Utente 469XXX
Buongiorno, vi contatto come ultima chance!
È da ormai due anni che ho continuamente, soprattutto a pranzo, distubi legati a meteorismo e pancia gonfia, che inizia a gonfiarsi già dopo 5 minuti da quando smetto di mangiare, quando sono ancora a tavola!
Tutto è iniziato poco più di due anni fa con bruciore di stomaco e reflusso gastrico, prima il medico curante ha rilevato solo stess e tensione (perché legato a leggere aritmie cardiache).
Non passava e allora dopo alcune analisi sono risultata intollerante al lattosio (o più che altro "sensibile) con un test fatto in ospedale.
Dopo aver curato il lattosio mi è stato trovato l'Helicobacter e ho fatto due serie di cure antibiotiche, unite a fermenti lattici, enzimi e estratti naturali di erbe.
Ho fatto due gastroscopie ma non hanno evidenziato nulla (dopo il reflusso gastrico), anche gli esami delle feci non evidenziano presenza di batteri particolari.

Sconfitto il bruciore di stomaco e il reflusso (che si ripresenta solo saltuariamente) continuo ad avere problemi di gonfiore nella pancia, che arriva veramente velocemente e dura circa 5-6 ore, creando fastidio.
Il mio medico, documentandosi ha trovato una possibile causa nell'istamina, contenuta naturalmente in alcuni cibi conservati e invecchiati (salumi, formaggi, aceto, alcune verdure, il bianco dell'uovo, la pasta) a cui reagirei una volta assunta, e prendo così degli enzimi, L-glutammina, quercitina (che dovrebbe inibire l'istamina). Ma è da un'anno che provo a curarmi ma non miglioro.

Adotto tutti gli accorgimenti necessari: mangio lentamente, escludo caffè, the, stimolanti, bibite dolci/gassate, anche succhi di frutta sono eliminati.
Evito cavoli e simili, evito piatti elaborati, evito carni rosse, evito ancora i latticini e i dolci. Evito la frutta perché il fruttosio mi da fastidio.
Assumere un solo di questi elementi mi scatena il gonfiore addominale.
Ormai mangio solo riso bianco, verdure (ridotte a broccoli-carote-zucchine-spinaci bolliti/vapore), insalata (solo alcune, altre mi creano aria), uova, pollo e cereali.
Faccio una vita leggermente sedentaria (impiegata) ma cammino almeno un'ora al giorno e faccio sport un weekend si e uno no.

Vi chiedo non tanto una cura, ma un'idea su che esami fare o su cosa potrebbe essere la causa scatenante di tutto.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Una richiesta: quale terapia ha attuato ? Ha preso anche dei procinetici ?

Grazie


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 469XXX

Grazie veramente tanto per la velocissima risposta!
All'inizio mi era stato dato l'omeprazolo hexal per il bruciore di stomaco, non penso di avere mai preso procinetici.

Purtroppo non ricordo il nome dell'antibiotico per l'helycobacter.

Poi ho preso Daozym che contiene bioflavenoidi e vitamine per promuovere la degradazione di istamina, unito a zinco, l-glutammina e anche valeriana nel caso l'aria sia causata da stress.

Da tre giorni assumo anche Wobenzin, ma non ho notato molti miglioramenti.

Mi spiace che alcuni farmaci sono di origine tedesca e magari non conosciuti, ma qui in Alto Adige spesso ci si orienta verso farmaci tedeschi/austriaci.

Potrebbe essere qualcosa dovuto al pancreas?

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Farei un'ecografia addome e accertamenti della funzionalità pancretatica. Nel frattempo assumerei procinetici (domperidone prima dei pasti) e prodotti a base di simeticone dopo i pasti.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 469XXX

Grazie mille nuovamente per la risposta.
La settimana prossima mi farò prescrivere gli esami da lei suggeriti.
Nel caso potesse esserle utile (mi accorgo di non averlo precisato nel primo messaggio) l'aria che viene a crearsi durante-dopo, la patisco per di più nell'intestino, come flatulenza, e meno nello stomaco.

Mi permetto di farle un'ultima domanda: i medicinali che mi ha consigliato per quanto tempo mi suggerisce di prenderli?
A quanto ho capito essi agiscono da un lato sfavorendo la comparsa di aria e dall'altro favorendo lo svuotamento dello stomaco: dovrebbero darmi sollievo immediato, oppure per vedere degli effetti devo attendere ? (giusto per capire in anticipo e non assillarla con future domande!)

Infine, terminata la terapia da lei consigliata per il periodo che mi dirà, dovrei notare dei risultati duraturi, oppure questi farmaci me li consiglia solo per il momento come risposta ai miei sintomi?
La ringrazio ancora della grande disponibilità nei miei confronti.

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I farmaci dovrebbero dare degli effetti nel giro di pochi giorni e può andare avanti anche in modo intermittente. Per il futuro ... si vedrà.


Saluti


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it