Alimentazione con reflusso

Buon pomeriggio,

alcuni mesi fa mi è stata diagnosticata un'ernia iatale e sintomi da reflusso gastroesofageo, a seguito di una gastroscopia.


Ho seguito un trattamento con pantorc 40 + hepilor per alcuni mesi, poi rimodulato a pantorc 20 + hepilor.

Ultimamente i sintomi si erano un po' acuiti, quindi il gastroenterologo e l'otorino che mi ha controllato la gola mi hanno riportato di comune accordo il pantorc a 40, e sostituito l'hepilor con il Marial per una ventina di giorni, con l'accortezza di stare attenta all'alimentazione, limitandosi a dirmi di evitare il più possibile cioccolata (soprattutto con cacao inferiore al 70%) e peperoncino, che amo molto.

Dopo questi 20 giorni, valuteremo.

Al momento non ho pensato di fare ulteriori domande sull'alimentazione, e spero mi possa aiutare lei.


- Posso mangiare liberamente i legumi?
Essendo io vegetariana, sono la mia principale fonte di proteine
- Sono solita condire quotidianamente le insalate con olio e aceto, o olio e limone.
Il limone e l'aceto mi possono far male?

- Ho letto che anche il pomodoro fa male.
E la passata?
Sono solita usarla due volte la settimana (su pizza e pasta): è una quantità accettabile?


Qualsiasi consiglio su cosa mangiare serenamente e cosa no, almeno in questi 20 giorni di pantorc 40+ Marial, è ben accetto!

Grazie mille!
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 23k 909 12
Già risposto

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa