Utente 405XXX
Buongiorno ho messo questa domanda nella sezione urologia (non so se vada bene qui o andrologia).
Sono un ragazzo di 31 anni e premetto che assumo keppra da 10 anni per una epilessia parziale (ormai probabilmente guarita da anni) e soffro di attacchi di panico con agorafobia e doc per cui da anni ho assunto vari farmaci (ssri e triciclici) ma attualmente da u mese circa assumo trittico 150 al giorno. Inoltre xanax al bisogno (che ormai è diventato una dipendenza).
Comunque scrivi perché una settimana fa durante un rapporto sessuale con mia moglie durante la eiaculazione ho avvertito un forte dolore al passo ventre che è durato qualche minuto dopo. Un secondo rapporto poco un ora circa non mi ha causato più dolore.
Ieri sera dopo un altro rapporto durante la eiaculazione ho avvertito lo stesso dolore ma più intenso. E dopo è durato per almeno un ora. Era molto forte come se avessi preso un calcio sui testicoli che fa male appunto il basso ventre.
Poi è passato ma ho iniziato a preoccuparmi.
Ho notato però che questo fenomeno non mi è capitato con la masturbazione ma solo con un vero rapporto sessuale.
Così ho dato una occhiata in web e su questo sito altri consulti simili. E si parla spesso di prostatite.
Volevo sapere se è possibile che sia il mio caso?
Se il trittico può centrare qualcosa in tal senso ?
E la domanda più importante:
Mi sono preoccupato moltissimo leggendo in web dei tumori al testicolo.
E volevo sapere se questo mio sintomo può essere un sintomo di un tumore al testicolo?
Ho letto che per i fumatori si raddoppia il rischio di tumore al testicolo.
Io sono un fumatore da 15 anni di un pacchetto al giorno , a volte anche di più.
Sono stato uno stupido a fumare per tutti questi anni e tanto anche.
Ora smetterò subito di fumare.
Ma vorrei anche sapere se i rischi causati dal fumo di sigaretta in geberale , se si smette di fumare , col tempo scompaiono oppure rimangono? Cioè se ormai ho fumato per 15 anni ora che smetto comunque il rischio di sviluppare alcune patologie (di qualunque genere non solo tumore ai testicoli) rimangono ? O col tempo il rischio diminuisce azzerandosi ?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Non c'è ragione di farsi prendere dal panico , ha fatto bene a smettere di fumare e i rischi di patologie fumo correlate si riducono nel tempo specie in quanto lei è giovane . Se avverete disturbi eiaculatori o sintomi vari è giusto farsi visitare da uno specialista della sua zona . cordiali saluti
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Capisco. Lo che a distanza non si può fare alcuna diagnosi ma volevo chiedere se il dolore al basso ventre durante e dopo eiaculazione può essere una prostatite?
E se quest'ultima e la mancanza di eiaculazione con masturbazione può essere sempre la prostata oppure un effetto collaterale del trittico che sto assumendo?

[#3] dopo  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Il dolore può essere sintomo di una prostatite , la mancanza di eiaculazione potrebbe essere un effetto dei farmaci.
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#4] dopo  
Utente 405XXX

Salve ho fatto una visita urologica con ecografia del ventre.
Mi è stata riscontrata una prostatite poichè i sintomi di dolore durante e dopo eiaculazione al basso ventre sono prostatite mentre la anaeiaculazione dopo masturbazione potrebbe essere l antidepressivo ma l urologo ha detto che il trittico non dovrebbe dare questo problema ma che secondo lui è sempre un sintomo della prostatite.
Mi ha dato come terapia una compressa al giorno di idiprost e due di deprox per un mese. Ha detto che entro una settimana se non ho beneficio lo chiamo e mi darà un antibiotico. Non ho capito perché non mi ha dato subito l antibiotico.
Ora sono passati pochi giorni e non ho avuto rapporti quindi non so se mi farebbe male il basso ventre. Però ho provato con la masturbazione e ce stata eiaculazione ma era praticamente liquida con sembianze granulose e di colore giallastro trasparente (sembrava una minestra).
Ho chiesto al urologo tramite un sms come mai e mi ha detto che è la prostatite a fare così.
A proposito in sede di visita ha detto che si potrà fare se il problema persiste uno spermiogramma. Ma non ho capito perché?
Comunque io avrei una teoria sulla causa di questa prostatite.
Il trittico mi ha dato un Po di stipsi e vado di corpo poco e a fatica a volte più volte al giorno ma spesso sento la sensazione di dove e andare ma non sufficientemente da andare. E credo che quindi se il colon ha le devi ferme la prostata che è a contatto con il colon si è infettata di eschelichia coli. Ed ecco la prostatite.
Se questa teoria fosse corretta però dovrei cambiare farmaco cioè eliminate il trittico altrimenti la prostatite continuerà a presentarsi anche una volta guarita.
Cosa ne pensa?
Grazie

[#5] dopo  
Utente 405XXX

Volevo scrivere feci ferme.