C'è qualcuno che mi potebbe spiegare il referto della rm all'encefalo?

salve sono una ragazza di vent'anni e sono molto in ansia per via di questi frequenti mal di testa intesi.
avverto pressione, bruciore in alcune parti della testa per ore.

non riesco a dare una spiegazione a questo tipo di problema.

, mi sento sempre molto stanca e demotivata nel fare il tutto quando mi vengono e ho sempre la paura costante di non ricordare le cose perchè questi mal di testa mi destabilizzano quasi sempre.

ho eseguito il 6 luglio una rm all'encefalo e alla cervicale e questo è il referto:
mi sento super in ansia perchè non riesco a interpretare bene cosa c'è scritto, ringrazio anticipatamente qualsiasi risposta.


Tecnica (encefalo):
Sono state eseguite sezioni su piani ortogonali dello spazio con sequenze T1 e T2 dipendenti.

TECNICA (colonna):
Sono state eseguite sezioni sul piano sagittale e trasverso con sequenze T1 e T2 dipendenti.

Esame RM eseguito in apparecchiatura da 1.0 T aperta.

In corrispondenza della sostanza bianca della regione frontale e parieto-peritrigonale si riconoscono
alcune piccole aree di alterato segnale caratterizzate da una iperintensità nella sequenza T2
dipendente.

Nella sequenza eseguita con tecnica di diffusione non si apprezzano alterazioni della diffusività
molecolare dell'acqua.

Non si osservano alterazioni del segnale del parenchima nervoso nella sequenza G.
E.T2 pesata
riconducibili a depositi emosiderinici.

Sono regolarmente rappresentati i grossi vasi della base cranica.

Il sistema ventricolare presenta forma e dimensioni regolari.

Le strutture della linea mediana sono in asse.

A livello della colonna cervicale si riconosce una verticalizzazione della curva fisiologica del rachide.

Non si osservano alterazioni a carico delle strutture ossee e discali.

I diametri del canale vertebrale sono regolari.

Il midollo presenta forma e dimensioni regolari senza alterazioni di segnale al suo interno.

Conto tenuto dell’età anagrafica della paziente e dei dati anamnestici l’ipotesi più verosimile è che le
aree di alterato segnale evidenziate a livello del parenchima cerebrale siano da ricondurre ad aree di
gliosi parenchimale esito di danno anossico frequenti nel soggetti emicranici.

Ad ogni buon conto il reperto deve essere valutato nel complesso del quadro clinico-anamnestico.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Ragazza,

come ipotizza il neuroradiologo è possibile che le piccole aree di alterato segnale siano causate da attacchi emicranici particolarmente violenti, tuttavia possono esserci anche altre cause, per es. il forame ovale pervio (FOP) o problematiche trombofiliche.
In ogni caso questo reperto non è responsabile della sintomatologia descritta.
Faccia vedere le immagini dell’esame al neurologo che La segue.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test