Utente
Buongiorno, ho 26 anni, ormai sono a due settimane di ritardo del ciclo (se fosse stato puntuale, sarebbe dovuto iniziare il 21 novembre! Il precendente arrivato con una settimana di ritardo, è iniziato il 25 ottobre e terminato il 30 ottobre), per togliermi ogni dubbio ho fatto un test di gravidanza questo weekend, che è risultato negativo, ma lo sapevo già dato che ho avuto rapporti protetti, ma volevo vederlo scritto. Il 10 novembre con l'ecografia TV il ginecologo aveva visto che ho entrambe le ovaie multifollicolari e che l'ovulazione era avvenuta. Ora mi chiedo perchè non mi è ancora iniziato il ciclo? Può essere dovuto alle ovaie multiffolicolari? Oppure al forte periodo di stress che sto vivendo? In questi giorni ho avuto episodi con dolore alle ghiandole mammarie molto forte, pensavo mi sarebbe iniziato, invece nulla, sono un po' delusa e spaventata da cosa potrei avere e questa situazione mi causa molta ansia. Chiedo se potete darmi qualche delucidazione. Grazie mille

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Ritengo che il problema sia legato all'ovaio multifollicolare ed allo stress. Sarebbe opportuno eseguire anche dosaggi tiroidei e prolattina per avere un quadro preciso della situazione, quindi pensare ad eventuale terapia per regolarizzare il ciclo
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta. Un'altra cosa: il dolore alle ghiandole mammarie può significare che presto mi inizierà il ciclo? Il ginecologo mi aveva prescitto degli esami ormonali da eseguire il terzo o il quinto giorno di ciclo, tra quelli aveva messo anche la prolattina. Non ho ancora eseguito nulla perchè il ciclo non mi è ancora arrivato e ormai sono a due settimane di ritardo, non ne posso più! Per la tiroide mesi fa avevo eseguito degli esami del sangue e non c'erano problemi a riguardo, ritiene di eseguirli di nuovo anche se intorno a marzo o aprile (non ricordo di preciso) la tiroide era risultata nella norma? Grazie mille. P.S. dopo la fine delle scorse mestruazioni ho avuto intorno ai giorni 8-9-10 novembre un po' di spotting, può essere sempre dovuto alle ovaie multifollicolari? Il ciclo volente o nolente prima o poi arriverà? Aggiungo anche che il ginecologo mi aveva dato Progeffik da prendere dal 16esimo al 25esimo giorno di ciclo per regolarizzarlo, però non avendo ancora avuto il ciclo non ho potuto assumere nulla. Grazie

[#3] dopo  
Utente
Aggiungo che negli ultimi 3 giorni mi si somo ginfiate anche le ghiandole sotto il mentpo (suppongo siano quelle salivari). Può essere dovuto come riflesso del fatto che ho le ghiandole mammarie molto gonfie e doloranti? Ho anche un leggerissima sensazione di nausea in diversi momenti della giornata, ma mai sfociate in vomito, resta solo una leggerissima sensazione. Grazie mille

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore, mi sono accorta poco fa che finalmente il ciclo mi è iniziato. Chiedo una cosa, dato che gli esami sugli ormoni (non ricordo di preciso come si chiamano, ma lei lo sa di sciuro), devo farli il terzo o il quinto giorno del ciclo, e dato che il terzo giorno è giovedì, quindi l'immacolata, ed essendo giorno di festa gli ambulatori saranno chiusi, se li faccio venerdì cambia qualcosa? Sarebbe il quarto giorno. Inoltre il Progeffik dà molti effetti collaterali? Ho già l'intestino che ogni tanto fa le bizze, spero non causi stitichezza e non faccia davvero aumentare di peso. Grazie

[#5]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Puo' fare il prelievo ven.
Il farmaco essendo un progestinico potrebbe peggiorare una condizione di stipsi, ma null'altro
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#6] dopo  
Utente
E' proprio la stipsi che temevo, una cosa però per quale motivo sul foglietto illustrativo sono riportati effetti collaterali come, vertiggini, aumento o perdita di peso, ingrossamento delle mammelle, spotting, ecc...ma non stipsi? non parla proprio di problemi a liveloo gastrointerstinale. Nel caso dovessi avere stispi o uno qualunque degli altri effetti, il farmaco si deve sospendere? Inoltre, nel caso io continuassi per tutto l'arco di tempo nel quale devo assumerlo, una volta cessata l'assunzione, stispi e quant'altro sparirebbero entro breve tempo? Grazie in anticipo

[#7] dopo  
Utente
Aggiungo una domanda: da circa due giorni fa e ancora oggi ho una leggera sensazione di nausea, mai sfociata in vomito, oggi anche un po' di mal di testa strano, nel senso un tipo di dolore mai provato prima. Può essere tutto riconducibile al ciclo che mi è iniziato, e qualche giorno fa perchè stava per arrivarmi? Grazie

[#8]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Per la stipsi puo' aiutarsi con una alimentazione adeguata o con un blando lassativo. E' un effetto temporaneo che si risolve con la sospensione della terapia
La sintomatologia riferita puo' essere di tipo premestruale
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#9] dopo  
Utente
La ringrazio. Io normalmente utilizzo lo Psyllogel che mi aiuta nell'evacuazione. Le pongo alcune domande a riguardo del problema a cui potre andare incontro:

1- Lo Psyllogel può essere utile o abbastanza anche per quando userò Progeffik? Oppure è necessario un lassativo vero e proprio? Esempio Movicol? (che peraltro non so se è forte o meno e nemmeno se causa aasuefazione).

2- Se il Progeffik lo utilizzassi via vaginale piuttosto che orale, avrei comunque problemi di stispi?

3- Dovendolo assumere per 4 cicli, la stispi potrebbe diventare pesante?

4- Infine per quale motivo sul foglietto illustrativo hanno scritto molto altri effetti indesiderati tranne quelli gastrointestinali?

Mi scusi per le tante domande, ma non essendo io un medico e non sapendo a cosa potrei andare incontro, mi preoccupo un po'.
Grazie mille e buona giornata

[#10]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
1- puo' utilizzare il prodotto citato
2- probabilmente si
3- solo nei gg di somministrazione del famaco
4- non si tratta di un effetto collaterale degno di nota, ma di un effetto indesiderato che puo' manifestarsi, come avviene talora nel normale ciclo mestruale in fase luteale
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno, normalmente non riscontro su me stessa una particolare stipsi proprio nella fase luteale, mi succede a volte non per forza legata a questa fase. Detto ciò, è molto probabile mi succeda con l'uso del progeffik? Oppure può anche non avvenire? Chiedo perchè alla mia domanda di "stispi pesante" mi ha risposto che può avvenire nel periodo di utilizzo del farmaco, ma 10 giorni di stipsi pesante, ti disintegrano! Il ginecologo me l'ha prescritto a causa di un po' di spotting. Mi è successo nel periodo tra un ciclo e l'altro e per due cicli consecutivi. A cosa può essere dovuto lo spotting? Intanto sto attendendo l'esito degli esami del sangue effettuati venerdì. Da quelli si può capire meglio? Grazie mille

[#12]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Potrebbe accadere che non si verifichi nessun problema, la reazione a qualunque farmaco e' soggettiva, Riguardo alle cause dello spotting ho risposto in replica 1
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#13] dopo  
Utente
Buonasera, innanzitutto grazie per la sua risposta.
Ho fatto ritirare gli esami del sangue effettuati venerdì, da un familiare, in quanto non mi trovo a casa ora, e mi sono fatta dire l'esito per telefono.
Non so se ho capito bene, tuttavia le riporto quanto ho capito:

Prolattina: basale: 336, dopo 30 min: 296 (intervallo 102-496)

LH: 5,5 (intervallo 2,4-12,6)

FSH: 7,1 (intervallo 3,5 - 12,5)

Beta estradiolo: 210,6

Poi mi è stato riferito che vicino al valore del beta estradiolo c'erano una serie di intervalli che qui riporto, ma che non so se si riferiscono al beta estradiolo:

Fase follicolare: 46-60

Picco ovulatorio: 315-1828

Fase lutenica: 161 -764


Tuttavia ripeto non so se ho capito bene ciò che mi è stato riferito e nemmeno i termini esatti.
A parte ciò, da questi risultati cosa emerge? Si può capire il motivo dello spotting, delle ovaie multifollicolari e del ciclo molto lungo?

Nel caso i risultati sentiti via telefono fossero diversi, stasera a casa ci guardo e domani glieli riscrivo, intanto le chiedo se può spiegarmi questi riportati nel mio messaggio.

Grazie mille, cordiali saluti

[#14] dopo  
Utente
buongiorno, Le riscrivo qui i risultati emersi dalle analisi del sangue, in quanto come pensavo, al telefono non avevo capito bene ciò che mi era stato riferito, quindi non tenga conto del messaggio inviato ieri, ma di questo che riporto ora:

Prolattina: 336 mU/L (102-496)
dopo 30 min: 296 mU/L


LH: 5,5 U/L
Fase follicolare: 2,4-12,6
Picco ovulatorio: 14-95,6
Fase lutenica: 1-11,4
Menopausa: 7,7 - 58,5


FSH: 7,1 U/L
Fase follicolare: 3,5-12,5
Picco ovulatorio: 4,7 - 21,5
Fase lutenica: 1,7 - 7,7
Menopausa: 25,8 - 134,8

Beta estradiolo: 210,6 pmol/L
Fase follicolare: 46-60
Picco ovulatorio: 315-1828
Fase lutenica: 161-774
Menopausa: 10-201

Quindi ripropongo la domanda di ieri: da questi risultati cosa emerge? Si può capire il motivo dello spotting, delle ovaie multifollicolari e del ciclo molto lungo?

Infine non capisco come si debbano leggere i valori di LH, FSH e beta estradiolo in quanto hanno diversi intervalli vicini.

La ringrazio. Cordiali saluti



[#15]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Le analisi risultano sostanzialmente nella norma, risulta un estradiolo piuttosto alto in relazione al periodo del ciclo (credo che abbia fatto il prelievo entro il 5 g). Questo deve essere valutato insieme allo stato delle ovaie quindi puo' essere giusta la terapia prescritta. Il dosaggio a giudizio del suo ginecologo potrebbe essere ripetuto il prossimo mese
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#16] dopo  
Utente
La ringrazio. L'estradiolo alto cosa comporta? Il prelievo l'ho effettuato il quarto giorno del ciclo. Grazie mille

[#17] dopo  
Utente
Volevo anche aggiungere una cosa: gli esami del sangue sulla tiroide li ho fatti qualche mese fa (non ricordo se marzo o aprile), erano risultati a posto. Ritiene sia il caso di ripeterli o sono abbastanza quelli già eseguiti? Grazie mille

[#18]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
L'estradiolo alto puo' rappresentare uno stato di iperestrogenismo relativo (aumento di ormoni estrogeni) che puo' portare allo spotting e quindi puo' essere utile compensare con la somministrazione di un progestinico
Le analisi della tiroide possono andar bene
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#19] dopo  
Utente
Grazie mille, gentilissimo. Le faccio qui una serie di domande, mi scusi ma voglio solo togliermi ogni dubbio:
1- Chiedevo cosa comportava l'estradiolo alto in quanto leggendo in intertnet riportavano che poteva essere causa di cisti ovariche, ma non so se è vero o meno, quindi chiedo a lei se è possibile anche questo oltre allo spotting. L'unica cosa riscontrata nell'ecografia TV erano le ovaie multifollicolari.
2 - L'aumento di estrogeni oltre a poter causare lo spotting, può far aumentare la peluria sul corpo, aumento di pese o dolore alle mammelle? Oppure cos'altro può causare? Io non ho mai sofferto di peluria sul corpo, e nemmeno problemi di peso. Dolore alle mammelle mi viene solitamente prima del ciclo e a volte, raramente anche in altre circostanze, ma è più un fastidio che un dolore, ad esempio mi è successo stamattina appena svegliata, ma ora non lo sento più, tuttavia dall'ecografia delle mammelle non è emerso nulla.
3 - Infine nel caso che non si somministri un progestinico (cosa che comunque assumerò) cosa può succedere con l'estradiolo alto?
4- Dopo 4 cicli con il progestinico i livelli di estradiolo torneranno nella norma?
5 - Una futura gravidanza può essere possibile con l'estradiolo alto?
6- l'ovulazione avviene comunque con l'estradiolo alto in fase follicolare?

Aggiungo nel caso possa servire, che l'anno scorso da un'ecografia TV mi avevano trovato un piccolissimo fibroma, con l'ultima ecografia TV effettuata a novembre di quest'anno invece non l'hanno più visto.

Grazie mille

[#20] dopo  
Utente
Aggiungo una cosa: se mi ha scritto che livelli alti di estradiolo possono causare spotting, dato che le analisi le ho fatte il quarto giorno di questo nuovo ciclo, e sono risultati appunto dei valori alti, vuol dire di conseguenza che avrò spotting anche questo mese? Grazie mille

[#21]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
E' difficile dare risposte assolute e definite alle sue numerose domande senza una valutazione clinica completa, comunque cerco di rispondere
1- nel suo caso no
2- l'aumento di peluria puo' essere dovuto ad aumento di ormoni androgeni (per lei si tratta di estrogeno)
3- difficile dare una risposta assoluta
4- impossibile saperlo con certezza
5- si
6- difficile dare una risposta assoluta, bisognerebbe monitorare gli ormoni (estrogeno e progesterone) e lo sviluppo follicolare
7- difficile prevederlo, forse si
L'estradiolo alto potrebbe risultare normale se lo ripetesse il prossimo mese (non e' detto che lei lo abbia sempre alto)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#22] dopo  
Utente
Grazie mille per le risposte, molto gentile, mi ha tolto molti quesiti. Solo un'ultima cosa, alla domanda 3 mi ha risposto "difficile dare una risposta assoluta", ma tra le varie conseguenze di una non somministrazione di progestinico, cosa può succedere? Intendo non risposta assoluta ma in generale tra le verie cose. Infine scusi la mia ignoranza in materia, ma quindi gli estrogeni non sono androgeni e di conseguenza non mi causano aumento di peluria, in quel senso intendeva giusto? Grazie mille, cordiali saluti

[#23]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Il progestinico serve a bilanciare l'effetto degli estrogeni, altrimenti si puo' avere spotting o cicli corti.
Giusta la seconda osservazione
Credo di aver risposto ai suoi numerosi quesiti
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#24] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore la ringrazio davvero tanto, non mi mandi a quel paese ma ho un'ultima domanda da porle: sono al dodicesimo giorno di ciclo, oggi e già da ieri mi si sono gonfiate le ghiandole sotto il mento (suppongo quelle salivari) non molto, ma tanto basta per darmi fastidio e un leggerissimo dolore, in più sento pizzicare un po' il seno, anche se visivamente non lo vedo gonfio. Ieri sera inoltre ho notato leggerissimo sangue sulla carta igienica, stamattina ed ora non si vede più nulla. Tutti questi sintomi possono essere riconducibili ancora all'estradiolo alto? Più che il sangue (che mi aveva già detto che può essere causato dall'estradiolo alto), le ghiandole dolenti (peraltro le ghiandole sotto il mento gonfie e doloranti le ho avute anche qualche giorno prima dell'inizi del ciclo insieme al dolore all ghiandole mammarie che in quel caso erano gonfie, una volta cominciato ill ciclo si erano sgonfiate sia quelle sotto il mento che quelle mammarie) possono essere anche loro una conseguenza dei livelli di estradiolo che ho riscontrato? Infine lei mi ha parlato che livelli alti di estradiolo possono causare, oltre a spotting, anche cicli brevi, ma a me non sono mai successi, se mai i miei cicli sono sempre lunghi, per quale motivo? Grazie mille, mi scusi per il disturbo dopo tutta la pazienza che ha avuto con me. Cordiali saluti

[#25] dopo  
Utente
Alla fine ho scoperto che il dolore e gonfiore alle ghiandole salivari era attribuito alle placche in gola. Tuttavia non mi spiego perchè anche prima che iniziasse il ciclo queste ghiandole si erano gonfiate (assieme alle ghiandole mammarie che è normale si gonfino nel mio caso almeno). C'è una correlazione tra le due ghiandole? Grazie e mi scuso ancora per l'ennesima domanda

[#26]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Ritengo che non vi sia alcuna correlazione, ma si trattava di uno stato di malessere generalizzato (stagionale)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#27] dopo  
Utente
Grazie mille e auguri di buon Natale e buon anno

[#28] dopo  
Utente
Buongiorno sono di nuovo qui per porle un'altra domanda, ieri il ginecologo mi ha prescritto la pomata Gyno Canesten per alleviare un fastidioso prurito intimo che avevo da due giorni. L'ho usata per la prima volta ieri sera ed ho notato che durante la minzione sento una sensazione di calore. Cosa che non mi succedeva prima dell'applicazione della pomata. Questa sensazione di calore è dovuta alla pomata Gyno canesten? Dopo quanto tempo dalla fine della somministrazione, passano gli eventuali effetti indesiderati? Infine dopo quanto tempo dalla sospensione della crema posso avere rapporti con il mio ragazzo? Grazie mille

[#29]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
La sensazione puo´essere dovuta alla crema o alla presenza di eventuale infiammazione, l´effetto e´legato al tempo di somministrazione della terapia. Puo´ avere rapporti protetti con il partner
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#30] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio. Ieri poi ho telefontato anche al mio ginecologo il quale mi ha risposto che probabilmente la sensazione di calore è dovuta al fatto che sono sensibile a qualche componente, quindi mi ha detto di sospendere la Gynocanesten e continuare con la pomata Travocort che avevo già a casa. Ritiene sia corretto? Quando mi ha scritto "la sensazone può essere dovuta alla cream" intende anche lei che sono sensibile a qualche componente probabilmente? Grazie mille

[#31]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Potrebbe trattarsi di sensibilitá alla crema, provi con la nuova terapia e vedremo se ci saranno dei benefici
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"