Utente 387XXX
Buongiorno Dottori,

ho 29 anni, peso 59kg, vi scrivo da Siracusa, mi sta accadendo qualcosa di stranissimo e davvero singolare. Da ieri sera, esattamente dalle ore 19.00 ad ora ho un aritmia che si attiva solo quando mi alzo in piedi raggiungendo una frequenza di 190bpm in pochi istanti che provoca pure un rialzo pressorio in cintemporanea. Mi vedo costretto quindi a sedermi o sdraiarmi subito. Appena mi stendo immediatamente la frequenza cardiaca torna ad essere quasi normale circa 80bpm ed anche la pressione arteriosa ritorna a valori normali. Di notte vado perfino in bradicardia. Ho chiamato ieri sera la Guardia Medica la quale ha definito grave la situazione e consigliato di chiamare subito il 118. Quindi ho seguito il consiglio ed è arrivata l'ambulanza con medico a bordo. Hanno eseguito in casa un ecg sia da sdraiato con il risultato di frequenza cardiaca normale nel numero dei battiti.. Ed un altro ecg in piedi con frequenza 187bpm. Il medico mi ha quindi fatto subito sdraiare e ha ordinato all'infermiera di iniettarmi una soluzione di Valium che ho ritenuto di rifiutare in quanto secondo me non si tratta affatto di un episodio di ansia ma di un evento cardiaco singolare, per cui secondo me andavano fatti esami specifici cardiologici prima di tutto, esami del sangue e quanto altro per effettuare una diagnosi appropriata. Il medico è andato via dicendo che io ho rifiutato la terapia e non mi ha portato nemmeno al pronto soccorso. Sono le ore 7.05 in questo questo momento, sono coricato a letto e la mia frequenza cardiaca si aggira intorno agli 80 bpm. Ho provato svariate volte ad alzarmi ed appena lo faccio i battiti schizzano a 190 in qualche istante e peggiorano se non mi siedo o sdraio subito perche mi sento anche svenire con una sensazione strana alla testa ed al petto. Stanotte ho dormito pochissimo, ripeto i battiti scendevano perfino a 35 altro che ansia. Mi è capitato in passato di avere qualche crisi isolata di tachi-artitmia parossistica sopraventricolare documentata da holter ma si è sempre risolta spontaneamente nel giro di breve 10-20 minuti al max per esempio.. Non so cosa ho ora... Una cosa così non mi è mai accaduta. Tutto ciò resta assurdo ed inspiegabile. Non ho trovato nemmeno su internet casi simili... Ho avuto altre volte episodi di tachiaritmia. Un cosa cosi davvero strana mi fa pensare al peggio dopo tutte queste ore senza risoluzione. Ma soprattutto alzarmi e sedermi o sdraiarmi rappresenta un interruttore istantaneo di questo fenomeno. Appena mi alzo inizia la tachiaritmia a frequenza elevata che appena mi siedo o sdraio sparisce immediatamente. Ritengo che il medico dell'ambulanza aveva il dovere di portarmi al pronto soccorso. Spero di non avere nulla di grave e di potere raccontare questo episodio in futuro solo come uno spiacevole ricordo. Per favore potete cercare di spievarmi xosa mi stia succedendo? Di cosa si tratta? cosa devo fare? Attendo un vostro contatto. Grazie infinite
Danilo

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Esegua un Holter cardiaco ed un Holter pressorio e poi se vuole ce ne comunichi i risultati

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza