Utente 410XXX
Buonasera,
Volevo avere un consiglio su quale strada intraprendere per quanto riguarda un problema che ormai mi porto avanti da due anni ...sono una.ragazza di 24 anni .... tutto inizia con un forte dolore al braccio sinistro che si irradia al collo con fortissimi mal di testa ,ho eseguito un rx del rachide un anno fa circa ed è emersa una lieve rettilineizzazione del tratto cervicale ma nulla di grave, i dolori sono continuati fino ad arrivare a fortissimi giramenti di testa con vertigini, da lì ho eseguito una tac (tramite pronto soccorso )e un rm tronco encefalica risultata negativa e mi è stata diagnosticata una cervico brachialgia ....durante le fasi di dolore acuto assumo antidolorifici ma non hanno mai l effetto sperato la maggior parte delle volte non migliora ... i continui dolori al braccio ed i forti mal di testa mi hanno portata a consultare un fisiatra, da lì ho iniziato ad eseguire delle manipolazione e il medico mi ha fatto notare che questa sintomatologia potrebbe anche esser dovuta ad un problema temporo manibolare ... dopo una serie di sedute Non sono per nulla migliorata ora si sono aggiunte delle fortissime fitte nella parte sinistra della testa poco sopra l orecchio durano pochissimi secondi e si ripetono a distanza di alcuni minuti più o meno e non so più cosa fare ne da quale medico andare ...E possibile che si tratti di un problema dovuto ad una lieve malocclusione? possibile che un lieve problema cervicale porti delle fitte così forti ?spero di ricevere un consulto da parte vostra

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se è stata sospettata una possibile origine malocclusiva Le consiglio di rivolgersi anche ad uno gnatologo per avere una conferma o meno di quanto ipotizzato dal fisiatra.
In effetti solo la rettilineizzazione del rachide cervicale non giustificherebbe l'entità del dolore che riferisce.
Anche un'EMG potrebbe essere utile se fosse esclusa l'origine malocclusiva.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro