Tachicardia parossistica?

Gentili medici ho 37 anni ex fumatore ed ho una frequenza a riposo di circa 60 65 bpm vi esprimo le mie preoccupazioni riguardanti alcuni episodi che di tanto in tanto mi accadono.

Tutto inizia circa due anni fa quando durante un esame holter per extrasistoli ebbi una tachicardia di 170 bpm ed il cardiologo mi rimandò ad un aritmologo per sospetta tpsv, il quale guardando il referto mi disse che avrei dovuto effettuare uno studio elettrofisiologico per stabilire la natura della tachicardia.

Successivamente entrai in possesso degli istanti precedenti e successivi alla tachicardia e mi venne detto che trattavasi di tachicardia sinusale in quanto pareva che l'esordio non fosse brusco ma abbastanza graduale.

Ebbene, ieri durante una sorta di crisi di ansia i battiti mi sono schizzati ad oltre 180 e sono molto ma molto preoccupato perchè il cardiologo (il primo) mi disse che una tachicardia "normale" o da ansia non arriva a 170 180 bpm per cui trattasi sicuramente di tachicardia parossistica.

Ora la mia domanda è questa, possono uno stato ansiogeno molto forte o un attacco di panico far raggiungere frequenze di oltre 180 bpm o meglio una tachicardia sinusale può avere tali frequenze?
Lo chiedo perchè i medici sono discordanti ed io vivo nella paura più totale ed inizio ad avere attacchi di panico dopo tempo.

Grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
io non posso vedere i tracciati quindi non mi posso,esprimere.
Comunque anche l ansia può portare a questi episodi
Eventualmente ripeta l holter

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, in effetti mi succede sempre in momenti di forte agitazione o ansia, e mai in momenti di relax, relativa tranquillità o senza apparente motivo. Succede sempre che nel giro di qualche istante passi da esempio 100/120 battiti a 160/170 ed oltre quindi chiedevo nella precedente domanda se l'ansia giocasse il ruolo principale potendo escludere anche questa volta la sospetta tpsv che pareva possibile 2 anni fa dal tracciato ma poi esclusa
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
Senta ma se non vedo alcun tracciato come posso dirle qualcosa di serio?

Ci sono in vendita anchge su intyernet degli apparecchietti grossi come una carta di credito che permettono la regsitrazione sul telefonino di una traccia ECG appoggiando solo i polpastrelli.
Sarebbe indicato nel suo caso per regsitrare l'episodio

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test