Rmn mal di testa e paura aneurisma

Salve a tutti.

Da poco ho effettuato una RMN encefalo senza mdc a causa di forti mal di testa e dolori sparsi per tutto il corpo.
Ho anche effettuato un elettromiografia risultata negativa, tutto questo nell’arco di un paio di mesi.
Negli ultimi venti giorni soffro di un violento mal di testa localizzato nel lato destro con conseguente dolore (non persistente) all’orecchio e alla mandibola. Sottolineo che la RMN risale a poco più di una settimana fa, quindi è assolutamente recente.
Ho una tremenda paura dell’aneurisma celebrale perché ultimamente è venuta a mancare una mia conoscente a causa di quest’ultimo.
Vi leggo la RMN: nella norma la tipografia della sos.
grigia e di quella bianca sotto e sopra in assenza di lesioni a focolaio del parenchima cerebellare e cerebrale.
Globi oculari simmetrici ed in sede, non si evincono significative aree con restrizioni della diffusività Assenza di spot emorragici.

Dite che con questo risultato posso stare tranquilla?
Purtroppo la neurologa mi riceverà tra una settimana per fargliela leggere e ho davvero bisogno di un aiuto, seppure a distanza, da parte vostra.

Si fosse trattato di sospetto aneurisma la rmn lo avrebbe evidenziato?
Vi ringrazio tantissimo per il lavoro che fate e per il tempo che ci dedicate con i consulti a distanza, fonte di tranquillità per le ansiose come me.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Gentile Ragazza,

con questa RM negativa può stare tranquilla.
E poi l’aneurisma cerebrale è asintomatico prima della rottura, se si fosse rotto non avrebbe potuto scrivere qui.
Stia serena e ne parli con la neurologa.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dott. Ferraloro lei è un angelo, leggo sempre i suoi interventi in questo sito e la sua presenza costante è segno di grande umanità e gentilezza. Soprattutto avendomi risposto in un giorno di festa domenicale la ringrazio maggiormente. Tempo fa lessi che lei riceve a Messina e se non vivessi a Napoli non avrei esitato un secondo di più a recarmi da lei. Grazie ancora dottore.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Grazie a Lei per le parole di stima nei miei confronti.

Cordialmente Le auguro buona domenica

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve gentilissimo dottore, scrivo qui perché vorrei rivolgere i miei quesiti direttamente a lei. Sono due mesi che sto molto male, ho dolori fortissimi ovunque: mani, piedi, gambe, mal di testa. Come le ho accennato nel consulto precedente ho fatto una RMN: negativa, un’elettromiografia: negativa, una visita neurologica: negativa, analisi del sangue praticamente perfette, nessun valore alterato. Tutto questo in un mese a parte la RMN che è molto recente. Sono stata da uno psichiatra della mia asl di riferimento, mi è stato prescritto il Laroxyl, che ho paura a prendere perché sono purtroppo per me altamente ipocondriaca e ho un’immensa paura degli effetti collaterali, soprattutto l’ipotesi di ingrassare mi fa stare male nonostante io abbia un peso assolutamente nella norma. La mia prima domanda è: mi consiglia altri esami da fare? I miei dolori sono davvero invalidanti, non riesco a fare una passeggiata come si deve, ho un mal al braccio in particolare che mi sta facendo uscire pazza. Mi consiglia un’altra visita neurologica? Altri tipi di esami? Secondo lei, qualora avessi avuto qualcosa di grave che scinde dal discorso della depressione, sarebbe stato rilevato dagli esami fatti? Prima avevo una vita vera, lavoravo e studiavo (studio ancora, mi mancano solo due esami alla laurea che non riesco a dare date le mie condizioni attuali), il covid mi ha levato tutto, sono da piu’ di un anno chiusa in casa e la mia vita è a pezzi. Vorrei fare psicoterapia ma pare che la salute mentale sia un vero lusso, alla mia asl di riferimento a parte prescrivermi farmaci mi hanno detto che mi richiameranno tra un mese. Per questi dolori cosa posso fare? Prendo anche aulin molto spesso ma non passano. Ormai passo le giornate in paranoia totale senza riuscire ad alzarmi dal letto. E’ possibile che dolori così importanti e sparsi per tutto il corpo siano legati solo a problemi mentali?

La ringrazio per il suo tempo dottore, grazie infinite.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Gentile Ragazza,

ha una diagnosi precisa, per es. fibromialgia o altro?

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
No dottore, non ho diagnosi di fibromialgia, ho fatto anche un emocromo completo e anche li non è uscito nulla di alterato. Ormai combatto con questi dolori invalidanti e l’unica diagnosi che mi è stata fatta è quella di depressione. Dall’elettromiografia sarebbe apparso qualcosa di più grave qualora ci fosse stata? A quale esame ci si sottopone per la diagnosi di fibromialgia? Ormai non so più come muovermi. Grazie sempre per il suo aiuto.
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Considerata la sintomatologia dolorosa polidistrettuale ritengo indicata una visita reumatologica, poi eventuali esami specifici li richiederà lo specialista.
La diagnosi di fibromialgia è clinica, cioè si fa con la visita medica e il racconto del paziente. Tutti gli esami però devono essere negativi in quanto la fibromialgia non causa alterazione dei parametri reumatologici o altri compatibili con la sintomatologia dolorosa. Non so se sono stato chiaro.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Se ho capito bene è una diagnosi che viene fatta per esclusione. Prenoto una visita reumatologica. Grazie mille
[#9]
dopo
Utente
Utente
Dottore, mi perdoni se approfitto della sua estrema gentilezza, passo la notte sveglia a cercare una diagnosi ai miei sintomi e internet purtroppo suggerisce che potrebbe trattarsi di SLA. Lo so, penserà che sono matta, giustamente, ma la debolezza che mi porto avanti da due mesi, accompagnata da disfagia (non persistente, è a giorni) e senso di intorpidimento alle mani quando mi sveglio (purtroppo questo succede con estrema frequenza) mi hanno gettato in questo tunnel di paranoie. Una sola domanda: è passato poco più di un mese dall’ultima visita neurologica, ci sono tempi specifici in cui è consigliato ripeterla? Sarebbe inutile farla (ad esempio) nei prossimi giorni? Ormai sono terrorizzata, nessuno ha una diagnosi a questo malessere. Stessa domanda per l’EMG (risultata assolutamente pilota), quando sarebbe il caso di ripeterla?


Grazie sempre per la sua disponibilità e mi perdoni.
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Non deve ripetere nulla in quanto non c’è nessun sintomo che faccia pensare la sla, NESSUNO!
Lasci stare ricerche online, vede trova soltanto cose che La fanno terrorizzare inutilmente. Ripeto, nessun sintomo di sla.

Buon fine settimana

Dr. Antonio Ferraloro

[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, come le ripeto il suo aiuto è immenso.

Buon fine settimana!
[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore, mi scuso sempre per la noia che le procuro con le mie domande, ma credo di essere arrivata al punto di non ritorno. Sono in un loop ipocondriaco, o almeno spero che sia ipocondria. Oltre ai dolori già accennati e a tutti gli altri fastidi, è da un mese che prendo Sobrepin (un mucolitico) prescrittomi dall’otorino per muco in gola persistente. Da questo ne deriva la disfagia che gli ho accennato. E ho letto una storia di Sla di una signora che inizia proprio con muco in gola e disartria. Io credo di parlare bene, anche se da ieri che ho sbagliato una lettera in una parola ho detto vitita al posto di visita parlando con un amico faccio un’attenzione tremenda a ciò che dico. Ecco, mi sono convinta di avere la sla. Sono due giorni che piango in modo spropositato. La mia EMG è assolutamente pulita, ma quando ho fatto la visita neurologica non avevo questi problemi di muco e di deglutizione. Sono disperata. La realtà è che oltre ad essere ipocondriaca sono depressa e non prendo il Laroxyl per paura di ingrassare. Ho 24 anni, non ho paura di morire, ho paura dell’agonia prima della morte e ormai le malattie neurologiche hanno infestato la mia mente, non faccio che pensare a questo. E’ possibile che mi sia suggestionata così tanto da iniziare a sbagliare le parole? Il muco in gola è attribuito all’aver smesso di fumare (un mese fa) solo che ancora non passa e questo ormai mi preoccupa oltremodo, è un sintomo di sla? Io non so più che pensare, sono nel terrore. Chiedo perdono per il disturbo che le causo di Domenica, ogni volta che apro gli occhi piango, tanto meglio sarebbe dormire per sempre.
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Cara Ragazza,

il Suo problema è psichico ed è questo aspetto che deve curare.
Continuando ad andare in Rete, come Le dissi qualche giorno fa, si fa solo del male, aggrava il problema e sta sempre peggio.
Mi ascolti, si rivolga ad uno psichiatra e segua le sue indicazioni.
Si rilassi e trascorra una serena continuazione di domenica.

Dr. Antonio Ferraloro

[#14]
dopo
Utente
Utente
Lo so dottore, ha tremendamente ragione. Mi sono rivolta allo psichiatra della mia asl ma mi ha liquidata prescrivendomi il Laroxyl, che non prendo per paura di ingrassare, e dicendo di chiamarlo tra un mese e mezzo per un altro appuntamento. Avevo tanto bisogno di fare psicoterapia ma pare impossibile. Io mi rendo conto che in questo periodo storico c’è chi sta peggio di me e ha maggiore bisogno, ma mi creda, per come sto potrei farla finita da un momento all’altro. Purtroppo non ho molto soldi per affidarmi a uno psichiatra a pagamento, ma certamente mi prenoterò una visita sperando di trovare un dottore disposto ad ascoltarmi proprio come lei. Lei esclude al 100% che io abbia la SLA? Dice che i miei sintomi compresi quelli di muco gola non sono riconducibili?

Non la ringrazierò mai abbastanza per la sua presenza anche a distanza, io vivo da sola e in momenti come questi non so dove sbattere la testa, il consulto a distanza con lei è una goccia di compagnia e comprensione in un mare di solitudine.
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Lei è giovane, non si deprima perché sicuramente risolverà il problema.
Questi sono momenti transitori che passeranno.
Comunque alla ASL è possibile effettuare psicoterapia convenzionata col Sistema Sanitario, s'informi.
Ovviamente deve associare una terapia farmacologica, ne parli, appena può, con lo psichiatra che La segue.

Dr. Antonio Ferraloro

[#16]
dopo
Utente
Utente
Secondo lei dovrei iniziare a prendere il Laroxyl prescrittomi? Ingrassare mi spaventa da morire. Prendo anche gocce di xanax divise nell’arco della giornata, massimo 20 (gia sommate tra pomeriggio e sera), l’assunzione dei due insieme potrebbe avere effetti collaterali? Proverò a non disturbarla più, grazie per tutti i consigli
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
L’associazione di un ansiolitico con un antidepressivo è spesso prescritta e non presenta particolari interazioni negative, anzi all’inizio di una terapia può risultare utile.
Riguardo l’assunzione del laroxyl, è corretto seguire le indicazioni dello psichiatra, per l’eventuale aumento del peso Le consiglio di monitorarlo, se dovesse aumentare cerchi di mangiare meno e di praticare attività fisica, anche lunghe passeggiate a passo svelto sono efficaci.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#18]
dopo
Utente
Utente
Grazie di tutto dottore.
Ho prenotato una visita psichiatrica per non attendere tempi infiniti che, purtroppo, un percorso con l’asl richiede.

Suo malagrado, la aggiornerò

Grazie di cuore.
[#19]
dopo
Utente
Utente
Dottore, la prego, un’ultima domanda e davvero farò in modo di non crearle più disturbo. Poichè soffro di disfagia e ormai mi sono convinta di avere qualcosa di grave, se parlassi male (come credo) sarebbe un fatto oggettivo o come sintomo iniziale potrei percepirlo solo io? Per mia mamma e per i miei amici non ho problemi di linguaggio oggettivi. Sto morendo di paura e farò un’altra visita neurologica. Grazie mille sempre.
[#20]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Stia tranquilla, non ha nessun problema oggettivo di linguaggio.

Dr. Antonio Ferraloro

[#21]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, soprattutto per avermi dedicato altro tempo per rispondere, le rinnovo la mia stima nei suoi confronti.
[#22]
dopo
Utente
Utente
Dottore, sono disperata. Ho appena saputo che mio nonno da parte di padre ebbe una mielopatia. Questo comporta che io possa sviluppare un’eventuale SLA? So che sono diverse, ma so che c’è una sottospecie di SLA che fa parte delle mielopatie. Insomma, è la stessa identica cosa di aver avuto un parente malato di SLA? Ormai sono nel baratro.
[#23]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Assolutamente no, sono due cose diverse e poi non c’è ereditarietà.
Mi aggiorni dopo la visita psichiatrica.

Dr. Antonio Ferraloro

[#24]
dopo
Utente
Utente
Dottore lei mi ha appena salvato da un’imminente notte insonne e in preda ad ipotetici deliri.

Visita psichiatrica prenotata per Lunedì.

Grazie di cuore.
[#25]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, ormai non so più come scusarmi per il disturbo che le creo. Stamattina ho effettuato tramite la neurologa di mia nonna un’altra visita e mi è stata prescritta RM midollo cervicale senza mdc. La visita è negativa, questo esclude le patologie più importanti? Anche la SLP? Mi sono svegliata con il braccio destro intorpidito (purtroppo accade da tempo) e terribilmente debole.

Buona giornata dottore, ormai la mia gratitudine nei suoi confronti è scontata.
[#26]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Deve fare riferimento a quello che Le ha detto la neurologa che l'ha visitata.

Dr. Antonio Ferraloro

[#27]
dopo
Utente
Utente
Dottore so di avere esagerato con le domande, mi scuso per questo delirio ipocondriaco.
La aggiornerò in seguito a RM e visita psichiatrica. Grazie sempre.
[#28]
dopo
Utente
Utente
Salve gentilissimo dottore.

Ho effettuato la visita psichiatrica e ne è emersa semplicemente la mia depressione già conclamata. Lo psichiatra ha riconosciuto in me una forma di ipocondria, così dice, e probabilmente la tratteremo con la psicoterapia negli incontri a venire. Mi ha prescritto del trittico e dell’halcion per il sonno, che ne pensa???

Intanto la mia disfagia procede, l’altro giorno ho avuto una fascicolazione alla lingua terribile, che mi ha portato ad una crisi di pianto che prosegue tuttora, poiché la disfagia va avanti da un mese; secondo lei si sarebbero già manifestati problemi nel parlare qualora fosse stato qualcosa di davvero preoccupante? L’ipersalivazione è un sintomo riconducente alla malattia che temo?


Ho mostrato alla neurologa la lingua una settimana fa e non ha fatto accenno a nulla.

Buona giornata, la ringrazio sempre.
[#29]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Se è stata visitata dalla neurologa può stare tranquilla.
Segua le indicazioni dello psichiatra.

Dr. Antonio Ferraloro

[#30]
dopo
Utente
Utente
Si, ho fatto la visita meno di una settimana fa,è che mi sembra sempre di peggiorare tra dolori diffusi e questa disfagia. Tempo fa per la disfagia effettuai una faringoscopia che non portò a nulla. Mi consiglia di indagare da un gastroenterologo? Per la neurologa anche la disfagia è un segno psicosomatico, ma ne dubito perché è troppo invalidante.
[#31]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
No, segua quanto detto dagli ultimi specialisti consultati.

Dr. Antonio Ferraloro

[#32]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille.
Le chiedo ancora scusa per il continuo disturbo.
[#33]
dopo
Utente
Utente
Salve gentilissimo dottore.
La disturbo ulteriormente per mostrarle il referto della RM cervicale in attesa di mostrare il cd alla neurologa.

Qualcuno può aiutarmi a leggere questo referto di RM alla cervicale? Vedrò il neurologo tra una settimana:(

ridotta la fisiologica lordosi cervicale con inversione nel tratto C3-C7

I dischi intersomatici C5-C6 e C6-C7 appaiono lievemente ridotti di intensità di segnale
nelle immagini T2w per fenomeni degenerativi presentano una lieve e diffusa
protrusione del loro profilo posteriore

Canale vertebrale di regolare ampiezza.

Dite che dovrei intraprendere un percorso di fisioterapia?
Psicologicamente sono sempre a pezzi

Buona serata
[#34]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Alla RM cervicale è stata riscontrata una contrattura muscolare e una lieve sporgenza di due dischi intervertebrali, C5-C6 e C6-C7. E' opportuno praticare un ciclo di fisioterapia, si rivolga ad un fisiatra.

Dr. Antonio Ferraloro

[#35]
dopo
Utente
Utente
Grazie di cuore per la sua celere risposta. Non si tratta quindi di ernia? Glielo chiedo perché la parola protrusione mi ha indirizzato verso quella direzione.
Quanto evidenziato potrebbe essere la causa dei tanti fastidi dei quali narravo anche in precedenza? Formicolii, parestesie, dolori articolari
Mi rivolgerò presto a uno specialista per iniziare sedute di fisioterapia. Grazie sempre.
[#36]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,7k 2k 23
Non è un’ernia.
Riguardo eventuali correlazioni con la sintomatologia descritta bisogna vedere bene le immagini per dare un parere attendibile.

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio