Esofagite da reflusso

Gentili Dottori, da sempre mi capita di leggere i consulti di diversa gente che quasi confonde un sito internet con una visita approfondita di uno specialista fino al punto di voler quasi pretendere la prescrizione di farmaci senza farsi visitare da un dottore. Per quanto mi riguarda il mio consulto è una pura curiosità poichè ho già fatto diversi esami e non so sinceramente da cosa potrebbe scaturire il problema. Cerco di farvi un'anamnesi. Sono sempre stato un soggetto allergico (da piccolo asma bronchiale poi scomparsa negli anni). Ho da sempre un prurito fortissimo al palato. Devo continuamente grattarmi il palato con la lingua al punto che non me ne accorgo più e sono gli altri a farmelo notare e mi dicono di smetterla. Ho spesso avuto una tosse secca continua che mi blocca il respiro nella parte alta dello sterno (anche con formicolio). Ho come un senso di soffocamento. Al colpo di tosse mi sento per quel secondo "libero". Alcune volte per la forte tosse ho anche vomitato dopo mangiato. Ho pensato fosse un problema allergico e sono stato in visita dallo pneumologo che non ha trovato nulla e mi ha consigliato le prove allergiche e la spirometria. Spirometria negativa e prove allergiche positive ad acaro e a polline d'ulivo. L'allergologo mi ha messo il pallino in testa dicendomi: HA LA PANCIA GONFIA? Non me lo aveva mai chiesto nessun dottore. Mi si è illuminato il viso. Io ho una pancia gonfissima ormai da diversi anni. Troppo gonfia. Ho un fisico molto atletico e vado 3 volte a settimana a sudare in palestra. E' evidente a chiunque non possa essere adipe. E' un gonfiore tipico di una donna incinta. Ai lati nessun rotolino di grasso. Pancia quindi molto gonfia e dura. L'allergologo mi ha liquidato scrivendo sospetta esofagite da reflusso. In famiglia ne soffrono e prendono Gaviscon ma non ho nessuno dei loro sintomi. Mai avuto bruciore allo sterno, mai avuto acido in bocca. L'unico grosso problema è che rutto continuamente. La tosse mi è passata ma da una settimana ho mal di pancia e diarrea. Ho fatto 2 anni fa sempre per gli stessi problemi pensando alla celiachia, le intolleranze alimentari con prelievo di sangue e ricerca di sangue occulto e elico batter. Tutto negativo. Mi sono accorto di una cosa. Accanto all'ugola ho una macchia bianco/gialla ed è li che io vado grattare di continuo. magari avrò questa macchia da quando sono piccolo. Altra cosa: soffro di stomatiti aftose da sempre. Ah, feci anche il tampone oro faringeo (negativo). Da qualche giorno sto prendendo omeprazolo per vedere se passa questo mal di pancia dopodichè pensavo ad una Gastroscopia come ultima spiaggia perchè so che è un esame dolorosissimo. Ma mi chiedo che c'entra il reflusso se non ho i sintomi da reflusso che leggo ovunque? So che ho mischiato sicuramente un po' di sintomi che magari sono indipendenti ma ho scritto tutto ciò che ho per rendere spero più chiaro il problema e capire secondo voi da cosa possa scaturire questa sintomatologia... Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Le eruttazioni e la tosse possono essere sintomi di reflusso, a volte incentivato dalla iper distensione gastrica e/o intestinale.
Non abbia timore ad eseguire la gastroscopia, se effettuata da personale di provata esperienza non è un evento così drammatico come lei descrive, oltre che farebbe utilmente chiarezza sui suoi disturbi.

Cordiali Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore conosco un bravo gastroenterologo che mi ha detto che probabilmente con una semplice cura di farmaci risolverei il problema. Per questo di testa mia ho iniziato da 5 giorni con il gastroprotettore che male non puo' fare (ma nessun miglioramento comunque). Ho incontrato il gastroenterologo per strada e mi ha detto di chiamarlo per una visita. L'unica scocciatura è andare dai dottori e non risolvere mai i problemi. MAI per quanto mi riguarda.

Ognuno di noi ha patologie che si porta dietro da anni forse perchè spesso i medici sono poco scrupolosi e non fanno effettuare le giuste indagini. Il mio medico di famiglia è come se non ci fosse.
Se non fosse stato per il mio eccesso di zelo sicuramente non mi avrebbe mai prescritto prove allergiche, intolleranze alimentari, elico batter, tampone oro faringeo ecc. Le dico solo che ho avuto anni fa una fistola anale e facevo le feci con pus che ovviamente proveniva dall'orifizio della fistola e senza neppure spogliarmi e visitarmi mi diede della schiuma rettale che poi lessi veniva utilizzata per il morbo di Chronn. Prima dell'operazione di fistola feci anche una rettosigmoidoscopia (un po' più profonda del normale mi disse il dottore poichè ero pulito ed è salito più in alto)...dolorosa ma sopportabile. Negativa. Quel tratto di intestino era sano.

L'allergologo non ha voluto neppure vedere la macchia che le dicevo avere sul palato accanto all'ugola.
Dice di rivolgermi ad un otorino. Bene...altra visita quindi!

Può dipendere dal reflusso un prurito al palato continuo? Anche ora che le sto scrivendo.
E le afte che compaiono sempre e di cui soffro sin da piccolo?
Ho sempre saputo che le afte sono manifestazioni di ulcere allo stomaco. E' Vero?
Giusto per poter escludere le sintomatologie e ricercarle in altre patologie.

Ovviamente la mia pulizia orale è impeccabile ma sarà per i problemi allo stomaco di questi giorni, ho lingua bianca e alito cattivo.

Inoltre le chiedo...per evitare la gastroscopia (so già che vomiterei visto che la sola paletta di legno appoggiata sulla lingua mi fa vomitare immediatamente) potrei fare una ecografia allo stomaco? Si possono vedere ulcere, ernia iatale o altro che è visibile anche con gastroscopia?
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Purtroppo on-line manca il requisito della visita diretta,

infatti il consulto sul web può fornire una utile e qualificata supervisione ma non sostituirsi alla visita diretta
proprio quella che, lei dice, non viene approcciata dai medici che ha contattato.

Quanto alle sue domande le afte orali sono espressioni di quadri clinici vari,
mentre per quanto riguarda lo stomaco non esiste esame che possa attendibilmente sostituirsi alla gastroscopia.

Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Infatti so che prima o poi andrò a fare la Gastroscopia. Sto aspettando solo che mi passi il mal di pancia che ormai dura da 10 giorni. In effetti non è normale. Non ho però preso nulla (normix, fermenti lattici).

Provavo oggi a toccarmi la parte vicino lo sterno, nulla. Non ho nessun dolore nè bruciore..credo che ernia iatale e reflusso portino questo famoso bruciore. Io mai avuto nessun bruciore per questo non capisco perchè sospetta esofagite da reflusso. Il dolore in questo momento è in tutto lo stomaco.
Di sicuro non siamo messi bene in famiglia. Mia madre ha la diverticolite e anche lei pancia molto gonfia. Due zii sono stati operati allo stomaco e 2 parenti di mia nonna sono morti per cancro allo stomaco.

Comunque concludo non disturbandola più e le chiedo soltanto riguardo quel prurito al palato e la macchia bianca. Le è mai capitata una correlazione con il reflusso e questo sintomo? Io non l'ho letto da nessuna parte.

Cordiali Saluti

[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Le sarà sfuggito quanto ho già scritto in replica #1

"Le eruttazioni e la tosse possono essere sintomi di reflusso, a volte incentivato dalla iper distensione gastrica e/o intestinale."

Anche le afte orali (fra le varie cause) riconoscono motivazioni nell'insulto generato dal reflusso nel cavo orale.

Lei dice
<<credo che ernia iatale e reflusso portino questo famoso bruciore>>,
purtroppo la informo che i quadri clinici e sintomatologici con cui il problema si manifesta possono essere variabili.

Con questo le riaffermo che si tratta pur sempre di una ipotesi diagnostica,
da condividere con il suo curante.

Cordiali Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
Riconosco personalmente che questa macchia biancastra non è la classica afta (piccola) che viene vicino le gengive o sulla parte interna delle labbra quindi non la chiamerei afta o se anche questa rientra tra le afte non è come ripeto uguale alle altre. Solo per questo credevo che non mi avesse risposto e che la sua risposta non si riferiva a questa mia domanda.
Le altre non mi portano prurito ma solo bruciore e dolore.

Comunque la ringrazio e le auguro una buona serata.
[#7]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Buona serata anche a lei.

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio