Induzione al parto?

Salve, sono in attesa della mia prima bambina e sono precisamente a 36+6 settimane di gravidanza, fino ad ora eccetto per l anemia é stata una gravidanza serena senza alcuna complicazione.
Al settimo mese il ginecologo mi ha prescritto ovuli di progesterone perché secondo lui poteva avviarsi prima il parto terapia che è stata sospesa all inizio dell ottavo mese.
Ieri al controllo la bambina aveva un peso di 2500kg premesso che io Sn fisicamete molto esile e sia il livello di liquido che la flussimetria sono nella norma secondo il ginecologo la bambina cresce con un ritardo di quasi 2 settimane.
Ho fatto già un tracciato dove non si é evidenziata nessuna sofferenza fetale ne tantomeno alcun accenno alla dilatazione.
Il ginecologo mi ha proposto tra 10 gg il ricovero per l induzione al parto prima tramite olio di ricino poi successivamente con altri metodi se il primo non dovesse funzionare.
Ora mi chiedo é una pratica giusta se la bambina non ha problemi pur essendo più piccola potrei comunque aspettare il termine naturale della gravidanza che ha scadenza 19 maggio e sopratutto con un collo dell utero non appiattito si può procedere cmq all induzione pure se tra 10 giorni sarei a 38+1 settimane?
Spero di essere stata chiara ringrazio per un eventuale risposta
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.3k 1.4k 190
Non comprendo le motivazioni che inducono il Collega alla stimolazione di parto in una gravidanza condotta senza problemi . Mi sembra fisiologico attendere le 40 settimane (data presunta del parto ) se non insorgono complicazioni o eventi (vedi rottura prematura delle membrane ) che consigliano un ricovero per l'espletamento del parto.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio per la sua risposta, anche io ho chiesto la motivazione di perché tale procedura domanda a cui lui però non ha dato risposta limitandosi semplicemente a dire che facendo così si sente più tranquillo, tranquillità che ha tolto a me praticamente caricandomi di ansie inducendomi a questo punto anche a valutare di cercare un altro ginecologo disposto a seguirmi in queste ultime settimane