Utente 903XXX
Gentili Dottori,
ricorro a Voi per un cortese parere.
Negli ultimi mesi ho dovuto sottopormi ad alcune spermioculture, in quanto con mia moglie abbiamo problemi nella ricerca di un figlio.
Il penultimo esame presentava Mycoplasma, di talché l'andrologo mi ha prescritto una terapia con Bassado effettuata nel mese di luglio.
Recentemente, a settembre, l'esame ha segnalato presenza di E.Coli.
Mi è stato prescritto un trattamento con Amoxicillina e Acido clavulanico Teva 875 mg + 125 mg per DUE scatole da 12 cpr l'una, due cpr al giorno (mattina e sera).
Ho terminato la cura un paio di giorni fa.
Da ieri ho però un dolore costante all'addome.
Stamane mi sono recato dal medico di base, la quale mi ha riferito che è un dolore relativo al Colon e che lei ritiene sia associato alla terapia antibiotica.
Tuttavia, posto che mi scarico abbastanza regolarmente (ieri e stamane, pur se non molto formate) ritiene non ci siano grandi complicazioni.
Mi ha consigliato Buscopan, visto che avendo io provato con dello Spasmomen che avevo in casa non ho ottenuto risultati.

Premetto che soffrivo da tempo di colon irritabile, ma da alcuni mesi - grazie ad un Vs. collega - sono stato molto meglio dopo terapia con Normix, Duspatal e fermenti lattici.

Preciso che durante la terapia ho assunto 2 bustine al giorno di fermenti lattici e non ho avuto tanti episodi di dissenteria.

Vorrei un vostro cortese parere, posto che se il dolore continua credo di dover ricorrere ad un accesso in Pronto Soccorso. Non è insopportabile, ma è costante, come se fosse uno "strappo muscolare".

Devo prendere buscopan o posso utilizzare il duspatal che ho in casa?
Cosa mi consigliate di fare?
Sono un po' preoccupato e amareggiato. Non so se è legato a queste cure antibiotiche, ma avevo appena iniziato a stare meglio sia sotto il profilo intestinale che gastrico (Esofagite da reflusso diagnosticata con endoscopia 3 anni fa).
Aggiungere queste preoccupazioni alle altre (per cui mi segue l'andrologo) non aiuta.

Grazie per l'aiuto che mi potrete dare.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ritengo che possa utilizzare indifferentemente l'uno o l'altro dei dur antispastici segnalati.
Il dolore potrebbe in effetti essere legato alla terapia antibiotica e come tale dovrebbe scomparire dopo pochi giorni dal termine dell'assunzione di antibiotici,
Altrimenti sarà utile una visita diretta.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 903XXX

Egr. Dott. Quatraro,
la ringrazio davvero tanto per il Suo prezioso parere.
Purtroppo, anche oggi sento questo continuo dolore addominale, concentrato nella zona vicina al fianco sinistro. Pare solo lievemente inferiore a ieri, ma sempre abbastanza presente.
Ho comunque iniziato il duspatal, prescrittomi dallo specialista gastroenterologo l'anno passato, e con cui avevo ottenuto buoni risultati.

Non ho episodi di diarrea né sangue fecale, quindi immagino non sia niente di urgente, però effettivamente questa "pressione" è molto fastidiosa.

Allora, anche da quanto letto, posso attendere ancora qualche giorno senza ricorrere al Pronto Soccorso (dove temo lunghe attese senza specifico risultato) e magari prenoto una visita di controllo specialistica.

Preciso che l'antibiotico l'ho terminato con assunzione dell'ultima dose lo scorso mercoledì sera. Il dolore è comparso la mattina di giovedì.

Grazie per gli ulteriori consigli, se riterrà.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Mi permetto di consigliarle un rimedio "ex iuvantibus",
ovvero,
supponendo che ci sia di mezzo il suo colon irritabile,
con il sempre presente carico di meteorismo,
può provare ad assumere, in aggiunta, del Simeticone
e verificare se contestualmente vi sarà una remissione/riduzione del fastidio.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 903XXX

Grazie Dottore,
prendo nota di questo prezioso suggerimento.
Confesso che di meteorismo, per la verità, non ve n'è quasi traccia, davvero sporadico.

Io ero in cura dallo specialista per continui e frequentissimi episodi di dissenteria, che mi ha risolto prescrivendomi 3 cicli mensili di una terapia formata da Normix + Duspatal + Fermenti Lattici + Benefibra.

Dopo questo intervento è andato tutto benissimo.

Solo l'altro giorno, dopo l'antibiotico, è apparso questo dolore costante addominale all'altezza del fianco sinistro.
Il mio medico di base sostiene sia un problema di colon.

Io francamente non so cosa pensare.

Con duspatal mi pare che stamane vada un poco meglio, ma le garantisco che il dolore/fastidio è ancora presente (come uno strappo muscolare, per darle l'idea).
Riesco a scaricarmi un po' meno regolarmente del solito, ma altri sintomi (dolore a parte) non ne ho.

Resto in attesa, se avesse ancora pazienza, di ulteriori Sue.

grazie

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La terapia che riporta
dovrebbe esserle stata prescritta per la Sindrome dl Colon Irritabile.

Se così fosse non deve far altro che affidarsi al suo specialista visto il successo conseguito.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 903XXX

Grazie ancora dr. Quatraro,
effettivamente la terapia fu prescritta proprio per una ipotesi di colon irritabile, posto che gli esami ematici e delle feci (anche molto specifici) non evidenziavano null'altro.

Ciò che mi preoccupa è un po' questo nuovo sintomo, che tuttavia oggi mi pare un po' più lieve dei giorni scorsi.
Prenoterò senza dubbio un'altra visita specialistica.
Tuttavia, tengo a precisare di essermi rivolto qui per un parere specialistico proprio su questo "nuovo dolore" apparso dopo la cura antibiotica, a confutare o supportare quanto detto dal mio medico di base.
E difatti i Suoi consigli sono stati molto molto preziosi e la ringrazio.

Cordialità

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Mi fa molto piacere esserle stato di aiuto.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it