Utente 336XXX
Salve,sono un ragazzo che sin dall'età di 17 anni ha sofferto di disturbo d'ansia che ha cercato di curare in tutte le maniere ma che non è mai riuscito a debellare...Negli ultimi due anni(anche per colpa di problemi fisici che sono subentrati)ho iniziato veramente a peggiorare con alterazioni del tono dell'umore.La mia psichiatra che mi ha sempre avuto in cura mi ha liquidato dicendomi chiaro e tondo che non ci capisce piu niente e alcuni psichiatri che ho consultato successivamente hanno iniziato a parlare di disturbo bipolare.Onestamente penso anch'io dopo varie ricerche che ho effettuato di soffrire di disturbo bipolare che in passato non era stato diagnosticato forse perchè non si era mai manifestato cosi evidentemente come ora.
In ogni caso ora mi trovo completamente confuso e non so a chi rivolgermi perchè le cure che sto facendo non stanno assolutamente funzionando ed ora mi sento veramente male.
Vorrei sapere se qualcuno mi potesse consigliare qualche medico psichiatra specialista in disturbo bipolare(io sono residente nell'alta toscana ma sono disposto anche a muovermi) e che non faccia parte della struttura ospedaliera pisana dove non mi sono trovato bene(dico cosi per non fare il nome dello specialista).
Vi ringrazio anticipatamente delle eventuali vostre risposte.

[#1]  
Dr. Mario Savino

40% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Temo di non poterle indicare i nomi, è la politica (opportuna) di Medicitalia. Il Disturbo Bipolare va curato e molto bene, stabilizzando l'umore e prevenendo efficacemente le ricadute...
Con un po' di pazienza, anche via internet, potrà individuare degli specialisti esperti, legga i "curricula", controlli i lavori scientifici, di solito gli esperti di disturbo bipolare pubblicano ricerche sull'argomento ed hanno un percorso formativo tra Italia e Stati Uniti tra metà anni '80 ed inizio anni '90 (il periodo in cui iniziarono a definirsi i criteri terapeutici migliori).
Anche qui su Medicitalia ci sono specialisti non lontani da Lei che vantano ottimi requisiti.

Le auguro un ottimo percorso terapeutico

Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#3] dopo  
Utente 336XXX

Da quello che ho capito in questi casi serve uno psichiatra specialista in disturbi bipolari.
Sono settimane che sto cercando anche su internet un medico con i requisiti che lei dott.Savino ,che ringranzio innanzittutto per la risposta,ha sopra citato ma purtroppo non riesco veramente a trovarne uno.
Ne avevo trovato uno su pisa,sicuramente uno dei migliori, ma come si fa a farsi curare un problema come questo da un medico con il quale non è possibile parlare(se non con i suoi tirocinianti) e che non ha un minimo di attenzione per il lato psicologico del paziente.
Se non si instaura un rapporto di fiducia in questi casi penso che tutto vada un po a quel "paese".
In ogni caso non so dove sbattere la testa e se medicitalia usa questa politica anche stavolta mi ritrovo da punto e da capo.
La ringrazio comunque della risposta.

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il disturbo bipolare fa parte delle patologie che uno psichiatra deve essere in grado di trattare.

Non è necessario essere ultra specialisti nel settore per capire come trattare la problematica in modo adatto.

L'importante è instaurare sempre un rapporto di fiducia con il proprio psichiatra, diversamente la tendenza alla critica è piuttosto semplice e portatrice di scarsi risultati.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente 336XXX

Dottor Ruggiero sono concorde con lei sul fatto che il rapporto di fiducia sia importantissimo ,ma non sono daccordo sulla prima affermazione perchè dopo 17 anni che ero in cura nessuno dei quattro psichiatri ai quali mi ero rivolto aveva capito quale fosse il mio reale disturbo peggiorandone secondo me col tempo anche il quadro,
perchè mi hanno sempre prescritto antidepressivi per il mio a questo punto supposto disturbo d'ansia senza ottenere alcun tipo di beneficio.Mi è sempre stato detto.."strano che non si riesca a trovare una molecola che ti dia beneficio"....forse perchè, e solo ora me ne rendo conto,cercavano di curare un disturbo ma non era quello giusto.
Informandomi, anche su internet ,mi sono reso conto di quanto a volte sia difficile anche solamente fare la diagnosi quindi penso propio che ci voglia uno specialista soprattutto se poi bisogna intraprendere una terapia anch'essa non facile.
Per esempio tutt'ora sono in cura(assumo il depakin 500,rivotril,limbitril)ma benefici niente,sento che peggioro sempre di piu e la situazione non è più sostenibile.Ho bisogno veramente di qualcuno che se ne intenda perchè la situazione sta prendendo una brutta piega come si usa dire.

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Le valutazioni sul disturbo bipolare e le sue varianti sono all'incirca di due-tre anni fa.

Quindi, 17 anni fa il disturbo d'ansia poteva essere tale e trattato adeguatamente.

Il problema è capire se nel corso del tempo i suoi disturbi hanno avuto una evoluzione specifica che ha portato alla diagnosi attuale.

Inoltre, dopo tutti questi anni andrebbero valutati anche gli aspetti di personalità di II asse e non solo quelli di I asse, nella fattispecie il disturbo bipolare.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
"Le valutazioni sul disturbo bipolare e le sue varianti sono all'incirca di due-tre anni fa."

scusi desideravo precisare che con questa affermazione intendevo dire che le nuove acquisizioni in campo scientifico sono all'incirca di due-tre anni fa.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139