Utente 325XXX
Buongiorno
Da diversi anni mi capita, saltuariamente, che il flusso di urina si divida leggermente in due. In realtà ci ho sempre dato poca importanza sia perché capita solo saltuariamente, sia perché quando succede mi basta sistemare la pelle del prepuzio mentre urino per rendere il getto più omogeneo e "controllabile".
Per il resto non presento altri sintomi, né dolori o fastidi...non ho incontinenza, urino un numero di volte normale, non ho impellenze ecc... Fosse per me potrei tranquillamente conviverci.

Quello che più mi ha allarmato però è che, a periodi alterni, percepisco un calo della libido. Per essere più precisi, un mese scoppio di desiderio e quello dopo invece si spegne, e così via. Ho però difficoltà a capire se è psicologico o dovuto a stress, anche perché non ho una ragazza con cui verificare.

Mi sono dunque chiesto se le due cose potessero essere collegate e su internet ho letto di prostatite cronica e un po' mi ha preoccupato ... Premesso che a questo punto potrei fare un controllo di routine,  volevo solo sapere se secondo voi potrebbe essere davvero prostatite cronica anche se non ho alcun dolore o fastidio (apparte quel blando sintomo urinario) ?

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La manifestazione "idraulica" che ci riferisce non ha assolutamente alcun significato, in assenza completa di altri disturbi. Per il resto ... l'uomo non è un automa dalle prestazioni uniformi e standardizzate, soprattutto la sfera sessuale è condizionata da numerosissimi fattori fisici ed emotivi. le diremmo di stare sereno e non crearsi problemi laddove proprio non ve ne sono. Al di là di questo, ricordiamo però che ogni maschio dovrebbe sottoporsi ad un controllo urologico almeno una volta ogni 10 anni, indipendentemente dalla presenza di disturbi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 325XXX

La ringrazio dottore, mi sento già più sereno. Confermo che non percepisco altri disturbi particolari o dolori.
Il dubbio mi è venuto perché da piccolo questo non mi capitava mai, invece poi credo intorno ai 20-25 anni gradualmente si è presentato questo fenomeno per cui il getto di urina può dividersi saltuariamente in due, ma mi basta stare attento. Mi chiedevo però perché dopo una certa età si sia manifestato questo fenomeno? È semplice "invecchiamento" (per quanto abbia ancora 29 anni)?

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Abbiamo idea che nessuno sappia rispondere ad una domanda così difficile! :-) :-)
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing