Utente 228XXX
Salve dotttori, ho 21 anni da poco, e da qualche mese sto soffrendo di forti fitte alla testa sparse ovunque, non c'è un posto preciso in cui la fitta sia più frequente le ho in tutte le zone al centro,alle tempie,insomma in qualsiasi punto. Se mi tocco la zona con la fitta però il dolore resta uguale al tatto non si intensifica. Il mio neurologo mi ha fatto fare dei raggi al cranio e alla cervicale,non risulta nulla dai raggi,mi ha solo detto che ho la cervicale che si infiamma e mi provoca dei forti mal di testa. Uso il laroxil la sera 10 goccie per combattere le cefalee che mi assillavano. Ma da qualche mese ho queste forti fitte e a volte quando sono più intense mi si appanna un pò la vista (sono astigmatica e porto gli occhiali da quando avevo 10 anni). Perchè ho tutti questi sintomi? Sarebbe opportuno richiedere un tac o magari una risonanza,magari per togliermi qualche dubbio? Ho paura che sia qualcosa di grave. Ringrazio anticipatamente chi di voi mi risponderà! Buona giornata a tutti!!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dopo il consulto on line del mese di maggio è stata da un neurologo?
La tipologia attuale mi pare che sia diversa da quella che ha descritto allora o sbaglio?
Ha intrapreso poi una terapia di prevenzione o usa ancora l'oki? In caso affermativo, l'oki Le da benefici sulle fitte alla testa che riferisce?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 228XXX

Buona sera dottore, quei dolori che ho descritto nell'altro consulto si sono sempre più intensificati,queste fitte che quasi quotidianamente passano da un lato all'altro della mia testa fanno molto male. Si sono stata da un neurologo che guardando i miei rx precedenti mi ha detto che potrebbe derivare tutto dalla cervicale. Mi hanno consigliato una visita da un otorinolaringoiatra,che effettuerò domani,per i fischi alle orecchie che ho da più di un anno. Ma se chiedo delle fitte alla testa il neurologo mi dice solo di prendere oki e laroxil, nessuno dei due mi fa effetto per le fitte, hanno contrastato la cefalea, ma le fitte le ho sempre. Io tendenzialmente non mi spavento per un nulla,ma questa volta sono abbastanza impaurita. Cosa dovrei fare

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

riguardo alle fitte, un'altra ipotesi che si può prendere in considerazione è la cefalea trafittiva idiopatica che, però, andrebbe diagnosticata dallo specialista. Veda cosa Le dice domani l'otorino e, se vuole, può farmi sapere l'esito della visita.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 228XXX

Salve dottore,la visita con l'otorinolaringoiatra l'ho fatta e lui ha detto che si tratta di acufeni,mi ha dato una cura da seguire per due settimane, e ci rivediamo per altri controlli e test non so di quale entità alla fine della cura,per le fitte alla testa mi ha detto che siccome non si conosce quasi per niente l'identità degli acufeni e non sono curabili del tutto,solo in pochi casi,che è possibile che derivino da essi. Cioè le fitte alla testa che non mi passano con alcun medicinale sono generati forse da acufeni? Ma se invece si trattasse di cefalea trafittiva? Come faccio a saperlo? dovrei parlarne con il mio neurologo?E la tac che avrei voluto fare è meglio che la faccio per traquillizzarmi o posso stare tranquilla??Grazie per la su disponibilità! Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi sembra poco probabile che le fitte dolorose alla testa siano causate dagli acufeni.
Le consiglio di seguire la terapia prescritta dall'otorino e, alla fine, di fare un bilancio insieme allo specialista. Inoltre se le fitte dovessero persistere si rivolga al Suo neurologo.
Riguardo eventuali esami diagnostici si faccia consigliare dal neurologo, a mio avviso però tra TC e RM sarebbe preferibile quest'ultima.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro