scortese, le richiedo per favore se può solo dirmi come stanno le cose poiché dall'altro ieri mi tormento domandandomi se l'anello ha fatto effetto o meno. Se avrà la pazienza di chiarirmi leggere tutto (ripeterò tutti i dettagli per maggiore precisione) e questo dubbio prometto che non la disturberò più.
Non l'ho MAI trovato COMPLETAMENTE fuori dalla vagina, ma non ho ancora capito se quella sarebbe stata l'unica situazione di fuoriuscita che ne avrebbe potuto diminuire l'efficacia. Per vari motivi che le ho descritto più sopra ho il timore che possa essere uscito parzialmente (ovviamente mai del tutto altrimenti l'avrei ritrovato vagabondo nelle mutandine) anche senza che me ne accorgessi, NON SO di quanti cm (magari tanti!e se uscisse per più di metà?) e nemmeno per quante ore, magari più di quelle che in caso di fuoriuscita TOTALE lo rendono meno efficace a livello contraccettivo. So che se fosse stato sporgente in linea teorica avrei dovuto avvertire un fastidio, eppure magari di notte o in situazioni particolari potrei non essermene accorta, lasciando anche che magari venisse a contatto con l'acqua bollente(in vasca o doccia)o con cose pericolose per il suo corretto funzionamento di copertura contraccettiva. Però, ripeto, so solo che non è mai uscito DEL TUTTO. Posso calmarmi secondo lei? Oppure in alcuni casi di fuoriuscita parziale (ad es. troppe ore o troppo anello fuori anche se non tutto o anello che sbuca e viene a contatto con l'acqua bollente o con qualsiasi altra cosa) l'efficacia è compromessa comunque?
Mi perdoni di nuovo, purtroppo sul libretto del nuvaring questi casi non sono specificati, si parla solo di "anello che esce per più di te ore", non dicono di quanti cm deve uscire e io non dormo più per questo dubbio, il quale mi porta anche a controllare regolarmente ogni due ore che l'anello sia totalmente dentro la vagina....... Vorrei sapere se posso vivere la mia vita e i miei rapporti in modo più sereno evitando di domandarmi sempre se rischio una gravidanza ma soprattutto evitando di controllare continuamente consapevole del fatto che anche se fuoriesce (ma non del tutto) -e sapere di quanto e per quante ore- sono coperta. In ultimissima istanza le chiedo anche cosa succede se fuoriesce più ore e-o più cm e io, non essendomene accorta non lo sciacquo prima di farlo tornare in corretta posizione.
Spero potrà darmi dei buoni consigli su tutte queste cose, io ne ho assoluto bisogno anche se mi vergogno un po' della mio essere così pedante e insistente quindi, come le ho detto, dopo aver capito come comportarmi in tutti questi casi non la disturberò più. grazie davvero.

[#26]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
se l'anello non viene fuori del tutto,e di conseguenza non "lo trova vagabondo nelle mutandine" significa che la maggior parte della superficie dell'anello è a contatto con la parete vaginale e questo garantisce l'assorbimento e quindi l'effetto contraccettivo.
L 'effetto contraccettivo è indipendente dalla posizione dell'anello(in vagina),che può addirittura essere tolto per 2-3 ore senza alterazioni dell'effetto contraccettivo.
Dunque ,se dovesse sfilarsi durante un rapporto sessuale, è sufficiente sciacquarlo con acqua fredda (il calore altera l'anello) e reintrodurlo.
Mi auguro di essere stato chiaro!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#27] dopo  
Utente
Quindi lei mi dice che pur fuoriuscendo, fino a un tot limite di sporgenza l'anello tocca comunque in parte le pareti vaginali e invece oltre quel tot sicuramente esce. È impossibile che l'anello resti "sporgente" (prima di uscirsene del tutto) così tanto da non garantire la copertura. Giusto? E mi dice anche che nulla di quello con cui può venire a contatto (tranne l'acqua calda) ne diminuisce l'efficacia. Si chiarissimo non so come ringraziarla! Spero solo che in vasca o in doccia non sia mai venuto a contatto con l'acqua calda o bollente senza che me ne accorgessi altrimenti addio copertura!!!!!!!!!!!!! Ma lei per caso sa quanto ipoteticamente dovrebbe stare "incastrato" di fuori per non garantire più la copertura oltre le 3h? Diciamo metà? O 3/4? Al di là del fatto che questo sia possibile o meno.............. E ultimissima cosa! Il non sciacquarlo prima di re-inserirlo altera l'effetto contraccettivo! E lo sciacquarlo troppo?

[#28]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si ripetono le domande??
Penso d'aver risposto sufficientemente,da questo momento chiudiamo il consulto
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#29] dopo  
Utente
mi perdoni, cerco sempre di sapere tutto nei dettagli!
grazie di tutto!
buon weekend!