Utente 930XXX
Salve
giorni fa ho effettuato un' ecografia transvaginale e mi è stata trovata una ciste di 6 cm. Quindi ho ricominciato ad assumere la pillola diane (in passato ho avuto problemi di ovaio policistico e assumevo già questa pillola) e ho iniziato ad assumerla martedì giorno 7 perchè credevo mi fossero venute le mestruazioni, in quanto durante la giornata ho avuto perdite prima marroncine e poi rossastre, invece dal giorno seguente fino ad oggi continuo ad avere solamente macchie marroncine. Dovevo forse aspettare il giorno seguente per iniziare la pillola e aspettare che arrivasse il flusso di sangue più intenso oppure ho assunto la pillola correttamente?
Inoltre volevo sapere se sull'efficacia contraccettiva ci sono problemi nel caso in cui avessi assunto la pillola un po' troppo presto.
In attesa di una risposta cordialmente ringrazio

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non è successo nulla di grave,l'effetto contraccettivo è mantenuto. TRANQUILLA
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/146-istruzioni-per-un-corretto-uso-della-contraccezione-ormonale.html
BUONE VACANZE
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 930XXX

Salve,
sono al secondo blister di diane assunto regolarmente
Ho rapporti completi con il mio ragazzo ogni giorno anche più volte al giorno ma spesso mi viene l'ansia e il dubbio sull'efficacia della pillola e ho il timore di restare incinta.
Posso stare tranquilla sull'effetto contraccettivo della pillola diane ?
Ringrazio e cordialmente saluto

[#3] dopo  
Utente 930XXX

Inoltre il mese scorso ho avuto problemi di colite (che periodicamente si presentano)
L'avere problemi gastro-intestinali riduce l'efficacia della pillola?

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se la pillola è assunta in modo corretto, e cioè se è presa secondo regole precise,si può parlare tranquillamente del 100% di sicurezza contraccettiva.
Se i problemi gastro intestinali portano a episodi di diarrea deve essere attenta.
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 930XXX

Buonasera gentilissimo Dott.
volevo avere informazione riguardo il ritardo delle mestruazioni nella settimana di pausa. da cosa dipende? in questa settimana di pausa il ciclo è arrivato il giorno in cui iniziavo il nuovo blister.
Inoltre ho notato da un mesetto circa un cambiamento di odore delle urine e lo attribuivo al fatto di avere rapporti quotidianamente, ma adesso che è da una settimana che non ho rapporti con il mio ragazzo continuo ad avvertire questo strano odore (che io sinceramente attribuivo allo sperma)
La ringrazio
Cordialmente

[#6]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Infezione delle vie urinarie? URINOCOLTURA
Potrebbe trattarsi anche di una vaginosi batterica, che va confermata con un esame batteriologico a fresco
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente 930XXX

Buongiorno Dottore
scusi se scrivo un nuovo consulto qui ma non riesco a inserirne uno nuovo.
Riguardo al primo messaggio da me inserito in questo consulto riferendo di aver effettuato un eco transvaginale e in seguito alla terapia con le diane la cisti di 6 cm non è diminuita e ho eseguito 2 visite ginecologiche per i pareri contrastanti che mi sono stati dati.
La prima visita effettuata giorno 23/11 mi è stato detto di aver ancora la cisti ovarica di 5 cm circa (quindi un cm in meno dalla prima ecografia) ma dato che dopo 4 mesi di diane non era diminuita più di tanto poteva trattarsi di ciste endommetriosica e l'unica indicazione è stata quella d eseguire il ca125. Ho fatto queste analisi e il valore è nella norma (da 0 a 35 , il mio valore è 33) quindi riferendo al ginecologo mi è stato detto che potevo stare tranquilla, potevo anche interrompere la terapia con le diane e che se si fosse rotta sarebbe stato meglio perchè avremmo evitato così una eventuale operazione.
Non convinta ho effettuato quindi una seconda visita ginecologica con un'altra ecografia , svolta il 30/11. Dall'eco è risultato avere una cisti non di 5 cm ma di 6,3 e quindi mi è stato consigliata l'operazione , anche se dal quadro clinico non è chiara la natura della cisti ovarica.
Inoltre viste le dimensioni della cisti mi è stato suggerito di evitare la laparoscopia.
Vorrei avere un suo parere. Lei come vede la situazione? In questo caso la laparoscopia è da evitare? o è lo strumento migliore per ulteriori diagnosi durante l'operazione stessa?
La ringrazio

[#8]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Individuare bene la natura della tumefazione ovarica:cisti funzionale? cisti dermoide? cisti endometriosica?
Solo così si potrà consigliare un intervento adeguato , che per me rimane comunque la LAPAROSCOPIA.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente 930XXX

Buonsera Dottore
adesso mi trovo in ospedale e aspetto di eseguire l'intervento, purtroppo senza aver chiara la natura di questa cisti. Nell'ultima ecografia eseguita qui in ospedale l'ecografo non riusciva a vedere bene le ovaie e ha parlato di una cisti a granchio che si poteva tirare dietro le ovaie. Non so di preciso. In ogni caso hanno deciso di toglierla, sia per la dimensione e sia per i fastidi che mi porta, confermandomi l'intervento in laparoscopia per vedere e diagnosticare meglio la cisti .
La ringrazio

[#10]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In bocca al lupo!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#11] dopo  
Utente 930XXX

Ho asportato la cisti, l'operazione è andata bene . E' stata tolta pure un'aderenza parete intestinale. Il risultato dell'esame istologico è stato quello di una cisti endometriosica e mi hanno consigliato di assumere la pillola per sei mesi senza sospensione , per evitare la formazione di altri focolai.
Altri ginecologi invece mi hanno consigliato di far la pausa e quindi di far venire le mestruazioni e far tornare le ovaie al suo normale funzionamento.
Lei che ne pensa?
Mi sono state prescritte le arianna dopo l'operazione.

[#12]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Io sono per la pillola(ARIANNA).
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#13] dopo  
Utente 930XXX

Senza sospensione intendevo , nel caso delle pillole arianna, saltare le 4 pillole bianche e procedere subito con l'altro blister in modo da nn far la pausa per far venire le mestruazioni. Sto procedendo così da 3 mesi.
Lei che ne pensa?
Grazie ancora.
Cordiali saluti

[#14]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
PERFETTO!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#15] dopo  
Utente 930XXX

Gentilissimo Dott.
sono al quarto blister di Arianna preso subito dopo al blister precendente sempre senza assunzione delle 4pillole bianche.
Sono alla ventesima pillola e da lunedì 18-03 ho perdite ematiche , prima presentatesi con macchie marroncine , adesso come flusso normale (come se avessi le mestruazioni)
Può capitare questo episodio anche se non induco cn la pillola a farmi venire le mestruazioni o questo tipo di pillola non è adatta a me?
La rigrazio

[#16]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ha saltato qualche pillola? Episodi di diarrea? Ha assunto farmaci?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#17] dopo  
Utente 930XXX

No ho assunto la pillola regolarmente ogni giorno più o meno alla stessa ora (ho potuto sforare di un'ora tra un giorno all'altro tra le 23 e le 00 )
Ho assunto però l'antibiotico cefixoral la settimana prima di questi episodi. Il fine settimana antecedente il lunedì in cui hanno avuto inizio le perdite ho avuto rapporti completi cn il mio ragazzo .. non so se può influire pure questo.
Ad oggi continuo ad avere il flusso mestruale

[#18]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente da addebitare all'uso dell'antibiotico, se continua, conviene non effettuare la pausa dei 7 giorni.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI