Utente 583XXX
Salve,
Da circa 3 anni gioco a calcetto una volta a settimana, e, a volte, circa un’ora dopo la partita, mi insorge un mal di testa fastidioso, cerco di evitare il più possibile l’uso di antidolorifici, ma quando li assumo (anche una semplice tachipirina da 1000) il dolore scompare. Il dolore scompare anche il giorno dopo, non ho altri sintomi. Inoltre è un dolore che tende ad accentuarsi di più in estate, anche se comunque in inverno capita pure.
Volevo chiedervi se è il caso di fare approfondimenti o esami, anche se ripeto, il dolore molto raramente è stato forte, passa sempre il giorno dopo e passa subito con un antidolorifico.
Parlando con mio padre sostiene che, non mangiando frutta e poca verdura, abbia carenze di minerali che mi portano al mal di testa, comunque non mi sono mai preocupato più di tanto perchè ho letto che se il dolore tende a passare il giorno dopo, non c’è da preocuparsi. Secondo voi è il caso di fare approfondimenti oppure no?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la cefalea da attività fisica è ben codificata nella classificazione internazionale delle cefalee.
La Sua descrizione ben si accorda con le caratteristiche di questa forma di cefalea, compresa l'accentuazione con le alte temperature.
Ovviamente è solo un'ipotesi a distanza non potendosi effettuare diagnosi online.
Ci sono dei farmaci che agiscono in maniera preventiva ma sono da utilizzare solo nelle forme con mal di testa severo.
Da questo sito però Le devo consigliare una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee.
A volte può dare benefici iniziare l'attività sportiva vera e propria, nel Suo caso il calcetto, dopo un allenamento graduale preventivo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro