Utente 518XXX
Ho 27 anni e circa un mese fa mia madre è tornata a casa dopo una visita con una diagnosi di tumore al seno. Per tutta la giornata ho visto tutto nero. Non sono riuscito ad alzarmi dal letto. Da lì in poi è stato un crescendo: dopo qualche giorno di studio intenso e di poco sonno una mattina ho notato un tremore alle mani più intenso nei pollici quando cercavo di utilizzare il telefono.in seguito alla ricerca di questo sintomo su internet potete ben immaginare cosa si è scatenato in me. Sono di base ansioso e paranoico/ipocondriaco. Col passare dei giorni sempre più sintomi della malattia (almeno me ne sono convinto man mano) si sono presentati. Parestesie al risveglio pur non avendo dormito sul braccio o con le gambe accavallate. Pungiture a mani e braccia. Tremori simili a pulsazioni ai muscoli di avambracci, cosce, piedi e generalmente dappertutto. Mi sento spesso intontito e a volte faccio fatica a trovare le parole giuste per parlare. Mi si impasta il linguaggio e utilizzo parole che non c'entrano con la frase (per esempio ieri a lavoro ho detto Philadelphia al posto di mayonese). Sto cercando di tenermi calmo considerando la somatizzazione ma certe cose che sento mi fanno davvero pensare male. Stamattina mi sono svegliato nel panico perché il braccio sinistro sembrava morto e mi ci è voluto più del solito per farlo tornare normale. Da stamattina noto un dolore alla base del bicipite sinistro. I "sintomi" sono infiniti vanno dalla vista doppia o che si abbassa alla mancanza di equilibrio ma mi limito ad elencarli così perché non basterebbe un libro intero. Alla fine dell'estate sono stato dal dermatologo che mi ha diagnosticato dei condilomi. Il solo avermi accennato a possibile presenza di questi in coloro che contraggono hiv mi ha terrorizzato. Più tempo passava e più sentivo vari sintomi che confermavano il tutto. La mia ragazza (è una angelo sceso in terra) mi ha supportato nonostante il mio mood paranoico quasi ossessivo e ha fatto il test con me. Entrambi negativi e sono riuscito a tirare un sospiro di sollievo. Vi sto scrivendo più per cercare uno spiraglio di luce che per il fatto di non sapere che fare. perché sono terrorizzato. Domani prenoto una visita dal neurologo nella speranza che mi confermi la mia somatizzazione e ipocondria.

Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è evidente che un così gran numero di sintomi non possono fare pensare una SM, si tranquillizzi, sono solo somatizzazioni.
Ovviamente è corretto effettuare la visita neurologica anche per una Sua tranquillità ma, sinceramente, non vedo nulla della malattia che teme.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 518XXX

Salve dottore.
Vorrei convincermi che siano solo somatizzazione ma stanotte non ho chiuso occhio. Appena mi sono messo a letto gli avambracci mi causavano disagio "pre arti addormentati" . Infatti quando restavo fermo per cercare di prendere sonno sentivo intorpidirsi il mignolo e l anulare di entrambe le mani. Questa sensazione andava via solo muovendo le mani. Ma una volta ferme la sensazione di intorpidimento riprendeva. Ho pensato a ieri pomeriggio quando per recuperare un foglio caduto dietro un mobile mi è venuto un crampo davvero doloroso nel tentativo di allungare il braccio. Ho pensato ad una carenza di potassio e che forse tutto ciò è solo il risultato di mancanza di alcuni sali minerali causata da stress + caffè. Quindi stamattina presto disperato in cerca di sonno ho mangiato una banana e mi sono rimesso a letto. Sicuramente mi sono lasciato suggestionare dalla cosa ma sono riuscito a prendere sonno per qualche ora. Vi scrivo ancora per chiedervi la cortesia di aiutarmi a capire e a mettere ordine in questa situazione che mi sta togliendo forza vitale. Non sono riuscito ad andare in università questa mattina per la nottata passata.
Oggi pomeriggio contatterò un neurologo che mi hanno consigliato (ieri non era in studio). Nel frattempo e nei limiti di un consulto limitato ed online ringrazio in anticipo per il tempo che vorrà dedicarmi.

[#3] dopo  
Utente 518XXX

Aggiungo inoltre che mi basta dormire supino con le mani poggiate sul petto per svegliarmi con le mani intorpidite. Quando stendo le braccia o muovo le mani i intorpidimento svanisce. Idem per le gambe. Mi basta dormire di lato perche si addormentino come gli avambracci.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"quando restavo fermo per cercare di prendere sonno sentivo intorpidirsi il mignolo e l anulare di entrambe le mani. Questa sensazione andava via solo muovendo le mani" questa sensazione indica soltanto una possibile compressione sul nervo ulnare.
Non vedo problemi importanti considerate le modalità d'insorgenza e di remissione dei sintomi anche agli arti inferiori.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro