Utente 507XXX
Salve,

Vi scrivo perché da circa un mese soffro di giramenti di testa piuttosto costanti (a volte diminuiscono, a volte aumentano) e attacchi di tachicardia frequenti che compaiono durante azioni normali come: fare una passeggiata, dopo una rampa di scale.Tutto è cominciato una sera che ho assunto marijuana (un solo spinello condiviso con altre due persone) ad Amsterdam ed ho avuto un attacco di panico in seguito ad una sensazione di sbandamento piuttosto pesante. Non sono un abitudinario, perciò mi sono spaventato in seguito alla comparsa dei primi segni di sbandamento.

La mattina dopo stavo piuttosto bene, ma avvertivo già questi giramenti a cui però non ho dato tanta importanza reputandoli passeggeri. Ogni tanto l'ansia aumentava e avevo qualche breve attacco di tachicardia, ma niente di importante. Rientrato a casa, l'ansia è passata e mi sono tranquillizzato in un contesto più tranquillo. Ho notato che ad intervalli di giorni quasi regolare è insorto un forte dolore al collo e alla base del collo, che mi costringe tutt'ora a prendere degli antidolorifici quando ricompare. Dura circa 3-4 giorni e poi scompare per qualche giorno. Ho ripreso a frequentare gli amici, la palestra ma conservando questa sensazione di capogiro in maniera tutto sommato costante. I fenomeni di tachicardia mi hanno accompagnato in alcune delle sere in cui sono uscito.

Un giorno particolarmente negativo però ho avuto un attacco di panico e mi hanno portato al pronto soccorso. La pressione sanguigna era normale, il battito ovviamente un poco accelerato.L'ECG era normale, hanno riscontrato solo un ''Ritmo sinusale BBD incompleto'' sul quale il medico ha tagliato corto. Ho fatto una visita neurologica che non ha evidenziato nulla, secondo il neurologo era un disturbo d'ansia, cito testualmente: '' Obiettività neurologica negativa. No segni meningei. No nistagmo.Nulla al Romberg. Prove cerebellari ben eseguite. No deficit neurologici focali.'' Mi hanno fatto fare anche una visita psichiatrica dove la dottoressa ha confermato l'ipotesi del neurologo bollandolo come un disturbo d'ansia. Allora questa situazione mi ha tranquillizzato, e nei giorni seguenti ho ripreso la mia vita normalmente non badando più di tanto ai giramenti di testa. Di recente ho fatto una radiografia alla zona cervicale e dorsale per capire se i giramenti potessero dipendere da una patologia discale, ma l'rx a detta del radiologo, è normale, quindi potrebbe essere un problema cervicale dovuto ai muscoli.

Ho preso accordi con un fisioterapista per fare qualche seduta e ho deciso di iniziare nuoto sperando che questa situazione migliori.Ho effettuato gli esami tiroidei e tutti i valori sono nella norma (Ft4 è al valore limite di 17 pg/ml). Vi scrivo quindi per capire se c'è qualcos'altro che posso fare. Sono spaventato dal fatto di dover affrontare un eventuale psichiatra un giorno e assumere ansiolitici. Vorrei riuscire a superare questa cosa da solo, non avendo mai avuto in passato problemi simili.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
ha fatto tanti esami ma non una visita otorino per valutare lo stato vertiginoso, comunque da quanto descrive sembrerebbe correlato ad un disturbo ansioso, non vedo nulla di grave a fare qualche colloquio con uno psichiatra,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Intanto la ringrazio per avermi risposto. In aggiunta vorrei solo dirle che nella visita neurologica, fu lo stesso neurologo ad escludere patologie riguardanti l'orecchio interno con dei test (camminare ad occhi chiusi, toccarmi la punta del naso ad occhi chiusi ecc.). Terrò presente il suo consiglio su una possibile visita psichiatrica. Nel frattempo mi consiglia di assumere qualche ansiolitico naturale? Spero che con lo sport e la determinazione si risolva tutto.

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se le condizioni attuali le creano notevole disagio prima di qualsiasi terapia vale la pena fare un controllo dallo psichiatra,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 507XXX

Va bene, La ringrazio ancora.

Saluti