x

x

Reflusso gastroesofageo e/o biliare

Buongiorno dottore ho 49 anni e le vorrei porre all’attenzione le mia problematica.
Tutto è iniziato nell’ottobre scorso, dopo una serie di eventi che ho vissuto in modo ansioso e stressante ho avvertito:
• Dolore allo stomaco ed leggera acidità
• Dolore al braccio ed alle spalle
• Dolore in prossimità dello sterno che si estendeva in modo orizzontale fino alle spalle.
Il medico di famiglia, diagnosticando una incipiente gastrite mi prescriveva la seguente terapia e consigliava una visita cardiologica e l’ECG, che effettuata evidenziava uno stato di normalità.
Terapia eseguita x 20 giorni:
RANIBEN 150 mg -DOMPERIDONE 10 mg LANSOZOPRAZOLO 15
Venuti meno i sintomi precedenti, sono comparsi al cessare della terapia la seguente sintomatolgia:
• Bruciore nello stomaco, qualche ora prima dei pasti, che si attenuava iniziando a mangiare
• Rigurgito acido nelle ore dopo i pasti
• Bocca mara e aumentata secrezione salivare, nelle ore dopo i pasti, e soprattutto durante la notte
Nel frattempo ho preso delle precauzioni POSTURALI-ALIMENTARI per controllare e migliorare lo svuotamento gastrico (ho evitato di coricarmi subito dopo i pasti; ho eliminare dalla dieta quegli alimenti che più frequentemente si associano ai disturbi come cioccolato, vino, bibite gassate, pomodoro, etc..).
Attualmente non seguo alcun terapia, cerco di controllare i rigurgiti post alimentazione, prendendo un preparato granulare (citrato magnesio) e masticando quando necessita una chewing gum. Durante il giorno riesco a tenere la situazione sotto controllo, il problema sorge alle prime luci dell’alba, mi sveglio causa bruciore al petto, sapore amaro in bocca, aumentata secrezione salivare e nausea, necessità di lavarsi i denti, sciacquarsi la bocca per non vomitare.
I predetti sintomi scompaiono dopo essermi lavato i detti, fatta colazione e riprese le normali attività quotidiana.
Volevo sapere la diagnosi e l’eventuale terapia. Sperando di essermi spiegato con chiarezza ringrazio anticipatamente.

[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
Sembrerebbe trattarsi di reflusso GastroEsofageo.
Patologia cronica, non reversibile.
La terapia del curante appare appropriata.

Cordialità

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve, persistendo i sintomi sopraelencati ho effettuato l’esame di Esofago-Gastro Duodenoscopia:

REFERTO: Esofago ben canalizzato, mucosa di aspetto normale. Stria Z 38 cm a dall’ AD, cardias beante con mucosa sovracardiale modicamente iperemica. Mucosa gastrica di aspetto normale, peristalsi valida. Normale la mucosa bulbare e della seconda porzione duodenale

DIAGNOSI: Beanza cardiale e esofagite da reflusso

TERAPIA: LUCEN ESOMEPRAZOLO - GERD OFF – DIGERENT CPS

A tal proposito vorrei sapere:
- una vs. valutazione, considerando le mie difficoltà nel comprendere il referto medico;
- quali accorgimenti devo prendere per evitare complicanze da RGE
- quali sono i passi che devo fare per evitare successive complicazioni.
Grazie
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
Come le avevo scritto,
è confermato che si tratta di reflusso GastroEsofageo.

La terapia ricevuta appare appropriata.
Si affidi fiducioso al suo curante e ... non tema complicanze!!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, facendo seguito alla precedenti richieste, vorrei chiedere un vs. consulto sul sintomo che non riesco a controllare, pur avendo adottato i dovuti accorgimenti posturali-alimentari per controllare e migliorare lo svuotamento gastrico (ho evitato di coricarmi subito dopo i pasti, ho alzato la testata del letto di 15 cm, etc..)

Durante il giorno riesco a tenere la situazione sotto controllo, il problema sorge alle prime luci dell’alba, mi sveglio presto causa bruciore al petto, sapore amaro in bocca, aumentata secrezione salivare e nausea, necessità di lavarsi i denti, sciacquarsi la bocca per non vomitare.

I predetti sintomi scompaiono dopo essermi lavato i detti, fatta colazione e riprese la normale attività quotidiana.

Certo di una vs. collaborazione i migliori saluti.

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto