Utente 507XXX
Buongiorno Dottore,
vorrei sapere in base alla sua esperienza, quanti casi di recidiva ha avuto per pazienti con breslow basso (il mio 0,3) e PT1a.
Secondo lei, è meglio evitare del tutto di effettuare vacanze al mare per evitare recidiveo dipendono da altri fattori?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Buongiorno, le rispondo segnatamente:

vorrei sapere in base alla sua esperienza, quanti casi di recidiva ha avuto per pazienti con breslow basso (il mio 0,3) e PT1a.

- in 20 anni, ho visto 2 secondarismi su migliaia di melanomi a basso spessore. Stiamo parlando di casi di che eccezionali, quindi la teoria ci dice che non ci sono problemi.

Secondo lei, è meglio evitare del tutto di effettuare vacanze al mare per evitare recidive dipendono da altri fattori?

- la fotoesposizione deve essere seria e sempre protetta.
Il melanoma è favorito dal sole ma anche da fattori genetici e immunologici.

Carissimi saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Grazie molte.
Posso chiederle, sul secondo punto, più in dettaglio cosa intende per esposizione seria e protetta?
Nel senso: io , sotto controllo da 11 anni essendo pieno di nei, fototipo chiaro e qualche nevo displastico, ho sempre messo crema 50+, poi su questo neo in particolare lasciavo anche uno strato di crema "ad abbundantiam", e preso il sole "solo" o con una passeggiatina di mezz'ora (tra le 11 e 11.30... ok non proprio l'orario consigliato) e poi un'altra ventina di minuti per asciugarsi dopo il bagno...quindi pensavo di essere stato "attento", ed infatti in 11 anni, era "andata "bene"...
Premesso che dal punto di vista ereditario, nessuno in famiglia ne ha mai avuti, è ovvio che mi sono chiesto "dove" ho sbagliato (soprattutto per non ripetere l'"errore" in futuro, se volgio continuare a fare vacanze marinare).
Ora, a parte il caso che in un giorno non abbia spalmato la crema in quella zona del neo (per carità può sempre essere, anche se tenderei ad escluderlo), cosa potrebbe essere stato?
Mi accennava a problemi immunitari...
Oppure avevo pensato io ad un discorso di "accumulo" di sole (un pò come succede per le radiazioni ionizzanti)
Oppure ho fatta una lastra al torace (per altri motivi) quindi prorpio dove poi il nevo è degenerato in melanoma...
Un ultima curiosità: si può avere idea (più o meno ovviamente) a partire dallo spessore (0,3), da "quanto tempo" si è innescato il melanoma? (mi aiuterebbe nella ricerca di "cosa è andato storto" dopo 11 anni...)
Grazie Infinite