Utente 481XXX
Salve dottori, sono una studentessa e ho 16 anni. Recentemente (da circa 5 mesi) ho avuto un graduale peggioramento della mia salute mentale. Già da tempo soffro di attacchi di panico improvvisi, scarsa concentrazione e sono sempre stata una ragazza ansiosa soprattutto durante le interrogazioni e le verifiche, ma fino all'anno scorso (scolastico) riuscivo a controllare l'ansia durante le verifiche e ad andare discretamente bene. Quest'anno invece la situazione è molto peggiorata siccome soffro di forte ansia da prestazione anche nelle verifiche per le quali sono molto preparata e questa non mi permettere di raggiungere i miei obbiettivi. Inoltre è dalla settimana scorso che lamento di altri sintomi, come alterazione della realtà, mancanza di memoria e gli attacchi di panico sono peggiorati. Ad esempio qualche giorno fa ho svolto una verifica di fisica su cui ero molto preparata e non avevo dubbi sul fatto che mi sembrava che fosse andata molto bene, addirittura da pensare di aver preso 10. Ma mi sbagliavo. Quindi ora sono molto confusa e sovrappensiero perché non solo l'ansia era solita farmi perdere la memoria (le conoscenze che avevo di quell'argomento) ma ora l'ansia è pure in grado di causarmi un'alterazione della realtà, nel senso che sono sicura che una cosa sia così o che si faccia così ma poi qualcun'altro mi dice che mi sto sbagliando e io non riesco a crederci.
Mi scuso se non mi sono spiegata sufficientemente bene e spero di ottenere una risposta presto.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Si è spiegata molto bene. L'ansia può produrre tutti i sintomi che lei descrive. Se non lo ha già fatto, consulti uno psichiatra per farsi aiutare.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 481XXX

Grazie mille, se è possibile vorrei porle alcune domande. Secondo lei l'ansia e gli attacchi di panico sono scaturiti da una causa ben precisa che magari riguarda il passato? O semplicemente fanno parte del carattere e bisogna conviverci? Lo stesso riguarda per la timidezza? Nel senso, può essere che ci sia stato un evento o una situazione che può aver fatto diventare una persona timida o invece lo è fin dalla nascita e si manifesta solo quando accade uno sviluppo del carattere?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
La timidezza fa parte del temperamento, Avviene poi quasi sempre che l'atteggiamento timido inneschi circoli viziosi che lo rinforzano.
Anche ansia e attacchi di panico presuppongono una predisposizione o vulnerabilità, come del resto tutte le patologie, compresa l'influenza.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-