Utente 518XXX
Salve, vi spiego il mio problema. Praticamente un giorno di ottobre ero in giro con amici, dopo aver bevuto un caffè ad un bar e fumato una sigaretta, mi vado a fare un giro. Ad un certo punto ho un singhiozzo che mi stringe ogni parte interna, compreso il cuore(purtroppo non so come spiegarlo ma è come se il cuore si fosse fermato). Ad un certo punto inizio ad avere un dolore forte al cuore ed era come se la pressione fosse scesa al minimo con una sensazione di svenimento. Risolvo tutto con un po' di zucchero, e passa tutto. Dopo circa una settimana inizio ad avere problemi di sonno, non ho più dormito per circa 3 settimane, il tutto viene accompagnato da uno stato confusionale e da un problema alla vista in quanto ho iniziato a vedere le luci più intense insieme a una sensazione di irrealtà, come se non fossi nel mio corpo. Decido di andare al pronto soccorso, faccio analisi del sangue e risulta tutto nella norma. Porto le analisi al mio medico curante, nonchè neurologo e mi dice che è tutto ok. Dopo un 3, 4 visite dal mio neurologo, decide di prescrivermi la melatonina per dormire. Dato che questa non ha avuto mai effetto, ritorno e mi prescrive il minias pillole(1mg a sera). Bhe si funziona , rirorno a dormire però c'è un problema, il senso di confusione mentale, come una riduzione di lucidità, non passa mai. Ritorno dal neurologo verso i primi di dicembre e mi prescrive integratori Gliatilin. Beh che dire, mi sono sentito meglio dal 24 dicembre, giorno in cui ho avuto una crisi e sono scoppiato a piangere, perchè avrei voluto capire cosa avessi, ma non lo sapevo. Sono stato bene fino al 6 gennaio, ma dal 7, giorno di rientro in università, ho iniziato a riavere i sintomi con l'aggiunta di un sintomo strano. Premetto che soffro di miopia, ma all'occhio sinistro ho inizjato a vedere una mosca volante nera abbastanza intensa al movimento oculare ed inoltre è da 2-3 giorni che ho una leggera sensazione di nausea.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
dalla sua articolata descrizione della sintomatologia emerge che stia presentando un disturbo nella sua capacità di concentrazione che può attendibilmente essere ascritta a debito di sonno che causi una eccessiva sonnolenza diurna. Posso suggerirle di attenersi alle norme dell'igiene del sonno più che assumere ipnoinducenti o derivati benzodiazepinici. Al riguardo, può trovare maggiori particolari nel mio articolo di cui le accludo il link:

https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/200-disturbi-sonno.html
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 518XXX

Salve dottore grazie dell'articolo da lei scritto. Ci tenevo a dirle che mi sono scordato di dirle che ho iniziato il minias il primo di dicembre e sospeso il 23/24 dicembre. Mi ha aiutato molto a riprendere a dormire dato che non chiudevo occhio ma non potevo continuare a prendere questi ipnotici, sapevo che mi stavo facendo del male. Cosi il 23 ho deciso di sospenderle anche perchè non volevo affrontare le feste in una condizione di confusione, perchè si, mi hanno aiutato molto a riprendere il sonno ma hanno aumentato lo stato di confusione e perdita di lucidità. il 24 ho avuto una crisi di pianto perchè sentivo ancora questo senso di confusione e non sapevo a cosa fosse dovuto ma il sonno si era regolarizzato e non prendevo piu' le pillole ormai. dal 25 al 6 gennaio sono stato bene, ho dormito bene e lo stato di confusione era andato via. Il 7 con la ripresa delle lezioni universitarie ho iniziato a risentirlo: occhio pero' perchè il sonno è del tutto regolare quindi non so a cosa possa essere associato. Inoltre da 2 giorni ogni tanto ho una sensazione di nausea e all'occhio sinistro una mosca volante diciamo molto intensa che non va via. Cosa mi consiglia di fare? Posso stare tranquillo?