Utente 368XXX
Purtroppo da un paio di mesi sto vivendo una situazione poco piacevole. A maggio scopro un nodulo alla tiroide che si rilevera benigno ma successivamente inizia per me un inter di visite assurde (otorino, ginecologo, ecografie, chirurghi ecc ecc) Nel giro di 3 mesi ho fatto già 2 visite ginecologiche, in ospedale. Ho fatto la visita d'urgenza i primi di agosto a causa di ematuria da calcolosi renale, e da li per scrupolo mi hanno fatto fare anche controllo ginecologico.
Eco transvaginale, speculum, tutto ok ma mi dicono di fare subito un pap test perché trovano una piaghetta al collo dell'utero. Lo faccio subito dopo qualche giorno e a settembre arriva l'esito, negativo per neoplasia ma vaginosi batterica, rifare il test a febbraio. Mi danno ovuli ginexid e da quando ho usato quegli ovuli non vivo più. Un inferno. Sempre prurito esterno e adesso bruciore, che prima non avevo mai avuto, e mi accorgo di avere dei puntini viola e uno rosso scuro a livello intimo pure, rifaccio la visita 2 settimane fa sempre in ospedale. Mi dicono che i puntini sono angiomi, che non sono niente e il prurito è una candidosi, mi danno gynocanesten e sporanox. Il prurito sembrava molto attenuato, quasi sparito, ma ora è tornato e anche bruciore, sento fastidio a livello degli angiomi, e nell'interno del vestibolo delle piccole labbra a destra. Tipo prurito a volte e a volte sensazione di puntura di spillo. Ma se fossero qualcosa di diverso? Ho tanta paura, vado anche da una psicologa per controllare ansia e ipocondria. Purtroppo non posso permettermi di viaggiare tantomeno uno specialista privato. Mio marito non mi vuole piu portare in ospedale, dice che sono fissata e io soldi per i privati non ne ho. Secondo lei se c'era qualcosa di brutto lo notavano in ospedale? Ho fatto 3 cicli di esami in estate, ed era tutto ok, a parte la VES alta. Purtroppo leggo troppo e ho letto che il cancro vulvare si manifesta col prurito, ho letto che la VES alta si ha in caso di carcinoma... La nuova visita ce l'avro a febbraio, ma io muoio di infarto se continuo così, ho tachicardia, soprattutto la mattina...

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Sembra più che abbia uno stato d’ansia che può far trattare da uno specialista in psichiatria con una visita appropriata.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' in cura per ansia e ipocondria con una diagnosi precisa o la diagnosi è questa, "ansia e ipocondria" (che è un po' vaga, potrebbe essere semplicemente "ipocondria" oppure non è chiaro se ci sia un altro disturbo d'ansia) ? Lo è già da prima ? Da quanto tempo più o meno ? Ha fatto anche trattamenti diversi dalla psicoterapia ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 368XXX

Vado da una psicologa al consultorio una volta al mese per sfogarmi. Non prendo medicine ma solo un integratore al magnesio consigliatomi dalla psicologa. Il mio stato ansioso deriva (da ciò che dice la psicologa) dalla paura delle malattie, scatenata dopo la morte per melanoma dal marito di una mia zia e la morte di una mia coetanea a 34 anni per aneurisma. Prima di maggio non pensavo alle malattie, anzi era già tanto se sono andata una volta al mese durante la gravidanza. Sono passata da essere menefreghista a troppo attenta alla salute. Non riesco più nemmeno a guardare la TV perché passano sempre spot sulla ricerca sul cancro.
In famiglia mia madre ha avuto una forte depressione dopo la perdita di una bambina all'ottavo mese di gravidanza, e ogni tanto ha delle recidive, l'ultima nel 2015 curata con una psichiatra con trittico, xanax e altre medicine. Mio fratello soffre di attacchi di panico che riesce da un paio di anni a gestire egregiamente.
Io ho scordato di dirvi che a luglio ho subito un'aggressione verbale molto violenta dal fratello di mio marito e non so se sia stato anche questo un aggravante.
Io mi rendo conto di essere esageratamente preoccupata, ma sto davvero male. Ho questo peso sullo stomaco e il bruciore intimo mi perseguita, nonostante le cure e le rassicurazioni avute

[#4] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Evidentemente lo sfogo dalla psicologa ed il magnesio indicato come le caramelle del bar non sono sufficienti.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#5] dopo  
Utente 368XXX

Io volevo farmi ricoverare in ospedale al reparto di psichiatria. Ma come posso fare? Nessuno mi accompagna. I miei familiari mi hanno totalmente abbandonata... Purtroppo vivo in montagna e per spostarmi ho bisogno dell'auto che in questo momento non mi permettono di usare

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senza bisogno di partire con ipotesi di ricovero, la cura dei disturbi di questo tipo è fattibile anche in ambulatorio, e non si capisce esattamente perché mai nessuno l'abbia indirizzata in tal senso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it