Utente
Buonasera gentili dottori, mi chiamo Michela e ho 32 anni. A Gennaio ho scoperto di essere gravida (ultima mestruazione intorno al 20 Dicembre) e purtroppo il 31 Gennaio ho avuto un microaborto (gravidanza biochimica), con perdite ematiche abbondantissime che mi sono durate sino al 4 Febbraio, non era presente alcun embrione o camera gestazionale in utero e non ho fatto raschiamento perché si è ripulito tutto spontaneamente. Il 9 Febbraio io e il mio compagno abbiamo avuto un rapporto non protetto e volevo chiederle se c'è la possibilità che io possa essere nuovamente gravida. Da quanto so nel periodo preovulatorio gli spermatozoi possono sopravvivere fino a 5 giorni, per cui se la mia ovulazione è stata oggi (sempre che io debba considerare come primo giorno del ciclo il 31, ossia il giorno in cui sono cominciate le perdite ematiche in seguito all'aborto spontaneo) per cui in base ai miei calcoli potrebbe avvenire l'incontro fra lo spermatozoo e il mio ovulo proprio oggi, qualora io ovuli. Non ho avuto nessuna perdita di muco filamentoso, o meglio non oggi. Ho però avuto tali perdite il 7 e il 9 Febbraio, con filamenti rosa, e il 10 invece ho avuto perdite marron-beige. Proprio ieri mi hanno fatto una ecografia transvaginale e mi hanno detto che sono nella fase pre-ovulatoria, quindi escludono che le perdite della settimana scorsa possano essere dovute ad una ovulazione anticipata. Durante la visita mi hanno trovato un polipo della grandezza della testa di uno spillo, senza però dirmi se parte dal collo dell'utero o dall'endometrio e mi hanno fissato l'intervento (da fare ambulatoriarmente) per il 27 Febbraio. La mia domanda è questa: se dovesse essersi instaurata una gravidanza e in tal caso, secondo i miei calcoli, il giorno dell'intervento dovrei trovarmi alla fine della quarta settimana di gestazione, è consigliabile che io faccia questo intervento per la rimozione del polipo o è meglio rinviarlo a dopo il parto? Scusi se mi sono dilungata e grazie in anticipo per la sua cortese risposta.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le osservazioni sono giustissime e pertinenti
Bisogna prima di tutto chiarire se si tratta di polipo endometriale (cavità uterina) o di polipo del collo uterino (endocervice o portio) .
Nel primo caso non deve assolutamente rischiare, con un sospetto di gravidanza, nel secondo caso non accade nulla perchè non viene interessata la cavità uterina, sede della gravidanza.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dott. Blasi e grazie mille per la sua celerissima risposta.
Purtroppo non so se si tratta di polipo endometriale o del collo uterino, in quanto i medici non sono stati chiarissimi e nemmeno io ho fatto loro questa domanda.
Mi hanno fatto sia l'ecografia transvaginale che la visita ginecologica con lo speculum e il dottore più anziano spiegava alla giovane dottoressa che avrebbe dovuto asportarlo effettuando una torsione.
Oltretutto non mi hanno parlato di ricovero e da quanto ho letto nel caso in cui il polipo sia nell'utero è necessaria una degenza di 12-24 ore.
Per il 27 mi hanno detto di fare l'impegnativa per visita ginecologica ed esame istologico polipo cervicale, ma non per l'isteroscopia (sempre che non sia compresa nella visita ginecologica).
Io comunque cercherò di avvicinarmi in ospedale prima della data dell'intervento in modo da avere qualche informazione in più sulla mia situazione.
Ho due domande da farle:
Qualora mi dovessero fare comunque l'isteroscopia può essere questo stesso esame pericoloso per l'eventuale embrione?
Qualora mi dicano che si tratta di polipo endometriale, effettuando il 26 Febbraio il test di gravidanza clearblue tarato 25 ui è possibile avere un risultato certo oppure è meglio fare il dosaggio ematico al laboratorio analisi o spostare la data dell'intervento?
Le faccio presente che prendendo la pillola da diversi anni non ricordo con precisione di quanti giorni è il mio ciclo.
La ringrazio ancora per la sua attenzione!

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se c'è il sospetto di gravidanza non DEVE SOTTOPORSI AD ISTEROSCOPIA !!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille dottore!
Una sola domanda: effettuando il dosaggio ematico il 26 Febbraio, ossia quando eventualmente dovrei essere a 3+5 settimane di gestazione (12 gg dopo l'ovulazione), posso escludere o accertare con certezza l'eventuale gravidanza?
Così qualora non fossi gravida non rinvio l'intervento, considerando i lunghi tempi di attesa negli ospedali!
La ringrazio ancora per l'attenzione e per la sua celerità nel rispondere!

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certo , ma per maggior sicurezza deve avvisare l'operatore isteroscopista
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI