Utente 309XXX
Buongiorno
all'età di 30 anni mi è stato diagnosticato BBS tramite studio elettrofisiologico. Assumevo 1.25 di bisoprololo al giorno fino a quando a dicembre 2017 rimango incinta. Chiamando il telefono rosso mi dicono del rischio di ipossia e ritardo di crescita nel feto. Quindi sospendo di mia iniziativa il farmaco e inizia una costante tachicardia. Il ginecologo mi manda a fare un holter i cui risultati sono:
Totale battiti normali:137163
Prematuri sopraventricolari:0
SVT: 0
Totale ventricolari: 0 avg 0/HR
Prematuro ventricolare: 0 avg 0/HR
Coppia: 0
Tripla:0
Salva: 0
VT:0
Bradicardia: 0
Battiti mancanti:0
Pause:0
Max frequenza: 149bpm
Media: 97 BPM
Minima: 77bpm
Battiti totali: 137650
Battiti stimolati:0
Commenti:
Costante presenza di ritmo sinusale tendenzialmente tachicardico con disturbo di conduzione intraventricolare senza pause patologiche. Normale andamento circadiano della frequenza cardiaca. Non si documentano aritmie ventricolari e sopraventricolari.
Mancano parecchi giorni al controllo col cardiologo e sono parecchio agitata per questi risultati.
Temo che con la mia frequenza cardiaca mi diranno di riprendere bisoprololo nonostante la gravidanza. Sono a 18+2 e soffro di pressione bassa.
È davvero così necessario il farmaco nel mio caso?
Una volta partorito lo potrò assumere in allattamento?
Grazie
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non comprendo il motivo per il quale lei assume il betabloccante....in ogni caso la tachicardia attuale può essere un rebound se lei non ha sospeso progressivamente il farmaco e lo ha fatto invece di colpo...Se così è le frequenze scenderanno lentamente nel tempo.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 309XXX

Gentile Dottor Rillo
la rigrazio per la celere risposta.
Ebbene sì, ho sospeso di colpo il farmaco, ma questo già a Dicembre, quindi in teoria adesso la frequenza dovrebbe essere già scesa, eppure rimango tachicardica.
Deduco dalle sue parole che un betabloccante non sia la scelta migliore per il mio problema, quindi ho speranza che ci sia un'altra categoria di farmaci, magari senza effetti collaterali per il bambino?
Il bisoprololo mi era stato prescritto a seguito della scoperta del blocco di branca sinistro.
La ringrazio
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non si prescrive un betabloccante per un BBSx (anzi potrebbe essere controindicato)....bisogna capire il reale motivo per il quale è stata fatta la prescrizione, ma questo ovviamente non posso saperlo io. Ripeto che nel caso sia stato prescritto per le frequenze elevate, non bisogna trattare queste ultime, ma le cause che le determinano....
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica