Utente 467XXX
Salve
Soffro ormai da un anno di prostatite cronica inizialmente batterica da eschericchiacoli poi debellata con cura antibiotica ma la prostata non ha mai smesso di darmi problemi. I sintomi che condizionano ormai da un anno sono dolore cronico ai testicoli e una maledetta eiaculazione precoce che mi sta rovinando la vita. Ho uno stile di vita controllato mi idrato molto quasi 3 litri al giorno mangio sano evitando tutti i cibi nocivi alla prostata vado a correre almeno 3 volte a settimana faccio spesso semicupi freddi ma ho poca attività sessuale per via del lavoro una volta a settimana più o meno. L'ultimo urologo che mi ha visitato mi ha detto che forme croniche come la mia non passano e bisogna conviverci questo mi ha distrutto mentalmente come rimedi per alleviare i sintomi mi ha dato il gabapentin per il dolore cronico da prendere per 4 mesi e il daparox 20 gocce anche questo per 4 mesi contro eiaculazione precoce dicendomi che è la stessa cosa del prilgy ma meno forte e continuativo per non vincolarmi a una pillola.
Le mie domande sono le seguenti
1 ho letto che daparox preso per molto tempo ha tanti effetti collaterali e cmq sospeso alle volte peggiora anche la situazione eiaculatoria creando scompensi ai recettori di serotonina è vero?
2 cosa è meglio secondo voi prilgy o daparox e quale crea meno danni per uso prolungato?
3 ha detto la verità questo medico non si guarisce da prostatite cronica
4 ho letto tante volte in questo sito che la prostatite va curata ma io a parte degli integratori non ho mai avuto altri tipi di farmaci escludendo i sintomatici per i sintomi ma alla radice come si cura?
Vi prego sono disperato

[#1]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

una prostatite si può cronicizzare e deter,minare problemi di erezione e tempistica eiaculatoria.
Io non crederei alla efficacia del priligy mentre il daparox potrebbe avere un qualche effetto e, nel contempo, migliorare anche il suo stato d'animo.
valuti l'uso di qualche farmaco per migliorare le erezioni
ne parli con il suo andrologo piuttosto che con l'urologo
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org