Trauma scroto testicolo

Buongiorno mio figlio di 23 anni ha subito un trauma al testicolo destro, al momento il medico ha riscontrato presenza di falda liquida di idrocele dx.
Mio figlio lamenta dolore ed è evidente un gonfiore all'emiscroto.

Il medico che ha effettuato dei controlli e un'ecografia e ha diagnosticato un idrocele reattivo.

La cura prevede 15 gg di antibiotico Unidrox 600 mg 1 cp al giorno e Lenidase 6 cp al giorno per 15 giorni.

E' previsto poi un successivo controllo
Vorrei un cortese parere sulla terapia prescritta e/o altri consigli
Grazie pe rl'attenzione e saluti
[#1]
Dr. Giuseppe La Pera Andrologo, Urologo 162 8
gentile Genitore , non ci ha dato notizie della risposta della ecografia circa le condizioni del testicolo né se la cute è integra o meno né eventuali esami culturali. La invito a leggere attentamente il foglietto illustrativo del farmaco PLURIFLOXACINA (qui purtroppo secondo le linee guida della piattaforma su ci scriviamo non possiamo citare il nome commerciale dei farmaci). Sul foglietto illustrativo verifichi sia le indicazioni che la durata. Per le indicazioni non trovo i traumi del testicolo ma solo vie urinarie e bronchiti per quanto riguarda la durata non capisco la ragione per la quale un trauma chiuso del testicolo (a cute integra ) debba essere somministrato e se somministrato perché per oltre 10 giorni in assenza di prove culturali che dimostrino sia l'infezione sia la suscettibilità dell'eventuale battere alla plurifloxacina.

Inoltre le segnalo un aspetto ancora più importante
La plurifloxacina appartiene alla categoria dei farmaci chinolonici e alcuni anni fa la Food and Drug admistration, l'ente di controllo americano sui farmaci, ha lanciato un avvertimento detto Warning, informando i medici che i farmaci Chinolonici vadano somministrati solo quando è dimostrato che gli eventuali batteri siano sensibili ai chinolonici o come seconda scelta quando i farmaci di prima scelta non possono essere somministrati (per esempio allergie ) questo perché è stato osservata una correlazione tra uso di chinolonici e rischio di aneurisma dell'aorta. In altre parole i vantaggi devono superare i potenziali rischi di contrarre altre patologie ben più importanti. Per quanto riguarda i traumi del testicolo nella Mia pratica clinica quando c'è un gonfiore oltre ad eseguire una eco doppler dello scroto ( che è qualcosa in più della semplice ecografia) consiglio sempre di eseguire LDH, alfa feto proteina e beta HCG. Inoltre andrebbe valutato lo stato di fertilità del ragazzo ma questo potrà farlo rivolgendosi al suo urologo / andrologo di fiducia. Mi tenga aggiornato

Dr. Giuseppe La Pera.
Specialista in Urologia ed Andrologia
www.giuseppelapera.it

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno e grazie per la sua risposta.

Due settimane prima del trauma al testicolo, mio figlio lamentava un leggero bruciore alla fine della minzione ed aveva fatto un esame delle urine con Uricoltura, risultata negativa.
L'esame delle urine era normale eccetto il valore dei Leucociti pari a 45 su una scala di
0-20 n/ l. Su cionsiglio del medico curante ha assunto il Peacist e il bruciore è scomparso.

Dopo pochi giornio ci ha parlato di questo trauma testicolare dx e da quì il consulto con l'urologo che ha effettuato la visita e le ecografie ai reni, vescica, prostata per via soprapubica ( tutte risultate nelle norma) e scrotale. Quest'ultima ha evidenziato :
"didimi ed epididimi bilateralmente normali per morfologia dimensioni ed ecostruttura. Presenza di falda liquida di idrocele destro" .
Ha quindi prescrittto, come già detto, 15 gg di Unidrox e 15 gg di Lenidase. La terapia antibiotica ci è stata consigliata a scopo di copertura da eventuali infezioni che potevano insorgere a seguito del trauma.

Ora il dolore è scomparso e il gonfiore estremamente ridotto.

A suo avviso è necessario fare comunque gli accertamenti che mi ha indicato nella sua risposta?

Grazie ancora per la sua attenzione e buona giornata
[#3]
Dr. Giuseppe La Pera Andrologo, Urologo 162 8
non sono in grado di dare una prescrizione da questa distanza; io le ho soltanto comunicato quale procedure in linea generale e non nel suo caso specifico io seguo nel caso di un trauma del testicolo inoltre le ho consigliato di verificare con il suo urologo di fiducia se la terapia antibiotica con questo farmaco vada o meno confermata per un periodo così lungo alla luce sia della situazione clinica del ragazzo che io non posso sapere con completezza e alla luce dei suggerimenti della FDA sull'uso dei chinolonici.

Dr. Giuseppe La Pera.
Specialista in Urologia ed Andrologia
www.giuseppelapera.it

[#4]
Utente
Utente
Grazie ancora
Gravidanza

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto