Utente 508XXX
Salve, mi chiamo Anna e oggi compio 31 anni. Da ragazzina ho sempre sofferto di ansia scambiatami per gastrite colite e solite cose. Io letteralmente svenivo per i dolori allo stomaco. un medico decise di operarmi la cistifellea e da allora mi sa ke il cervello ke fa tutto si era fermato ad una risoluzione e stavo abbastanza bene. all'età di 21 mi sono sposata a 22 ero incinta. Al 5° mese di gravidanza il primo svenimento da allora vertigini testa vuota giramenti di testa e nessuno se lo spiegava. Mi metto a letto 4 mesi ho un cesareo di urgenza ma tutto bene. Iniziano le mie ricerke tra otorini (Ben 5) ke mi davano vertiserc microser e cose varie. Nulla le vertigini il panico crescevano. Neurologi...neuropsichiatri....finkè ben 5 mesi dopo trovo il mio angelo...attualmente presidente in psichiatria in campania. Mi cura piano piano sto meglio la mia diagnosi è SINDROME DI DISTURBO D'ANSIA DA PANICO. passano gli anni resto con una cura più o meno lieve.
Paroxetina 20mg 1 volta al gg Mutabon forte 2 volte al gg alprazig 1 mg 3 volte al gg. Resto incinta a 27 anni della mia seconda bambina...leggendoho rischiato molto con questi farmaci ma il mio ormai amico psischiatra mi dava forza e speranza. La mia bambina nasce sana senza alcun problema ed io mi sento fortunatissima. Ora sono 9 anni che ho ridotto la cura prendo paroxetina 20 mg 1 volta al gg. mutabon mite 2 volte al gg. alprazig 1 mg 2 volte al gg. Sarò pazza ma c'è in noi il desiderio di un altro bambino/a.
LA MIA DOMANDA è : possibile che oltre la paroxetina di cui so non grava sulla gravidanza e allattamento, io non possa avere una vita normale senza farmaci? Un babino senza preoccupazioni? i rimedi naturali sono tutti FAKE? Cosa mi consigliate??
GRAZIE MILLE IN ANTICIPO

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Chi le ha detto che ha corso un alto rischio ? Dice forse per il mutabon. In realtà non esistono dati chiari, per cui semplicemente si valuta di caso in caso.
Un disturbo di panico può andar curato a lungo, dopo di che sospendere la cura in gravidanza a volte è possibile, mentre nel post-partum è il contrario, è più a rischio di ricaduta.
I "rimedi naturali" sono un concetto magico, non corrisponde a niente questa dicitura.
Però a cosa si deve questa preoccupazione, visto che il farmaco antipanico principale è la paroxetina ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 508XXX

La ringrazio tanto per la sua tempestiva e rassicurante risposta. Il ginecologo è contro anche alla tachipirina in gravidanza...quindi le lascio immaginare che traumi siano state le mie gravidanze. Il mio neuropsichiatra mi ha sempre dato speranza e forza e che in effetti i farmaci che prendo anche attualmente non sono pericolosi. Stando sempre come lei dice ai dati che si hanno. Quindi nella speranza di una terza gravidanza perchè tra l'altro non so se arriverà....vorrei finalmente vivermi il tutto con serenità e allattare!
Il mio medico di base mi ha consigliato di aumentare la paroxetina ed eliminare DI COLPO TUTTO!
Ma io tra ginecologo, neuropsischiatra, medico di base...non ci sto capendo nulla e non so più chi ascoltare...

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esistono dei dati in merito, e nella fattispecie qui

http://www.farmaciegravidanza.gov.it/

Io penso che le modalità di eliminazione dei medicinali sia meglio che le riceva dallo specialista. Anche perché per eliminare farmaci del genere non parliamo di chissà quali tempi, semplicemente di una minima gradualità,.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it