x

x

Ecografia per polipo

👉Sei stufa di utilizzare gli assorbenti? Prova la coppetta mestruale, comoda e riutilizzabile!

Buonasera,
Circa un mese fa mi sono recata presso studio medico per effettuare un’ecografia per scrupolo dal momento che avevo avuto un ciclo praticamente inesistente (solo delle piccolissime perdite), in seguito ho effettuato per scrupolo un test di gravidanza che era uscito debolmente positivo, visto che la seconda linee era molto debole, dopo 2 gg ho effettuato un secondo test che è risultato negativo, per cui sono andata per scrupolo a fare un’ecografia (anche perché durante il mese ho avuto dei dolori forti mai avvertiti prima a livello dell’ovaio dx).
Faccio questa ecografia TV e la ginecologa dice che è tutto nella norma, tranne all’interno dell’utero vicino all’endometrio è visibile un eco ipercogeno che potrebbe essere per lei verosimilmente un polipo.
Perciò mi consiglia di ripresentarmi per un’ulteriore ecografia durante i primi 3 gg del ciclo mestruale in cui l’endometrio è più sottile e si riesce a vedere meglio.
Ieri sera mi inizia il ciclo e oggi mi reco a fare questa ecografia sempre nello stesso studio ma con un’altra ginecologa.
La ginecologa mi dice che non mi può fare l’ecografia perché al secondo giorno di ciclo non si vedrebbe niente perché l’endometrio è ancora troppo presto e mi rifissa l’appuntamento tra una settimana.
In più guardando l’ecografia della volta precedente dice anche che potrebbe essersi trattato di un residuo di aborto precoce più che di un polipo.
Volevo avere anche altri pareri a riguardo perché a questo punto non so più quando è il periodo giusto per poter avere l’endometrio del giusto spessore per poter avere delle buone immagini?
L’ultima volta l’ecografia l’avevo effettuata a 7 giorni dalla data della prima perdita di sangue e la dottoressa mi consigliò di ripeterla nei primi giorni del ciclo.
Oggi mi è stato consigliato di fare ecografia tra una settimana e ciò vorrebbe dire fare l’ecografia sempre a 7 giorni di distanza.
Non so cosa pensare
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 41,5k 1,3k 255
Condivido il parere della seconda Collega , poteva trattarsi di coagulo o residuo di una gravidanza "biochimica " .
La certezza sulla presenza di una formazione polipoide endouterina si ha eseguendo una ISTEROSCOPIA diagnostica .
La valutazione ecografica dell'endometrio va fatta alla fine del flusso mestruale , ma anche in altri giorni del ciclo ovarico e lo spessore sarà valutato in base al periodo : preovulatorio , ovulatorio e post-ovulatorio.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore della sua risposta. Allora settimana prossima proverò a ripetere l’ecografia. Ovviamente mi sembra di dedurre allora che se in questo caso non si vedrà più niente.. molto probabilmente si sarà trattata di una gravidanza biochimica e quindi non dovrò più fare nessuna isteroscopia, giusto?

L'endometriosi consiste nella presenza di tessuto simile all'endometrio fuori dalla sua posizione anatomica, provocando forte dolore pelvico: sintomi e cure possibili.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio