Utente 514XXX
Buonasera,
Nel 2011, a causa di mal di testa e di forti vertigini, 20/30 al giorno sin da quando piccola, ho fatto una risonanza magnetica ove si è riscontrato una ciste aracnoidea nella fossa cranica sinistra. Ad oggi io soffro ancora di forti mal di testa, abbastanza invalidanti, in quanto mi sveglio quasi tutte le mattine con forti mal di testa, alcune volte durante la giornata mi passano, altre non riesco ad alzarmi dal letto perché come mi muovo mi vengono forti fitte e mi devo tenere la testa per attenuarle. Ho fatto visite per la vista dove mi è stata riscontrata un Po di miopia, ho fatto risonanza magnetica a tutta la spina dorsale dove mi sono state riscontrate due ernie alla L4-L5 e una L5-S1, con cifosi, iperlordosi e una leggera scoliosi, e con un ristrengimento all'altezza della L5-S1. Sono stata al centro cefalee infantile nel 2012 dove mi sono state prescritte delle gocce per dormire, in quanto dormivo realmente poco, ma con nessun miglioramento per il mal di testa, ad oggi l'unica cosa che mi allevia un po il dolore è l'oki, ma non me lo fa passare, e nell'ultimo periodo anch'esso non fa più molto effetto. A Giugno ho partorito e non riesco a prendermi cura della bambina per colpa di questi mal di testa. Ora la mia domanda è, questi mal di testa possono essere causati dalla ciste o dovrò scavare più a fondo per trovare una risposta? Se è causata dalla ciste, con un eventuale operazione può migliore?

La ringrazio in anticipo per la risposta e le auguro buone feste.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una cisti aracnoidea è di solito asintomatica e viene riscontrata per caso alla RM encefalica effettuata per altri motivi.
Tuttavia se raggiunge dimensioni notevoli può diventare sintomatica.
Lei conosce le dimensioni? Ha il referto da copiare?
Riguardo la cefalea, ha una diagnosi di tipo, per es. emicranica, tensiva o altro?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro