Utente 490XXX
Buonasera, sono una donna di 31 anni, ho un figlio di quasi 3 anni e vorrei avere il secondo. A inizio marzo purtroppo ho dovuto fare un raschiamento per un aborto ritenuto avvenuto a 8+6 (gravidanza arrivata al primo tentativo come con il mio primo figlio). Capoparto dopo 26 giorni e cicli successivi regolari ogni 26/28 giorni. Alla visita di controllo con la mia ginecologa tutto bene. Fatto tamponi cervicali e vaginali per un po' di prurito, tutto negativo tranne che per streptococco (tamponi positivi anche durante la prima gravidanza) e flora lattobacillare assente. Cura con levofloxacina e lattobacilli, al tampone di controllo streptococco debellato ma flora sempre assente. Ho avuto il via libera per riprendere la ricerca, continuando con l'assunzione di lattobacilli. Ho assunto prima dicoflor elle, ora femelle per via orale; per 15 giorni avrei dovuto prendere LJ lacto ovuli vaginali, ma tra sospensioni per ciclo e tamponi li ho applicati in maniera discontinua, in tutto 22 ovuli. Vorrei sapere se sia opportuno continuare ad applicarli anche durante i giorni fertili oppure se sia meglio sospenderli durante l'ovulazione. Interferiscono con un possibile concepimento? Rendono la fecondazione più difficile? Inoltre, per quanto tempo posso andare avanti ad utilizzarli? Vi ringrazio molto per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gli ovuli che le hanno consigliato (LJLACTO) contengono lactobacilli (probiotici ) utili a riportare il pH vaginale nella norma e ripristinare le condizioni di EUBIOSI vaginale , per questo quindi nessun problema in funzione di una futura gravidanza .
Il miglioramento dell'ambiente vaginale insieme a prebiotici predispone ad una "migliore fertilità".
(Per intenderci PROBIOTICO + PREBIOTICO = SIMBIOTICO)
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 490XXX

La ringrazio molto, per la chiarezza e la tempestività della risposta. Buon lavoro.

[#3] dopo  
Utente 490XXX

Buongiorno Dott. Blasi,
approfitto ancora della sua gentilezza.
Giovedì 12 luglio sono stata tamponata, mi sono recata in pronto soccorso per il dolore alla schiena e al collo e alla visita ho detto al medico che non potevo escludere la possibilità di essere incinta (ultime mestruazioni in data 17 giugno). Prima di farmi le lastre mi hanno fatto il dosaggio delle beta, con risultato 34, dubbio per loro. Per sicurezza le lastre non le ho fatte. Mi hanno consigliato di ripetere il dosaggio delle beta dopo una settimana, le ho fatte questa mattina e il risultato è 521. Posso sperare in bene? Non posso negare che il recente aborto mi abbia segnato. La partenza "con il botto" non mi aiuta a stare tranquilla. Ovviamente sentirò la mia ginecologa, ma per il momento c'è altro che posso fare o devo solo incrociare le dita e sperare in bene?
La ringrazio per la risposta che potrà darmi,
buona giornata.

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In bocca al lupo , ripetere le betaHCG ogni 3 giorni presso lo stesso laboratorio
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 490XXX

Buongiorno Dottore,
rieccomi. Mercoledì a 6+3 ho fatto la visita dalla mia ginecologa, andava tutto bene, ha visualizzato un embrione di 5,4 mm con battito e nessun segno di scollamento. Giovedì mattina però ho cominciato ad avere perdite marroni, il pomeriggio diminuiscono fino a sparire la sera, e la mattina invece tornano più abbondanti. La mia ginecologa mi ha rassicurato ma purtroppo è in ferie e non può vedermi. Io cerco di stare tranquilla, ma è difficile. A cosa potrebbero essere dovute se il giorno prima andava tutto bene?
La ringrazio, buona giornata..

[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Minaccia d'aborto? Perdite ematiche da impianto? Difficile esprimere un parere senza valutazione clinica diretta.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente 490XXX

Buongiorno Dottore,
per il momento la gravidanza procede, sono a 11+1. Alla visita di controllo a 9+3 andava tutto bene, l'embrione era di 2,9 cm e non c'erano segni di distacco. Le perdite sono andate avanti fino a 9+5, quando si sono finalmente fermate (tranne quelle, abbondanti, bianche). Ho cominciato a rilassarmi e a pensare che le cose si fossero sistemate, ma purtroppo venerdì a 10+5 sono ricomparse di punto in bianco rosso vivo e più abbondanti di prima. Ho aspettato un paio di ore e visto che non si fermavano sono andata in pronto soccorso, convinta che fosse tutto finito. Invece il piccolo era li, cresciuto a 4,5 cm e super attivo, sempre nessun segno di distacco. La dottoressa mi ha consigliato il riposo per qualche giorno, anche dal lavoro, finché le perdite non si fossero fermate. Io adesso sono un po' in pensiero, le perdite stanno di nuovo diminuendo, quindi vorrei rientrare al lavoro, ma a questo punto ho paura che tornino di nuovo (sono cameriera e vado su e giù per le scale con i vassoi per 5/7 ore), anche perché non capisco a cosa siano dovute. Fino a venerdì non sono stata a riposo e ho fatto la mia vita normale.
Non riesco a contattare la mia ginecologa e non so più cosa fare.
La ringrazio da ora per la risposta che potrà darmi, buona giornata.

[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
il riposo e la terapia progestinica sono importanti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente 490XXX

Buongiorno Dottore,
Rieccomi per un Suo gentile consiglio. Sono arrivata a 14+4, a 12+1 ho fatto l'ecografia per il bitest, che ha evidenziato uno scollamento amniocoriale, causa delle perdite. La ginecologa mi ha consigliato riposo, che già facevo, e ho cercato di riposarmi ancora di più. Le perdite si sono in effetti fermate quasi subito. Dopo 2 settimane, a 14+1, all'ecografia con la mia ginecologa, il distacco era diminuito a circa 1 cm; il piccolo cresce perfettamente. Mi ha consigliato ancora 2 settimane di riposo e poi potrei riprendere a lavorare come cameriera. Ero tranquilla, ma poi il mio medico di base mi ha detto che per il lavoro che faccio dovrei andare in maternità anticipata. Io non so cosa fare, mi fido della mia ginecologa, ma mi ha spiazzato il consiglio del mio medico di base.
Con gli ovvi limiti di un consulto on line, con un distacco di queste dimensioni Lei pensa che possa rientrare al lavoro senza preoccupazioni?
Inoltre al bitest è stato evidenziato un reflusso della tricuspide, per cui dovremo fare un'ecografia di secondo livello.
La ringrazio per l'opinione che potrà darmi, buona giornata.

[#10] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La maternità anticipata la consiglia il Collega che la segue in base alla sintomatologia, alle condizioni del collo uterino .
Importante eseguire una ECOCARDIOGRAFIA fetale.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI