Utente 370XXX
Salve, sono un ragazzo di 31 anni. Da più di una settimana ho bruciore durante la minzione e per questi sintomi mi sono recato dal mio medico il quale mi ha prescritto esame di urine con urincoltura, cosa che ho fatto. L'urincoltura è negativa ma nell'esame di urine è risultata eboglobina 0.03. Il mio medico ha detto che si potrebbe trattare di una banale infiammazione (cistite ecc) e mi ha prescritto un antibiotico (isocef 400mg) da prendere per sei giorni, poi aspettare una settimana e ripetere l'esame delle urine (solo urine considerando che l'urinocoltura è negativa). Il problema è che sono al quarto giorno di antibiotico però il fastidio è ancora presente. Devo riconoscere che è migliorata la situazione da quando assumo antibiotico però mi capitano ancora episodi di bruciore durante alcune minzioni, la mattina ma anche durante la giornata. Quello che mi chiedo è: a quattro giorni di antibiotico è normale che ancora io abbia brucioe durante la minzione? Ormai mi mancano gli ultimi due giorni di antibiotico. E se dopo i sintomi continuano ? Intanto aspetterò una settimana e poi ripeterò l'esame delle urine ma quello che mi preme è appunto questo sintomo fastidio capire come mai è ancora presente. Per darvi un elemento in più posso dirvi che circa 5 giorni prima o poco più della comparsa di questi sintomi ho assunto mezza pastiglia di tadalafil mylan da 10mg prescritta dall'androlgoo per una ansia da prestazione inconscia (è la prima volta che assumo tadalafil, avevo assunto in passato solo levitra). Ho preferito chiamare l'andrologo per capire se questo epsiodio poteva ricoleggarsi ad un possibile effetto collaterale del tadalafil ma lui dice di stare tranquillo e che non c'entra nulla con l'assunzione di tadalafil. A me il dubbio comunque è venuto perchè nel foglio illustrativo tra gli effetti collaterari più rari ma comunque possibili vi è sangue nelle urine. Secondo voi dovrei realmente escludere questa opzione? E' giusto utilizzare un antibiotico essendo che l'urinocoltura è negativa? Sono molto confuso. Inoltre sto assumendo anche un integratore di cranberry la sera prima di andare a letto perchè ho letto che fa bene come disinfettante delle vie urinarie. Grazie spero in una vostra risposta ai miei dubbi.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Salve, preferisco dare antibiotico quando ho una urinocoltura o Spermiocoltura positiva per la presenza di germi. Utile bere almeno 2 l di acqua al giorno e usare dei bonificanti urinari come sta facendo ,il tadalafil può creare talvolta modestissimi sanguinamenti per la vasodilatazione. Vedrà che il problema tenderà a spegnersi in tempi brevi. Quando il problema persiste talvolta si richiede un tampone uretrale per la ricerca di germi comuni Chlamydia e ureaplasma
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente 370XXX

Grazie mille per la risposta. Dottore ma quindi considerando l'ipotesi che sia stato il tadalafil la causa di questo sangue nelle urine confinuandolo ad usare potrei avere sempre il medesimo problema oppure magari solo perché è stata prima assunzione ? Con il levitra non mi è mai successo. Anche io ero dubbioso sull'antibiotico ma lui ha detto che me lo sta dando come "disinfettante delle vie urinarie". Tra l'altro mi sto anche astendnedo da rapporti sessuali per questo problema e spero passi presto. Grazie