I sintoni sono riconducili al reflusso biliare? come posso curare questa nausea persistente ?

Partecipa al sondaggio
Buongiorno, agli inizi di agosto 2023 ho cominciato ad avere problemi di digestione e dolori, ogni tanto un po' di nausea.
Il 18/8/2023 ho fatto una gastroscopia, che ha evidenziato: Cardias incontinente (Hill III).
Stomaco con mucosa eritematosa e congesta, presenza di bile adesa alle pareti come da gastropatia da reflusso biliare duodeno-gastrico.
Piloro regolare e bulbo duodenale regolare".
Le biopsie negative per tutto.
Ho iniziato: 1) Antepsin 1 cp.
4 volte al dì 1 ora dopo i pasti e prima di dormire, 2) Pariet 10 mg.
1 cp la mattina prima di colazione per 4 sett.
e 3) plasil 1 cp.
prima di pranzo e cena per 4 sett.
". Dopo una settimana di questa cura andava meglio, sintomi presenti ma sotto controllo.
All'improvviso però dopo 20 giorni i sintomi sono molto peggiorati, in particolare la nausea.
Infatti circa 1-2 ore dopo mangiato mi viene una nausea che dura ore, e non riesco più a mangiare niente.
Sono dimagrita in 1 mese e mezzo circa 6 chili.
Ho eseguito un'eco addome ed è tutto negativo, nessun problema evidenziato.
Un altro medico mi ha cambiato la terapia e ha sostituito il Plasil con il Peridon e Antepsin con Riopan.
Inoltre mi ha aumentato il Pariet a 20 mg.
ma dopo due giorni di ulteriore peggioramento l'ho sospeso per paura che fosse quello a darmi le nausee.
Ora dopo due giorni di sospensione non è cambiato nulla.
Il mio medico di famiglia mi ha aggiunto Alprazolam per capire se c'è anche una componente ansiosa e anche Deursil da 450 retard; questi due farmaci li ho iniziati da 3 giorni.
Il medico di famiglia non mi ha dato un farmaco antisecretivo sostitutivo, mi ha detto di lasciar perdere.
La nausea persistente è terribile.
E poi mi preoccupa molto non riuscire a mangiare e il dimagrimento; mi viene da pensare che questo processo non potrà fermarsi se non mi passa questa nausea.
Tutti gli altri sintomi (sapore amaro dopo mangiato, un po' di bruciore ogni tanto, qualche dolorino addominale) sono sopportabili.
Ho fatto l'esame della calcprotectina ed è alta a 451, mentre la ferritina è a 259.
Tutti gli altri esami del sangue sono normali (emocromo +fl, ves, ALT/GOT, Gamma-GT, Colesterolo, PCR, Creatinina).
Ho fatto una colonscopia che era tutta negativa esattamente 2 anni fa.
Cosa posso fare per questa nausea?
Posso associare altri antinausea per aiutare?
Pensare che debba rifare la colonscopia?
E inoltre vorrei sapere se posso reintrodurre un altro antisecretivo (in passato avevo usato senza problemi esomeprazolo e anche lansoprazolo).
Grazie per chi vorrà darmi un consiglio, sono abbastanza disperata, sia per il fatto che questa nausea non passa mai sia perché non so come fermare il dimagrimento, perché ogni volta ho paura di mangiare visto che quando mangio poi mi torna la nausea.
Saluti
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 6.7k 205 66
È probabile che con una incontinenza cardiale di grado Hill III ci sia un reflusso duodeno-gastro-esofageo.
L'approccio terapeutico in questa ipotesi richiede innanzitutto l'assunzione di posizione di riposo notturno antireflusso (antitrendelenburg) che si ottiene sollevando la testata del letto di 15-20 cm (non con i cuscini o materasso, ma ponendo un rialzo sotto i piedini del letto dalla parte della testa in modo da realizzare un piano leggermente inclinato).
Come farmaci sino indicati i procinetici (per esempio il domperidone, che ha già utilizzato): l'accorgimento necessario è quello di assumere il farmaco 20-30 minuti prima del pasto e non immediatamente prima perché sia pienamente efficace.
Ulteriore giovamento viene dall'uso di agenti protettivi della mucosa dopo i pasti e prima di andare a letto, come il sucralfato, che ha già usato (in alternativa alginato, poliprotect).
L'assunzione di farmaci inibitori della secrezione acida (rabeprazolo e simili) non sono di utilità in questa circostanza.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2]
Utente
Utente
Grazie, dottore, per la cortese e rapidissima risposta. Se ho capito bene la mia terapia le pare corretta:
- eliminazione antisecretivo
- peridon 20-30 min. prima dei due pasti principali
- riopan 4 volte al dì dopo i pasti;
- deursil 450 retard la sera (su questo lei non si è pronunciato)

Devo però organizzare il rialzo del letto, lo farò senz'altro.
Le chiedo però:
1) quanto ci metterà questa cura a fare effetto ? MI preoccupa che all'inizio la cura con Plasil abbia funzionato per 20 giorni circa e poi abbia smesso di funzionare. Per quale motivo secondo lei ? Comunque questa volta non peggiorerà, spero...
2) è possibile che il Riopan mi dia fastidio ? Spesso quando lo prendo mi dà subito fastidio allo stomaco e un po' di nausea. Mi avevano detto che è specifico per il reflusso biliare, ma mi pare di capire che lei trovi più efficace antepsin oppure alginato, poliprotect;
3) spesso dopo un'ora dai pasti mi capita di sudare senza ragione... fa parte dello stesso problema ?
4) non occorre quindi effettuare ulteriori indagini alla luce della calcprotectina a 451, e della ferritina a 259 ?
5) invece i sequestranti delle vie biliari potrebbero essere utili oppure no ? Il deursil che io prendo serve a qualcosa ?
Grazie ancora, cordialità
[#3]
Utente
Utente
Dimenticavo: continuo a dimagrire, e la cosa mi spaventa molto. È chiaro che mangio poco perché ho sempre la nausea, ma quando ero a dieta non sono mai dimagrita così. Mi devo preoccupare? A un certo punto smetterà?
[#4]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 6.7k 205 66
Sul deursil non ho scritto nulla perché è ininfluente. Non è un sequestratore di sali biliari. Le molecole che invece sequestrano sali biliari (colestiramina) hanno spesso come effetto collaterale la comparsa di bruciore di stomaco.
Il magaldrato è in genere più utile per il reflusso acido, alginato o mpoliprotect (a dosaggio pieno) potrebbero darle maggior giovamento.
La sudorazione potrebbe essere un effetto riflesso vagale (conseguente al disturbo gastroenterico).
Per quanto riguarda gli esami di laboratorio alterati, è opportuno ripeterli per conferma prima di procedere con ulteriori accertamenti. In questo caso è opportuna la visita specialistica gastroenterologica.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#5]
Utente
Utente
grazie mille dottore. Deduco che la perdita di peso lei non la consideri così significativa, anche se a me preoccupa molto. Allora, se ho capito bene, devo ripetere gli esame delle feci e del sangue e poi vedere se proseguire con altri accertamenti. Proverò mpoliprotect, intanto ho ripristinato sucralfato e abbandonato il riopan.
Quanto tempo lei pensa che ci voglia ancora per vedere che la cura funzioni ? Ormai sto male da un mese e mezzo...
Mi piacerebbe fare una visita con lei, ma ho visto solo lo studio di Como ? Lei ha altri studi, magari a Milano, oppure è disponibile per un teleconsulto ? grazie, cordialità
[#6]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 6.7k 205 66
Occorrerà almeno qualche settimana.
I recapiti degli studi e delle città di ogni professionista di Medicitalia sono disponibili sulla scheda di ciascuno
https://www.medicitalia.it/alessandro.scuotto/

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto