Ho inoltre eseguito visita dall otorino che ha confermato il reflusso e tampone faringeo risultato

Buonasera a tutti ,
Sono un ragazzo di 20 anni e da circa un anno soffro di reflusso gastroesofageo , i sintomi principali erano nausea al mattino , senso di ripienezza epigastrica , tosse e conati di vomito soprattutto al mattino con conseguente bruciore di gola ( laringe e faringe infiammate ) , a seguito di questi sintomi mi reco dal mio medico curante che dopo il fallimento del lansoprazolo da 30 , cambia la cura con pantoprazolo da 40 al mattino e gaviscon dopo i pasti. Avendo solo un parziale miglioramemto dei sintomi ( al mattino mi alzavo ancora con un fortissimo bruciore in gola )mi reco da uno specialista che mi prescrive doppia dose di pantoprazolo 40 mg al mattino e 40 mg la sera per circa un mese , ranitidina da 150 mg prima di cena e levopraid prima dei pasti principali ; la cura sembra funzionare e la maggior parte dei sintomi sembra scomparire , resta solo una leggera difficoltá a digerire .
Il problema principale resta la laringite faringite che non accenna a diminuire anche se al mattino il bruciore non c é piú , dopo un mese rivado dallo specialista che notando i miglioramenti scala la dose del pantoprazolo : 20 mg al mattino e 20 mg alla sera .
Io con questi dosaggi non mi sento tranquillo e inoltre la laringite faringite non accenna a diminuire , con questi dosaggi avverto dopo cena dei leggeri bruciori di stomaco e sinceramente non saprei dire se il reflusso continua a salire o no essendo la maggior parte dei miei sintomi extraesofagei ( non il classico bruciore retrosternale con rigurgito acido ) .
Aggiungo inoltre che dopo la cura a dosi doppie ho eseguito una gastroscopia che non ha rilevato nulla di che se non una leggera gastrite inattiva ( no ernia iatale e no esofagite ) .
Ho inoltre eseguito visita dall otorino che ha confermato il reflusso e tampone faringeo risultato negativo
Volevo chiedere com era possibile una continuazione dell infiammazione alla gola che continua ormai da quasi un anno e se ci sono dei rimedi , inoltre mi chiedo se i sintomi si ripresentano a questi dosaggi di ipp devo continuare la cura a dosi doppie ? Ho solo 20 anni mi é impossibile pensare ad una vita sotto alti dosaggi di ipp che come si sa a lungo termine non sono esenti da importanti effetti collaterali
Ringrazio anticipatamente per la risposta
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Direi che necessita di uno studio specifico del reflusso mediante una pH-impedenzometria esofagea.

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/951-reflusso-gastroesofageo-come-ottenere-una-diagnosi-perfetta.html

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta
É un esame fastidioso ? Si prenota in ospedale con la richiesta rossa ?
Nel frattempo volevo chiederle se sotto consulto del mio medico é sicuro assumere dose doppia di pantoprazolo ( 40 mattino e 40 sera ) per il tempo necessario a far passare la laringite visto che la gola é rossa e infiammata da piú di 6 mesi ormai e la situazione oltre che dolorosa inizia ad essere invalidante.
Grazie
Saluti
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
L'esame è sopportabilissimo e si può prenotare con il SSN. Può assumere la doppia dose di 40 mg. consultando il suo medico.

Buona domenica.


[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la velocissima risposta , consulteró il mio medico e le faró sapere.
Buona domenica anche a lei
Saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore , le scrivo per aggiornarla sulla situazione , in accordo con il mio gastroenterologo sono tornato alla doppia dose da 40 mg di pantoprazolo , per quanto riguarda i sintomi del reflusso sono scomparsi tutti , non fosse per questa gola rossa e dolorante mi considererei guarito , i miei unici sintomi sono legati alla gola , ora ammesso che il reflusso non salga piú é possibile che la gola debba essere trattata in un altro modo ? Ho eseguito pure un tampone faringeo che ha dato esito negativo , la laringite da reflusso é una condizione reversibile ? O dovró restare per anni con la gola in queste condizioni ? Quanto sono lunghi gli eventuali tempi di guarigione della laringe -faringe ?
La ringrazio per il supporto che mi fornisce
Saluti
[#6]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Con la doppia dose anche la faringite dovrebbe risolversi. I tempi sono soggettivi e non é possibile fare previsioni.


[#7]
dopo
Utente
Utente
Ok grazie , la cura per la laringite faringite da reflusso quindi é esclusivamente la cura per il reflusso ? Non ci sono farmaci per velocizzare la guarigione dell infiammazione ?
Il problema é che non noto un trend positivo , non migliora di giorno in giorno , a volte fa male altre volte meno male ( sempre cmq restando rossa ) . Io continuo con la mia doppia dose per evitare ricadute con un infiammazione ancora in corso , sentiro il mio medico ed eventualmente un otorino
per controllare lo stato delle mucose , la terró aggiornata
Grazie mille
Saluti
[#8]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Molto bene. A risentirci.

[#9]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore , purtroppo ad oggi nonostante la doppia dose di pantoprazolo che continuo ad assumere il problema gola non si é ancora risolto , dopo essere stato visitato da un medico amico di famiglia stiamo valutando l ipotesi avitaminosi e afte in gola come causa del dolore , sto facendo delle punture di vitamine e anche delle compresse ( se non risolvono il problema amen , male sicuramente non mi fanno , visto tutto il pantoprazolo che prendo una carenza vitaminica ci sará sicuro ).
Inizio ad essere preoccupato per i possibili effetti collaterali di questi alti dosaggi di pantoprazolo , la cosa che piú mi preoccupa é la possibile formazione di polipi nello stomaco , secondo lei é un effetto collaterale comune di queste medicine ?
Mi potrebbe indicare se é presente nel nord italia un centro specializzato per la cura del reflusso che affronti il problema a 360 gradi ? Ho sentito parlare di padova , lei che ne pensa ?
Saluti
[#10]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Provengo dalla Scuola padovana, ma il reflusso viene gestito bene in tanti Centri. Bisognerebbe titolare la gastrinemia, che indica se il farmaco é efficace, ed eseguire una pH-impedenzometria esofagea per lo studio delle caratteristiche del reflusso.

[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie , si ha ragione sono tutti esami che prima o poi devono essere fatti ma non capisco perché i medici non li prescrivono , li nel suo ospedale a milano eseguite questo tipo di esami ? Il vostro é un centro valido per questo problema ? Il reparto che lei dirige tratta in maniera completa la malattia ?
Sono disposto a venire fino li se necessario , non abito neanche tanto lontano.
Grazie , saluti
[#12]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Certamente, ma la maggiorparte dei centri di Gastroenterologia dovrebbe essere in grado di portare a compimento lo studio completo della patologia d reflusso.

A sua disposizione.

[#13]
dopo
Utente
Utente
Nel caso decidessi di rivolgermi al suo centro come funziona la procedura ? Gli esami vengono eseguiti in regime di day hospital ? Sarebbe direttamente lei a prescrivermeli o devo sempre far riferimento al mio medico di base ?
Grazie
[#14]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Pio procedete con il SSN o in regime privato. Ecco il link con i riferimenti e mi informi sulla data di accesso al nostro Centro.


https://www.medicitalia.it/felice.cosentino/


Cordialmente


[#15]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore , volevo aggiornarla sulla situazione , sono in cura ormai con la doppia dose di pantoprazolo da un bel po di tempo , i sintomi a livello laringeo come il bruciore sono scomparsi quindi pare che ci sia una buona risposta alla terapia , il problema grave resta la faringite ormai cronica che nonostante numerosi tentativi tra cui antibiotici vari non migliora per niente causandomi forti dolori durante l arco di tutta la giornata , anche gli antiinfiammatori non fanno effetto , volevo sapere se esiste un rimedio definitivo per la cura della faringite cronica o se si resta cosí per tutta la vita , ho sentito parlare della terapia laser per la cura dell infiammazione dei tessuti che potrebbe riportarli come prima e potrebbe quindi essere utile anche per la cura della faringite cronica ; fantascienza o lei é a conoscenza di questa eventuale possibilita ?
In un ipotetico caso di faringite cronica granulosa ( quella che piú mi spaventa ) quali estremi rimedi esistono per la cura della patologia ?
La situazione é abbastanza grave , questo problema mi sta facendo cadere in depressione , il dolore é intenso e dura ormai da mesi.
Grazie per l attenzione
Saluti
[#16]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Non ho competenza x quanto chiede. Dovrebbe rivolgersi allo specialista di riferimento, che é l'Otorino.

Saluti

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test