Utente
Gentili dottori, ho 33 anni, ho avuto un aborto spontaneo 3 anni fa e successivamente mi è stata riscontrata una mutazione MTHFR. Sono rimasta nuovamente incinta e per tutta la gravidanza ho assunto cardioaspirina e seleparina. 2 anni fa ho partorito con cesareo un bel bambino. Entrambi i concepimenti sono avvenuti, per nostra fortuna, facilmente.
Mio marito ed io vorremmo un altro figlio, ma purtroppo ogni mese l'arrivo del ciclo è un po' una delusione.
Potrebbe essere un problema dovuto al mio "gene difettoso" o al cesareo? Ho anche letto di sterilità secondaria....
Grazie per il consulto, un saluto cordiale

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
La mutazione genetica è soprattutto causa di poliabortività. Può provare una terapia preventiva in fase preconcezionale. E' utile invece eseguire monitoraggio follicolare per vedere se ovula e isterosalpingografia per vedere se le tube sono pervie o hanno avuto problemi negli ultimi 2 anni (oltre a spermiogramma per il partner)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Buonasera, Le scrivo perché 4 giorni fa ho fatto un test di gravidanza che è risultato positivo (U.M. 17/07 ciclo regolare di 30gg). Da 3 giorni ho leggere perdite marroni (non continue) e dolori nel basso ventre, ho sospettato l'arrivo del ciclo. Invece oggi ho ripetuto il test e la positività era ancora più evidente. Non so cosa pensare, soprattutto con un aborto spontaneo alle spalle e i miei problemi dovuti alla mutazione MTHFR.

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Conviene osservare il riposo assoluto (poltrona-letto) ed eseguire un dosaggio delle betaHCG, da ripetere dopo 1 sett
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, ho i risultati delle betahcg: prelievo del 20/08: 616 mUI/ml, il 23/08: 2202 mUI/ml.
Nel frattempo non ho più avuto perdite da domenica, solo, ogni tanto, piccoli dolori nel basso ventre.

[#5]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Sembra procedere per il meglio
Riporti le novità
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, l'ematologo mi ha prescritto (come per l'altra gravidanza) seleparina 3800ui e cardioaspirina.
Al primo controllo (oggi) dell'emocromo per valutare gli effetti dell'eparina (dovrò farne 3 a sett x le prime 2 sett) risultano tutti i valori nella norma, tranne RDW-CV a 14.7% (11.5-14.5). Emoglobina 13.8 e MCV 84,4.
Cosa indica questa alterazione? Posso stare tranquilla?
Grazie!

[#7]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Si tratta di lievi alterazioni dell'emocromo che possono essere normali in gravidanza
Bene la terapia
Riporti le novità
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, il 3 settembre ho fatto la visita dal mio ginecologo. Abbiamo visto l'embrione e sentito il battito! Ha riscontrato anche una ciste luteinica di 6cm che ogni tanto mi provoca dolore.
Da ieri ho delle perdite giallo-marroni non continue. Possono essere dovute alla ciste? Quando, queste perdite, devono preoccupare?
Grazie e un saluto

[#9]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Ritengo che le perdite non siano dovute alla cisti di cui parla. Qualora le perdite fossero di sangue associate a dolori pelvici dovrà recarsi in PS
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la disturbo per un chiarimento. A metà ottobre dovrò eseguire la translucenza nucale. Il bitest è sempre necessario? In ogni caso, quando dovrebbe essere fatto il prelievo?
Grazie mille e tanti saluti

[#11]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Insieme alla NT è sempre opportuno eseguire il bitest per avere un calcolo del rischio più esatto. Il prelievo di solito viene fatto contestualmente alla NT
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#12] dopo  
Utente
Buonasera, ormai sono alla tredicesima settimana di gravidanza. Mio figlio di 2 anni da ieri sera accanto ad un unico episodio febbrile (38gradi) manifesta un esantema tipico della sesta malattia (visitato da una pediatra in PS). È pericolosa per me?
Dato che entrambi siamo stati in contatto con un'amica poi risultata affetta da mononucleosi, la sesta malattia non può essere confusa con quest'altra virosi? E in quel caso può essere pericolosa in gravidanza?
Grazie come sempre per il consulto,
Un saluto cordiale

[#13]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
solitamente queste forme esantematiche non sono pericolose in gravidanza, ma ne deve mettere al corrente il suo ginecologo
saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#14] dopo  
Utente
Gentile dottore, sono stati giorni un po' "ansiogeni". Dalla TN (settimana 12+4) è risultato un rischio calcolato 1:407 (rischio di base 1:350), perché la mia bambina aveva una plica di 2.3 mm. Senza fare il bitest abbiamo optato per la villocentesi (fatta alla 13+5). Ieri ho avuto i risultati preliminari e sono normali.
Al momento della villocentesi un altro ginecologo ha misurato la plica riscontrandola più sottile (<2mm) imputando questo fatto all'errore strumentale.
Mi chiedo, la misura della plica è così variabile? Dalla sua esperienza (e supponendo e sperando anche i risultati definitivi normali), quanto una plica aumentata è correlata a malformazioni cardiache, scheletriche, del collagene?
Grazie infinite

[#15]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Le variazioni possono dipendere dalla sensibilità dell'ecografo e dell'ecografista. Nel suo caso non vi sono problemi avendo eseguito la villocentesi, riferita nella norma
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"