malattia neurodegnerativa dopo operazione chirurgica ?

Salve, sono un ragazzo ragazzo di 23 anni che ha terrore di avere la sla.
Circa fine gennaio ho avuto due attacchi di appendicite uno pochi giorni l'altro.
Da quel momento in poi per un mese ho avuto dolore, se toccavo, nella zona dell'appendice, accompagnata da sintomi tipici dell'appendicite.
Ad inizio marzo sono stato ricoverato e sono stato operato il giorno dopo.
Pochi giorni prima del mio ricovero ho iniziato a sentire tremori alle dita delle mani (facevo fatica ad usare il telefono ad esempio), ma pensavo fosse legato al fatto che fossi stressato per l'appendicite, quindi non ho riferito nulla.
sono rimasto nell'ospedale per una settimana dall'operazione e li mi sono stati dati antidolorifico, antibiotico, lexotan (due notti), amorfina (una notte) e eparina.
l'esame istopatologico che ho ricevuto da pochi giorni parla di appendicite acuta ascesualizzata.
la flogosi è estesa al margine di resenzione.
Quando sono stato dimesso il tremore alle dita è rimasto insieme alla tachicardia, a cui si è aggiunto dopo un po debolezza all'arto inferiore destro e rigidità (riesco ancora a camminare).
Per questo motivo mi sono recato al pronto soccorso dove mi hanno fatto gli esami del sangue (normali) l'elettrocardiogramma (normale tranne fc 120bpm).
mi hanno rimandato al dottore che mi ha dato lorazepam che sembra aver abbassato la tachicardia, ma non risolve altri sintomi: ciò mi fa pensare che non sia un disturbo ansioso ma neurodegenerativo.
nell'arco di pochi giorni a partire da aprile ho rigidità all'arto destro e la gamba destra.
forse ho uno strappo muscolare dietro la coscia destra.
l'ansiolitico potrebbe aver fatto diminuire le fascicolazioni ma non sono sicuro.
dovrò fare la visità del sangue e quella neurologica fra 10 giorni ma sono terrorizzato e mentalmente spossato (la appendicite che ho avuto non è stata semplice).
durante il mio ricovero e anche dopo ho passato il tempo ad autodiagnosticarmi con l'ausilio di internet: prima tremori essenziali, poi parkinson, fino ad arrivare alla sla in base ai sintomi che sento nel momento, Mi consigliate di muovermi o di stare a letto (la mia fc sale a 100 appena sto in piedi e va sui 70 quando sono sdraiato (con l'ansiolitico)).
secondo voi l'infiammazione prolungata all'appendice può provocare/facilitare la sla?
i sintomi da me descritti sono giustificabile con l'ansia?
secondo voi è sla?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Ragazzo,

stia tranquillo, non ha la sla né un'appendicite può causarla o facilitarla.
La sintomatologia è compatibile con uno stato ansioso.
Faccia serenamente la visita neurologica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve, la ringrazio per la rassicurazione, avrei altre domande. Nel caso i miei sintomi siano provocati da stato ansioso questi possono durare tanto tempo o si dovrebbero risolvere in pochi giorni? Questi sintomi,come ad esempio rigidità della gamba può provocare difficoltà nel movimento o si tratta solo di una sensazione? Oltre alle fascicolazioni che ho in tutto il corpo la rigidità è una somatizzazione dell'ansia? Stamattina mi sono svegliato e appena mi sono alzato la mia fc è salità a 130 battiti: a quale fc dovrei decidere di andare al pronto soccorso(mi era stata ipotizzata ansia).l'ansiolitico non dovrebbe risolvere questi problemi se sono legati all'ansia( li prendo da pochi giorni)? In questi giorni ho notato uno schricchiolio(non costante) delle articolazioni delle mani: da cosa può essere provocato?La ringrazio per la pazienza
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Una sintomatologia ansiosa ha una durata variabile, a volte senza un'adeguata terapia tende a peggiorare, qualche volta si risolve spontaneamente, la durata può anche essere di diversi mesi.
Gli ansiolitici non risolvono il problema se non in rare situazioni transitorie.
Ci aggiorniamo a dopo la visita neurologica.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve, vorrei informarla sulla mia situazione. Due giorni fa ho notato che la mia situazione è peggiorata. Ho iniziato ad avere problemi a focalizzare gli oggetti vicini quando sto in piedi e sto seduto (come inizialmente credevo). Oggi ho fatto la visita neurologica che è risultata negativa apparte rot ipervivaci sopratutto gli arti superiori,con minima prevalenza a sinistra.hoffman a destra.Romberg negativo.Contrattura trapezio superiore sn con tendenza alla altoposizione della spalla omolaterale.Apperentemente normoacusia. Sintomatologia multiforme in PZ con stress fisico recente.Minimi segni neutrologicio.Bassa PA differenziale.
Quando le ho parlato dei miei sintomi le ho detto della sintomatologia della vista. Tuttavia dopo mi sono accorto che se alzo la gamba debole (destra) mentre sono in piedi la vista torna normale(Quasi sempre). se metto gli occhiali da vista quando sono in piedi il problema si minimizza. Dopo che sono tornato a casa ho deciso di camminare un po e ho iniziato a sentire dolore forte alla gamba. Preouccupato sono andato al ps dove mi hanno fatto un esame che non ha dato nessun risultato significativo. il Medico che mi ha visitato mi ha detto che potrebbe essere sclerosi multipla( sulla base del nulla).Adesso sono a casa e sono caduto nel panico.La mia sintomatologia riferita al neurologo non era esattamente corretta, ma lei ha comunque escluso patologie neurodegenerative . La prima visità neurologica può escludere patologie neurodegenerative (in particolare la sm) anche se ho sbagliato quel dettaglio sulla vista e la gamba(di cui mi sono accorto dopo).La ringrazio per la pazienza.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve le scrivo per specificare meglio il mio problema.La vista mi diventa sfocata se tocco il tallone destro senza stare in piedi. é un sintomo neurologico (della sm) o c'è un problema più grave. Sono molto preouccupato.
[#6]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
È un sintomo strano, non neurologico.

Dr. Antonio Ferraloro

[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve, la ringrazio per la risposta tempestiva. Tempo fa,nella mia ricerca, mi ero imbattuto nella fibromialgia. Oggi ho notato che toccando i tender spots mi si offusca la vista.Può la fibromialgia dare questi sintomi ? La neurologa mi ha fatto fare il test del sangue per la celiachia. Potrebbe questa provocarmi parte dei sintomi? Mi ha pure consigliato di fare un rmn alla rachide cervicale? La faccio con urgenza?
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Il sintomo descritto non fa parte della fibromialgia né della celiachia.

Dr. Antonio Ferraloro

[#9]
dopo
Utente
Utente
Salve. la voglio aggiornare sul mio caso. Ho appena ricevuto i risultati dell'esame del sangue. Risulta una grave carenza di vitamina D (21<<55), vitamina b12 (232<239) folati (2.5<2.76). i miei sintomi sono questi adesso: formicolio al piede destro che va e viene(ma è presente costantemente),dolore alla gamba destra e fascicolazioni( non costante),talvolta dolore al tallone quando cammino. Alla gamba sinistra raramente formicolio al piede e fascicolazioni. fascicolazioni al braccio sinistro(anche destro) e debolezza/fatica mano destra (qualche volta prurito e rigidità del pollice ). dolore/pressione non particolarmente forte sotto entrambi gli occhi o pesantezza, naso che cola raramente. Senso di sbandamento accentuato quando sono seduto più che in piedi. So che i miei valori delle vitamine non sono il massimo ma la paura della sclerosi multipla è ancora forte, e le mie carenze non credo giustifichino tutti i sintomi. volevo chiederle se un ipovitaminosi presenta sintomi simmetrici e se una rmn encefalica senza contrasto può escludere la sclerosi multipla? La ringrazio per la pazienza.
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
La carenza di vitamina D causa sintomi bilaterali.
La RM encefalica negativa associata a quella midollare, anche senza mezzo di contrasto, purché ad alto campo magnetico, può escludere la SM.

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio